in

8 attori Under 15 delle Serie Tv che promettono di diventare dei fenomeni

serie tv

Le nostre Serie Tv preferite sono tali spesso anche grazie alla bravura degli attori che la interpretano. Certo, non è l’unico fattore, ma è comunque abbastanza determinante. Perché un attore “cane” – parafrasando René Ferretti – al 99% rovina anche un personaggio ben costruito, mentre un attore bravo può addirittura elevare il personaggio laddove la scrittura è carente. Che poi la scrittura è meglio che sia comunque buona, questo è un altro discorso…

Ed è per questo che guardiamo con speranza ad alcuni attori giovani delle Serie Tv. (E per attori giovani intendo bambini, o al massimo adolescenti.) Perché è sicuro che molti di loro – se non proprio tutti – li ritroveremo tra qualche anno anche in ruoli più importanti e decisivi, in nuovi show che ci appassioneranno.

Quindi magari possiamo provare a conoscere meglio alcune di queste nuove promesse della serialità inglese e americana. Sperando che non si rivelino un bluff una volta cresciuti (come, purtroppo, alle volte accade).

IAIN ARMITAGE

young sheldon cbs

Si sta iniziando a parlare molto di questo attore che, dal 25 settembre, vedremo nei panni di uno Sheldon Cooper bambino nell’attesissimo Young Sheldon, spin-off di The Big Bang Theory.

Classe 2008 (ha quindi solo 9 anni), ha già dato prova di grande talento con la recente miniserie dell’HBO Big Littles Lies. Il ruolo del piccolo Ziggy Chapman, bambino un po’ enigmatico e accusato di bullismo, non era di certo semplice, eppure Iain è stato bravissimo e si è fatto notare. Al punto da ottenere poi quell’altro ruolo molto ambito.

La cosa più sorprendente di questo bambino è che ha debuttato solo quest’anno. E già ha un certo curriculum. Infatti, ha anche partecipato alla 18×08 di Law & Order: Special Victims Unit nel ruolo di Theo Lachere, e nei film The Glass Castle (accanto a Brie Larson, Naomi Watts e Woody Harrelson) nei panni di Brian Walls e Our Souls at Night in quelli di Jamie Moore. Quest’ultimo verrà presentato al festival di Venezia.

Written by Olimpia Petruzzella

Tra un'indagine con Sherlock Holmes e un viaggio e l'altro col Dottore, sono anche riuscita a laurearmi in Archeologia (River, grazie ancora per quella dritta... e per avermi presentato Euripide!) e fare un master in sceneggiatura alla Silvio D'Amico. Perché siamo tutti storie, alla fine. Ed è meglio farne una buona, no?

Game of Thrones

L’Arte della Guerra

Alana bloom serie tv

Alana Bloom e la psicosi condivisa del mondo di Hannibal