in ,

Euphoria – Zendaya parla di un tattoo con Hunter: «Non ne voglio. Ma forse farei un’eccezione»

Euphoria, l’ultimo, spregiudicato progetto della HBO ha fatto parlare molto per la sua natura esplicita e particolarmente controversa.
Tra i vari oggetti di discussione c’è stato il giovanissimo cast, di cui fa parte un’ex star di Disney Channel: Zendaya Coleman.

Proprio a quest’ultima, in un’intervista con Allure, è stato chiesto cosa avesse provato nell’interpretare il ruolo di una ragazza dipendente dalle droghe:

In qualche modo, interpretare Rue è venuto piuttosto naturale. In un certo senso, è molto simile a me.

Nonostante parte dell’ispirazione per Rue venga dalla personale esperienza di disintossicazione del creatore di Euphoria, Sam Levinson, Zendaya spiega come le loro compatibili idiosincrasie le abbiano permesso di entrare facilmente nel ruolo:

Io e Sam siamo così simili – il modo in cui parliamo, il cibo che ci piace. Adoriamo entrambi i Cool Ranch Doritos e la Gatorade al gusto limone e lime. Ci ritroviamo spesso e volentieri seduti alla stessa maniera.

Ha poi proseguito nella descrizione introspettiva del personaggio, parlando della forte connessione di quest’ultimo con alcuni oggetti, come la sua felpa:

Era scritto nella sceneggiatura che Rue indossasse questa enorme felpa. Si riesce chiaramente a capire quando ha una buona giornata o si sente bene, perché la felpa non la copre interamente. Poi, quando non è un buon momento per lei, praticamente si nasconde in questa felpa gigante.
Quando avevo 11 anni, mio nonno è deceduto, e avevamo conservato tutti i suoi vecchi vestiti. Ho pensato sarebbe stato forte lasciar intendere che la felpa fosse del padre di Rue. Volevo si percepisse l’attaccamento che si ha con gli oggetti inanimati quando qualcuno a noi caro ci lascia.

Euphoria Rue hoodie

L’attrice ha poi concluso parlando dei suoi progetti per il futuro, in ambito lavorativo e non. A quanto pare, Zendaya avrebbe tra i suoi piani l’idea di un particolare tatuaggio:

In un mondo ideale, questi progetti potrebbero includere il test di ammissione per Giurisprudenza. Ho studiato un po’ di Legge, non praticamente, solo per essere in grado di leggere autonomamente i miei contratti. Inoltre, mi sono appassionata alla cinematografia grazie a Euphoria. Vorrei decisamente poter imparare di più.

Euphoria

Adoro i tatuaggi, ma non ne voglio uno. O forse farei un’eccezione: io e Hunter [interprete di Jules Vaughn nella serie] vorremmo tatuare la parola “RULES” all’interno del labbro, proprio come nella scena di Euphoria, che sta per RUE+JULES.
Quindi, potremmo farlo.

LEGGI ANCHE – Euphoria, la giovane Zendaya Coleman confessa: «Quando ho dovuto farlo, mi sono sentita male»

Written by Vincenzo Bellopede

Vincenzo, studente di psicologia.
Cresciuto a pane e Sartre, accompagnando con sbornie da prelibato nettare di Lynch.
Come disse il primo, gli oggetti sono cose che non dovrebbero commuovere in quanto non vive. Eppure lo fanno.
Se anche le parole riescono in questo, l'obiettivo di chi scrive è stato orgogliosamente raggiunto.

Le 5 battute più smielate di The O.C.

The Witcher, rivelati cambiamenti: «Si chiederanno come mai è stata realizzata in questo modo»