Home » SERIE TV » 10 donne delle Serie Tv che sono un concentrato unico di egocentrismo

10 donne delle Serie Tv che sono un concentrato unico di egocentrismo

I personaggi femminili delle serie tv possono essere davvero complicati da rappresentare nel modo giusto. Non bisogna farne degli stereotipi o renderli troppo piatti. A volte dare loro un lato caricaturale ed esuberante più marcato può essere utile per trasmettere al meglio i messaggi di cui la serie intende farsi portatrice. Come nel caso di una delle protagoniste di Glee, è proprio questa parte del carattere che la rende unica rispetto agli altri. Egocentrismo, egoismo e narcisismo viaggiano a braccetto molto spesso, e può essere molto difficile fare i conti con personaggi che presentano tali caratteristiche. Eppure, a volta la vera sfida può consistere nel trovare qualcuno in grado di tenere loro testa e dare colore alla serie.

Oggi vogliamo parlarvi di alcuni personaggi femminili delle serie tv, ovvero di quelli che hanno un carattere davvero complicato, e che in più di un’occasione abbiamo fatto fatica a sopportare. Nonostante questo, però, ci sono entrati nel cuore per ciò che sono, e non riusciamo più a farne a meno.

Vediamo alcune donne delle serie tv che, insieme come una delle protagoniste di Glee, sono un concentrato unico di egocentrismo.

1) Gina Linetti – Brooklyn Nine-Nine

Brooklyn Nine-Nine

Come non iniziare da una donna come Gina Linetti (Chelsea Peretti) che è la definizione di egocentrismo per eccellenza? La segretaria eccentrica ed esuberante del 99° distretto di polizia di New York non smette mai di mettersi in mostra con tutti e non solo con i suoi colleghi. A chi si trova a parlare con lei per la prima volta può sembrare una persona superficiale, narcisista al massimo e frivola, oltre che amante del gossip e dei pettegolezzi. Eppure sotto quella maschera di stravagante follia, Gina si rivela più di una volta astuta, creativa, sensibile quando serve (anche se molto raramente) e dinamica. Se non fosse stato per lei e per il suo carattere un po’ caricaturale Brooklyn Nine-Nine non sarebbe stata la stessa.

2) Sophie Lennon – The Marvelous Mrs. Maisel

the marvelous mrs. maisel glee

Sebbene il personaggio che le piaccia interpretare sul palco sia una donna rozza, semplice e il cui unico scopo è quello di far ridere gli spettatori, Sophie Lennon (interpretata da Jane Lynch) è, in The Marvelous Mrs. Maisel, completamente diversa. Abituata a una vita di agi e comodità a cui non intende rinunciare, Sophie finisce per risultare superficiale, antipatica ed egocentrica, anche perché non fa altro che ostentare la propria ricchezza. Sa di essere amata dal pubblico e sfrutta la propria popolarità per farsi servire e riverire. Ostacolando chiunque si ponga fra lei e i suoi obiettivi e confidando fin troppo nelle proprie capacità, alimenta a dismisura il proprio ego e si dimostra in realtà una donna vuota e viziata.

3) Chanel Oberlin – Scream Queens

scream queens glee

Si può essere più cinici e opportunisti di Chanel Oberlin (Emma Roberts)? Davvero complicato, soprattutto perché la protagonista di Scream Queens rappresenta il peggio di una diva viziata ed egocentrica, la cui fiducia in se stessa e il cui narcisismo sono talmente esagerati da risultare insopportabili per chiunque si trovi ad avere a che fare con lei. Ogni scelta che fa nella vita punta a mettere in ombra le persone che le ruotano intorno e, di contro, a esaltare se stessa, in un continuo sfoggio di apparenze e vuoto che fa rabbrividire. Sembra quasi impossibile sopportare il suo carattere.

Insieme a un’attrice di Glee, Emma Roberts in Scream Queens è il ritratto dell’egocentrismo.

4) Alex Russo – I maghi di Waverly

i maghi di waverly

Questa commedia per ragazzi targata Disney Channel, andata in onda dal 2007 al 2012, ci regala un personaggio piuttosto egocentrico, ma al tempo stesso capace di maturare durante le stagioni. In I maghi di Waverly, Alex Russo è la classica figlia irresponsabile, sempre pronta a combinare guai e a mettere in pericolo se stessa e i suoi fratelli Justin e Max. A volte è così egoista e concentrata a credere di essere al centro del mondo, che si dimentica delle cose che contano davvero, dimostrandosi anche piuttosto superficiale, in più di un’occasione. Non le piacciono le regole, ama infrangerle e seguire il proprio istinto, spesso senza preoccuparsi delle conseguenze che le proprie azioni possono avere, eppure con lei non ci si annoia mai, ed è proprio Alex a muovere l’azione della serie, la maggior parte del tempo.

5) Rachel Berry – Glee

glee

Fin dal primo episodio di Glee, farci andare giù Rachel Berry (Lea Michele) è stata una vera sfida. Abbiamo avuto bisogno di tempo per apprezzare questo egocentrico personaggio e per capire che, oltre a un ego smisurato, la stella del Glee Club della McKinley High School ha anche altre qualità. Il talento che ha, mette sempre Rachel davanti al confronto con persone altrettanto dotate e, nonostante ami la competizione, prende le sfide un po’ troppo sul serio e non sa fare i conti facilmente con la sconfitta. Non riesce ad accettare che al mondo possa esistere qualcuno che sia più bravo di lei. Cerca di “marcare il territorio” a modo suo ogni volta che può e la maggior parte del tempo finisce per risultare solo antipatica e insensibile.

Il personaggio di Glee è un concentrato davvero unico di egocentrismo.

6) Carrie Bradshaw – Sex and the City

sex and the city

Abbiamo avuto modo di conoscere anche il lato egocentrico di Carrie Bradshaw durante gli anni, sia attraverso la visione delle esperienze che ha avuto da giovane in The Carrie Diaries (dov’è interpretata da AnnaSophia Robb), sia grazie alla saga principale che ci racconta la sua vita, Sex and the City. Sempre alla ricerca di un amore che la faccia bruciare di passione e che sia quasi totalizzante, la donna di cui Sarah Jessica Parker veste i panni, ha dato prova più di una volta della necessità di sentirsi al centro dell’attenzione, e non solo nell’ambito delle relazioni amorose. Il suo è uno stile unico e inimitabile, e lei ne è pienamente consapevole, forse anche un po’ troppo.

7) Haley Dunphy – Modern Family

modern family glee

Sempre un po’ ottusa e piena di sé, Haley Dunphy (Sarah Hyland) non ha mai perso occasione di criticare le persone con cui ha avuto a che fare nel corso delle 11 stagioni di Modern Family. Ha finito per discutere spesso anche (e soprattutto) con sua sorella Alex. Le due sorelle di casa Dunphy non sono mai andate veramente d’accordo. Per troppo tempo Haley è stata occupata a mettere al centro se stessa e i propri bisogni, pensando alle apparenze più che a ciò che conta davvero, e dimostrando in più di un’occasione di essere anche decisamente narcisista. Irresponsabile e ribelle, la tipica ragazza super popolare del liceo, convinta che il mondo debba cadere ai propri piedi. Sono passati anni e stagioni, e anche lei ha subito una bella evoluzione, eppure tutti la ricordano così.

8) Corinna Negri – Boris

boris glee

Troppo egocentrica per accorgersi di non possedere alcuna capacità attoriale, Corinna Negri (Carolina Crescentini) è stata più di una volta fonte di risate per gli spettatori e il pubblico di Boris. Mal vista da tutti i membri della tropue de Gli occhi del cuore, Corinna viene presa in giro molto spesso, soprattutto da René Ferretti, il regista dello show, che poco sopporta tutti i suoi capricci da donna viziata e che non riesce a spiegarsi come sia potuta diventare famosa, visto e considerato che la recitazione non è il suo forte. In realtà, è proprio grazie a Corinna se la produzione de Gli occhi del cuore non è stata bloccata dopo i primi deludenti episodi perché, fra le altre cose, è anche amante del dottor Cane, capo della rete televisiva da cui la serie viene trasmessa.

9) Lady Mary Crawley – Downton Abbey

All’inizio di Dowton Abbey, conosciamo una Mary Crawley (Michelle Dockery) piuttosto fredda e distante con le perone che la circondano, ma il suo carattere cambia nel momento in cui conosce Matthew, nei confronti del quale è sempre molto premurosa e dolce. Infatti, è proprio quando suo marito viene a mancare che Mary subisce una nuova trasformazione e torna a essere dura con se stessa e con gli altri. Altezzosa, egocentrica e distaccata, soprattutto nei confronti di Edith, con cui non ha mai avuto dei buoni rapporti. In sei stagioni però abbiamo capito che, se Mary si comporta in un certo modo è anche e soprattutto per le esperienze di vita on sempre facili con cui ha dovuto fare i conti.

10) Jessica Day – New Girl

new girl

Ebbene sì, forse dopo aver letto nomi come Rachel Berry di Glee trovare il nome di Jessica Day in questo articolo vi farà storcere il naso. Eppure la protagonista di New Girl, nonostante si sia dimostrata in moltissime occasioni una persona altruista e gentile, buona e pronta a tutto per le persone che ama, a volte è riuscita a nascondere anche all’occhio più attento il proprio egocentrismo. In un modo tutto suo, Jess ha così tanta paura di ciò che le persone pensano di lei, è così terrorizzata dall’idea di sembrare la donna che non è, che a volte ciò che fa di buono ha come unico scopo quello di stare a posto con la propria coscienza e questo alimenta il suo essere egoista. Jess è una bellissima persona anche se, in fondo, non possiede solo pregi.

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv