in

Cosa si inventeranno stavolta per il ritorno di Sex and the City?

Sex and the City

Paramount Channel ha acquistato i diritti del nuovo romanzo di Candace Bushnell. Il libro verrà pubblicato il 6 agosto di quest’anno, ma i produttori di Sex and the City hanno già deciso di affidarsi nuovamente alla scrittrice americana per continuare la storia sulle donne forti e indipendenti di New York.

Dopo il tentativo fallito del terzo film, sembrava che le vicende di Carrie Bradshaw e delle sue amiche fossero destinate a finire con la trama di Sex and the City 2. Adesso che la serie tv tornerà sugli schermi, come decideranno di sfruttare al meglio l’occasione gli sceneggiatori?

La scrittrice ha avvisato le lettrici e le spettatrici riguardo alcuni cambiamenti. Il nuovo racconto non sarà incentrato su party esclusivi, sfilate di moda e shopping compulsivo tra un drink e l’altro. Ci saranno dialoghi più profondi e scene più introspettive, ma l’intento sarà sempre quello di mostrare la bellezza e la complessità delle donne di ogni tipo.

La morte di Mr. Big e altre questioni in sospeso.sex and the city

In base ad alcune dichiarazioni dei produttori, era previsto che il personaggio di Mr. Big morisse all’inizio del terzo film di Sex and the City. Chris Noth (che interpreta il grande amore di Carrie) non ha mai ricevuto comunicazioni a riguardo, ma si è sempre dimostrato disponibile a tornare nei panni di John in televisione e anche al cinema.

Gli sceneggiatori decideranno di seguire l’idea originale anche per il sequel di Sex and the City? Se così fosse, sarebbe un duro colpo per Carrie. Dopo 94 episodi e due film con vari tira e molla, un matrimonio mancato e litri di lacrime, non sarebbe giusto infliggerle altro dolore. Tuttavia, è già stato annunciato che la tematica dell’elaborazione del lutto sarà un punto centrale della trama del sequel. Chissà se toccherà a Mr. Big o a qualcun altro.

Is There Still Sex in the City?Sex and the City

È questa la domanda che si pone Candace Bushnell ed è su questa che basa il suo racconto. Dopo aver esplorato l’adolescenza di Carrie e le vite di quattro donne fra i 30 e i 40 anni, adesso è arrivato il momento di concentrarsi sulle ultracinquantenni. Anche l’ambientazione cambierà, perché non ci saranno soltanto scene girate a New York, ma anche altre in campagna.

L’obiettivo del sequel di Sex and the City è quello di dimostrare che le donne hanno una vita sessuale anche dopo la menopausa. Non si tratta più di pensionate occupate ad accudire i nipoti. Le protagoniste del romanzo sono donne vere, come le lettrici. Questo significa che il lieto fine non è possibile per tutte. Alcune devono affrontare divorzi e lutti inaspettati, ma devono anche tenere a mente che queste vicende spiacevoli non mettono fine alla loro vita, anzi, possono essere considerate come un nuovo inizio.

Tinder e la chirurgia plasticaSex and the city

La serie originale era ambientata in un altro decennio, ma ora la tecnologia ha cambiato anche il modo di trovare un nuovo partner. Le donne protagoniste del nuovo Sex and the City impareranno a usare app di incontri per organizzare i loro appuntamenti e si confronteranno con i nuovi ideali di bellezza. Per nessuna donna è facile accettare di invecchiare e lo specchio può diventare il peggior nemico. Ecco perché qualcuna cede alla tentazione e si rivolge al chirurgo plastico, come le protagoniste del romanzo.

Insomma, le premesse sono ottime. Le anticipazioni sulla trama offrono molti spunti di riflessione e questo ritorno di Sex and the City è un traguardo importante. Sempre più serie tv stanno cercando di portare sullo schermo la vita dopo i 50 anni. È importante dare spessore a personaggi che, il più delle volte, sono soltanto secondari.

Ma tutto questo ha senso senza il cast originale?Sex and the city

Non si sa ancora nulla sugli attori che faranno parte del progetto. Dopo le ultime vicende che hanno coinvolto Sarah Jessica Parker e Kim Cattrall sembra improbabile che le due donne possano tornare a lavorare insieme. Cosa dobbiamo aspettarci allora? Un trio di protagoniste formato da Carrie, Charlotte e Miranda? Oppure una totale rivoluzione con un cast interamente nuovo? Speriamo soltanto che i produttori riflettano attentamente sulle loro scelte e non sprechino questa occasione.

Leggi anche – Sex and the City: il vero motivo per cui non vedremo mai il terzo film

Written by Viviana Ragusa

Amo l'arte in tutte le sue forme, soprattutto quelle musicali. Mi nutro di rock n' roll, serie tv e tonnellate di libri.

Game of Thrones

E se Game of Thrones finisse con la nascita della Repubblica?

serie tv

Le 5 migliori Serie Tv snobbate da Netflix