Vai al contenuto
Serie TV - Hall of Series » Breaking Bad » 5 mosse geniali che hanno definito il mito di Walter White » Pagina 5

5 mosse geniali che hanno definito il mito di Walter White

5) L’epilogo di Breaking Bad: la confessione finale e l’eliminazione degli ultimi nemici

Per cinque stagioni Walter White ha ricordato agli spettatori, alle persone a lui vicine e a sé stesso che tutto ciò che stava facendo era unicamente per la sua famiglia. Ma con l’episodio finale della serie, Felina, Walt confessa una grande verità: l’unica motivazione che lo spingeva ad andare avanti era l’autocompiacimento.

E di fronte a Skyler mostra il suo vero ego, accettando il fatto di sentirsi più Heisenberg che Walter White. Le sue parole non lasciano alcun dubbio, anzi chiudono finalmente il cerchio di quella che è stata l’evoluzione del personaggio:

L’ho fatto per me. Mi piaceva farlo. Ed ero molto bravo. E mi sono sentito… Mi sono sentito vivo.

Un passaggio chiave dell’ultimo atto, al quale ha fatto seguito la genialata finale di Heisenberg: l’eliminazione degli aguzzini di Jesse Pinkman, attraverso una vendetta visivamente straordinaria.

LEGGI ANCHE – Breaking Bad: la classifica dei migliori episodi

Pagine: 1 2 3 4 5