in , , ,

#VenerdìVintage – Cos’hanno in comune Steve Urkel, Camera Cafè ed Everwood

steve
steve

Quando Elisa ha cominciato ad analizzare l’evoluzione tipi seriali nelle Serie Tv, mi sono ritrovato a chiedermi io che tipo di personaggio preferissi vedere all’opera, e la risposta è stata tanto confusa quanto sorprendente: non ci posso fare niente, a me piacciono GLI UNDERDOG!

Underdog è un termine preso dal gergo delle scommesse e indica chi parte, in una qualsiasi gara, senza i favori del pronostico: è quello che se chiede un voto alla Madonna prende 4 e mezzo e rimandato a settembre, è quello che non è che la fortuna è cieca, è che la sfiga ha i paraocchi e vede solo lui. Nelle serie tv l’underdog è il personaggio, o la stessa serie, che parte con un generico “io speriamo che me la cavo”, ma quando vince, convince ed esalta, allora l’affermazione ha tutto un altro sapore. Non è una semplice vittoria, è un riscatto seriale vero e proprio, perchè quando il successo non sai cosa sia, allora, ti piaccia o meno, te lo godi con più gusto e ti condizionerà la vita, forse per sempre.

Di storie di underdog, che, l’avrete capito, è una categoria che può legare insieme una serie, un personaggio e chi lo interpreta, probabilmente è pieno il mondo seriale, ma io ne ho scelte tre per voi, di tre tipi diversi, quelle che mi sono sembrate più significative: all’inizio non gli hanno dato un soldo, oggi ancora li rimpiangiamo. Benvenuti nel mondo delle vittorie contro ogni pronostico!

Written by Modestino Picariello

Ogni pezzo di Hall of Series è una piccola storia. Io faccio in modo che quella storia vi arrivi nella maniera migliore possibile. Sono l'editor: è un lavoro duro ma qualcuno deve pur farlo.

Ah, di tanto in tanto analizzo serie con lo sguardo del lettore appassionato di classici: potrete non essere d'accordo con me, ma nessuno vi darà qualcosa di vagamente simile

Serie Tv anni ottanta

#VenerdìVintage – 10 motivi per stare lontani dalla Signora Fletcher

La sesta stagione di Suits è arrivata al giro di boa