Vai al contenuto
Home » Glee » Gli 8 episodi più tristi di Glee » Pagina 5

Gli 8 episodi più tristi di Glee

kurt and burt - glee

5) S2 E3 – Grilled Cheesus (Santo panino)


Come dimenticare la puntata in cui Burt Hummel, dopo un infarto, è in fin di vita in ospedale? Come dimenticare le preghiere del Glee club e le canzoni dedicate all’uomo dai ragazzi?
Ma soprattutto, come dimenticare la performance di Kurt che sulle note di “I Want To Hold Your Hand” dei Beatles ci fa commuovere tutti? Come dimenticare Finn e la sua lotta interiore sulla religione? Come dimenticare la performance di “Losing My Religion” dei Rem?

6) S3 E18 – Choke (L’occasione di una vita)


Anche questo è – a mio parere – un episodio triste, ma per quanto triste, iconico. Choke è l’episodio in cui alcune ragazze del Glee club, assieme a Sue Sylvester e alla coach Washington, cercano di aiutare la coach Beiste che si è presentata a scuola con un occhio nero, procuratogli dal marito Cooter. Nell’episodio vediamo le ragazze impegnate nel tentativo di assistere la Beiste e impegnate a darle coraggio affinché affronti il suo problema, consigliandole di lasciare il marito. Ma la donna, per via del suo aspetto fisico, ha paura che nessun’altro – oltre a suo marito – potrebbe mai amarla. Ci terrei a ricordare la performance di Santana, Mercedes e Tina: “Shake It Out” di Florence Welch aka Florence and the Machine.

7) S4 E18 – Shooting Star (Colpo al cuore)


Non solo Shooting Star è un puntata triste, ma è uno specchio sulla realtà americana, una realtà in cui chiunque può procurarsi una pistola ed entrare armato a scuola, seminando il panico in giro. In quegli attimi in cui non sappiamo cosa succederà ai ragazzi che sono in aula mentre per scuola sembra aggirarsi un malintenzionato armato di pistola, chi di noi non ha avuto paura? Chi di noi non si è sentito dannatamente impotente di fronte a quell’evento, che seppur riprodotto in una serie è sempre più frequente nella realtà americana?!

Pagine: 1 2 3 4 5 6