in

Le 10 Serie Tv di Netflix che finora ci hanno deluso

netflix

Negli ultimi tempi ci siamo trovati più volte a dover ringraziare Netflix per una serie di motivi o per motivi di Serie.

Ogni anno la piattaforma streaming più famosa del mondo sforna almeno un prodotto di grande tendenza. Per il 2016 fu Stranger Things e per il 2017 Una Serie di Sfortunati Eventi e Th1rteen R3asons Why.

Chapeau!

Partendo dal presupposto che i gusti son gusti e le opinioni sono quelle che sono, occorre ricordare che Netflix ha anche deluso. È normale eh, quando passi sopra la regola della “qualità batte quantità” è ovvio che nel mucchione delle decine di Serie Tv che sforni all’anno ce ne siano solamente quattro o cinque di livello e un possibile capolavoro. Che è già un grande risultato.

Tralasciano i prodotti di nicchia e quelli volutamente trash presenti sulla piattaforma, andiamo a vedere 10 prodotti su cui Netflix ha investito, ma che hanno deluso le nostre aspettative.

I principali originali:

1. MarseilleDepardieu in Marseille

La risposta francese ad House of Cards (dicono… noi ne abbiamo parlato meglio in questo articolo). Concepita per esserne la piena trasposizione transalpina, Marseille ha deluso completamente l’utenza netflixiana. Il personaggio principale, interpretato da nientepopodimeno che Gerard Depardieu, sembra una caricatura sbiadita del monumentale Frank Underwood di Kevin Spacey.

Delle trame a tratti inconcludenti, dialoghi e situazioni al limite dell’imbarazzante non aiutano la Serie Tv a emergere. Quello che invece riesce ad avere rilievo in Marseille è che si tratti di un collage di decine di altre Serie venuto malissimo, che si pone l’obiettivo di raccontare un contesto, ma lo fa in modo stereotipato, come se in fondo non lo conoscesse davvero. Il 6 giugno arriverà la seconda stagione.

2. Marco Polo

A qualcuno è pure piaciuta, per carità. Io stesso, essendo appassionato del genere, sono sempre stato attratto dalla thumbnail di questa Serie Tv che Netflix mi piazzava sotto il naso. A quanto pare, il colosso americano per lo streaming puntava molto su questo prodotto, spendendo svariati milioni di dollari per una produzione che voleva essere arrogante (nella connotazione positiva del termine). Una grande epopea storica su un personaggio realmente esistito. Ottimo.

Il problema è che la critica e l’utenza l’hanno bocciato. Le recensioni contrastanti e l’andamento altalenante non può valere, secondo Netflix, l’investimento per essa prodotto. Chiusa dopo due stagioni e tanti saluti.

Written by Andrea Gafa

Studente presso il DAMS di Padova, appassionato di Cinema e Serie Tv. Da marzo 2017 redattore presso Hall of Series.

Mark Zuckerberg

Ecco perché abbiamo bisogno di una Serie Tv su Mark Zuckerberg

the originals

The Originals 4: come si evolverà il rapporto tra Freya e Keelin?