in

Perché continuiamo a vedere Serie Tv fuori dal nostro target?

Che siate dei serie tv addicted o dei semplici appassionati, non potete non esservi chiesti cosa vi spinge a vedere certe produzioni. In particolare quelle fuori dal vostro target.

Adulti che guardano serie di adolescenti che spacciano droga, ragazzi che guardano serie di omicidi e matrimoni distrutti, la domanda è: perché li guardiamo? Alla base potrebbe esserci sicuramente una motivazione semplice: la curiosità. Ma secondo noi c’è molto di più e ve ne parliamo in questo articolo.

Pura e semplice curiosità

serie tv addicted

Partiamo dalla motivazione più semplice, ma non meno importante. Forse la curiosità sta alla base di qualsiasi serie tv addicted, è la possibilità di spiare le vite altrui (per quanto spesso poco veritiere), di capire come si comportano le persone in certe situazioni e di domandarci: ci saremmo comportati allo stesso modo anche noi? Oppure, quando sarò grande mi comporterò anche io così?

Pensiamo ad esempio alla possibilità di spiare un avvocato di successo, che magari non difende la parte lesa ma bensì l’assassino. Pensiamo poi di entrare nella sua sfera privata, nella sua relazione amorosa, nel rapporto con la famiglia e i conoscenti. Tutte queste curiosità sono a portata di play, infatti How to Get Away with Murder ci fornisce la possibilità di soddisfare tutte le nostre più strane curiosità in quel determinato ambito, così lontano dal nostro.

La serie sopracitata, ad esempio, non tratta temi adolescenziali, eppure il pubblico di serie tv addicted rientra proprio in quella fascia di età. La curiosità verso ciò che è ignoto, estraneo e talvolta futuro stuzzica le nostre menti, permettendo agli sceneggiatori e registi di produrre serie con un potenziale target che di fatto è molto più ampio delle previsioni.

Malinconia e voglia di temi leggeri

Cosa ci spinge a guardare Sex Education o Élite? Questa domanda chiaramente è rivolta ancora una volta al pubblico fuori target, che però compone una buona fetta di view: gli over 25.

I temi trattati nelle serie sono essenzialmente pensati per un pubblico teen, le prime esperienze amorose, la scuola, le insicurezze e le paure che i ragazzi provano una volta entrati nel mondo delle superiori. Eppure, vi possiamo assicurare che la serie è vista anche da genitori con figli dell’età dei protagonisti.

Le ragioni possono essere diverse: la voglia di rivivere certe emozioni passate, la voglia di sentirsi ancora giovani, la voglia di un confronto tra la nostra vita e quello che ci viene mostrato: ma anche io ero così alle superiori?

Sicuramente la possibilità di vedere serie tv leggere e con temi adatti a un target molto vasto è un’ottima motivazione. Pensiamo alla serie tv Anne with an E e al successo che ha riscosso, cosa ci spinge a guardare una bambina di 10 anni per 24 episodi? Sicuramente la sua semplicità, la leggerezza della serie, la voglia di cose semplici che ci permettano di andare a dormire sereni e non incupiti da qualche serie tv ricca di intrighi.

Serie tv addicted

Stare al passo con i tempi

D’altra parte si sa, se oggi non sei un serie tv addicted ti potresti ritrovare a fare scena muta durante qualche conversazione con gli amici o con i tuoi stessi figli. Ormai le piattaforme di streaming hanno sostituito una buona parte dell’intrattenimento derivante dalla cara vecchia televisione, e se ti scappa detto che non hai Netflix ti guardano come se fossi uno zombie.

Scordatevi dunque il pomeriggio in compagnia di Barbarella e date il benvenuto alle serie tv che, ormai sempre più spesso, trattano trame molto lontane da quello che siamo abituati a vedere ma che guardiamo per poterne discutere piacevolmente in famiglia, con i più grandi e con i più piccoli.

Semplici Serie Tv addicted o voglia di diventare grandi?

Il discorso vale anche per i più giovani che spesso guardano serie tv trattanti temi forti e con personaggi ancora molto lontani da un target che li accomuni. Pensiamo ad esempio al successo avuto da Fleabag, serie che racconta di una giovane donna londinese che ha una vita problematica, una famiglia disfunzionale, delle difficoltà economiche e un’instabile quanto frenetica vita sessuale e sentimentale. La domanda è d’obbligo: perché un adolescente dovrebbe guardare una serie che tratta di temi così lontani da lui?

Certo, potrebbe essere sempre solo una faccenda di curiosità, oppure la voglia di vedere tutto ciò di cui si parla e stare al passo con i tempi, ma potrebbe anche essere quel brivido che spinge i giovani a voler crescere e a sfidare i limiti della loro età. È un discorso che ricorda molto quando si è piccoli e gli amici più grandi vanno al cinema a vedere un film vietato ai minori di 14 anni, e all’improvviso sentono quella voglia di crescere e di poter dimostrare in qualche modo che anche loro sono grandi.

Il target non è un vincolo

Molti di noi, i veri serie tv addicted, non hanno un genere preferito, ma semplicemente guardano tutto.

Come ormai abbiamo imparato dietro la sceneggiatura di una serie tv c’è molto altro. Si parte dalla fotografia, alle inquadrature e alla colonna sonora. Le giuste combinazioni di queste caratteristiche possono addirittura annullare il target per cui una serie è prodotta o destinata. La difficile e confusa Dark propone una fotografia e una colonna sonora di tutto rispetto, che porta anche coloro lontani dagli argomenti trattati a vederla. La serie rosa Bridgerton ci propone abiti di scena interessanti, colori pastello e location da favola, che portano gli appassionati, non solo donne ma anche molti uomini (ve lo assicuriamo), a vederla.

Lo stesso discorso potremmo farlo per This Is Us. Si potrebbe pensare che sia una serie completamente per donne, causa anche la fama di serie che fa piangere ad ogni puntata, ma vi assicuriamo che ci sono anche tanti uomini che la guardano (e che piangono pure di fronte a questa).

Quel che è certo è che oggi l’offerta di serie tv è proporzionata alla nostra curiosità e alla voglia di prodotti sempre più originali e che esplorano terreni sconosciuti e, molti di noi sicuramente, non si priveranno di una visione solo perché è destinata ad un target diverso dal nostro.

Scritto da Maria Virginia Destefano

Potrei scrivere la solita bibliografia, nome, età, luogo. Ma temo che queste informazioni siano riduttive e alquanto superflue in confronto al mondo che c'è dentro la mia testa. Amo scrivere, amo leggere, se guardate un film o una serie tv con me aspettatevi ogni tipo di commento e di osservazione, la mia visione non sarà mai passiva. La regia è il mio sogno, le luci, le inquadrature. Il piano sequenza è un'arma a doppio taglio, è un'arte, ma come tale non tutti la sanno sfruttare. C'è chi non ha hobby, io ne ho troppi e la scrittura e il videomaking fanno parte di questi.

Breaking Bad

I 5 migliori episodi horror in Serie Tv non horror

I Griffin

5 Serie Tv che sono state salvate in corner grazie a una petizione dei fan