in

77 cliché tipici delle Serie Tv

Serie TV

Tutti, per risparmiare tempo, siamo portati dal nostro cervello a semplificare le azioni di tutti i giorni attraverso delle scorciatoie mentali. Non dobbiamo pensare ogni volta come si fà a respirare, a guidare o a scroccare il Wi-Fi dei vicini per guardare le Serie Tv in Streaming.

Sono azioni talmente naturali che per svolgerle semplicemente inseriamo il pilota automatico e lasciamo che sia il caro vecchio encefalo ad occuparsene.

Essendo – purtroppo – degli esseri umani, anche gli sceneggiatori delle Serie Tv prendono scorciatoie, seguono strade già percorse e – inevitabilmente – finiscono col fare sempre gli stessi errori. Tra stereotipi e cliché triti e ritriti, usati e abusati non c’è dubbio alcuno nell’affermare che, se il mondo fosse come viene dipinto nella serialità, sarebbe un posto ancora più strano di quello che è.

Ve lo potete immaginare?

Sì, lo so che è già difficile ricordarsi come sia fatto il mondo reale una volta registrati a Netflix, ma con un piccolo sforzo di immaginazione non è così impossibile. In ogni caso, ecco 77 cliché delle Serie Tv che avrete sicuramente notato anche voi (originariamente dovevano essere solo 10, ma mi sono fatto prendere la mano, ndr).

77 CLICHÉ TIPICI DELLE SERIE TV

1 – La gente lavora quando ne ha voglia.

2 – Le chiavi del proprio negozio possono essere affidate a chiunque.

3 – In ogni caso, ogni attività commerciale ha successo.

4 – Non importa la tua estrazione sociale, avrai sempre una casa della Madonna (o al massimo un maxi Caravan).

5 – In ogni gruppo maschile uguale o superiore a 3 elementi è presente un allupato cronico.

6 – In ogni gruppo femminile uguale o superiore a 3 elementi è presente una s*****a di prima categoria.

7 – Ogni gruppo uguale o superiore a 3 elementi ha un’alta probabilità di essere composto da un bianco, una bianca e un nero.

Il team di salvatori del tempo in Timeless

8 – Allargando la famiglia arriveranno almeno un asiatico e un ispanico, o un ebreo.

9 – Il sesso non è sudato e non spettina.

10 – A prescindere dalle stagioni, dalle finestre chiuse e dalla presenza o meno di altri inquilini in casa, la donna dopo il rapporto si avvolgerà sempre nel lenzuolo per alzarsi dal letto.

11 – Se la Serie è Teen Friendly, non è concepibile esibirsi in performance erotiche senza reggiseno.

12 – L’uomo, inoltre, ha l’incredibile capacità di copulare con i boxer, data la rapidità con cui, esaurito l’atto, riesce ad alzarsi avendoli indosso.

13 – I caricatori delle munizioni sono fatti della stessa sostanza del gonnellino di Eta-Beta (o del tascone di Doraemon). La mira dei cattivi, invece, della stessa sostanza che funge da scarto della digestione.

14 – Spalle e braccia dei protagonisti sono magnetiche, attirano pertanto i proiettili deviando la traiettoria dalle zone vitali.

15 – Un colpo di pistola nell’omero, comunque, fa male solo al momento dell’impatto e per i 5/6 secondi successivi, poi causerà solo la paralisi dell’arto, ma non dolore.

16 – Gli scagnozzi dei boss non hanno una vita sociale. Essi sono al servizio del loro datore di lavoro 24/7, senza straordinari o malattia. In pratica hanno giusto qualche minuto di tempo libero in più dei commessi di un centro commerciale.

17 – Nell’alta società, lo stesso concetto è applicabile ai maggiordomi, i quali però – schiavismo a parte – conservano il diritto di trattare i propri padroni con meno rispetto del sacco dell’umido.

Maggiordomi delle Serie Tv

18 – Rimanendo in tema, i pub sono aperti 25 ore al giorno, e il posto a sedere preferito dei protagonisti è (quasi) sempre libero.

19 – Anche se l’agenda presenta un desolante foglio bianco, i protagonisti delle Serie Tv si alzano comunque molto presto la mattina.

20 – Oltretutto, hanno voglia di fare cose assurde appena svegli, tipo andare a correre o, peggio ancora, salutare la famiglia con un sorriso e non con un’imprecazione a mezza bocca.

21 – La colazione è il pasto più importante della giornata, d’accordo. È ritenuto sconveniente avere sulla tavola una quantità di cibarie inferiore al livello “Vigilia di Natale a Castellammare di Stabia”.

22 – Alla sera, invece, cucinare è proibito dalla convenzione di Ginevra. È però possibile richiedere una deroga in caso di incontro galante.

23 – Gli unici pasti accettabili sono la pizza nel cartone (una per tutti) o il cinese Take Away.

24 – A prescindere da quanto sia luculliana la colazione, il coniuge che vive per il lavoro (c’è sempre un coniuge che vive per il lavoro) berrà solo un caffè al volo prima di scappare in ufficio, per il sommo dispiacere dell’altro che lo osserverà andare via ferma/o sulla porta in vestaglia dopo un bacio veloce.

25 – Nel caso di un uomo, la giacca va rigorosamente indossata dopo essere uscito trafelato dall’abitazione in maniche di camicia, con una ciambella in una mano e la valigetta nell’altra.

26 – Se si parla di una donna, la scarpa sinistra può essere calzata solo se al telefono, tenendo la cornetta incastrata nell’incavo della spalla ed esprimendosi in un’apprezzabile esibizione di contorsionismo avvolta nel tailleur.

27 – Sì, chiamano caffè quella brodaglia. E lo bevono in qualsiasi situazione. Anche con Hamburger e patatine.

28 – Nessuno chiude la porta di casa; nemmeno se abita nel retro dei peggiori bar di Caracas.

29 – Vicini e amici possono entrare in qualsiasi momento, senza preavviso, comportandosi come se fossero a casa propria.

appartamento How I Met Your Mother

30 – Mi frigorifero es tu frigorifero.

31 – Tutti hanno almeno un paio di casse di birra fresche e pronte all’uso.

32 – Il pranzo dei figli per la scuola è rigorosamente all’interno di una busta di carta.

33 – Anche se è da conservare in luogo fresco e asciutto.

34 – Alternativamente viene data della pecunia ai pargoli per pagarselo.

35 – Nella stessa Serie le due cose non si escludono.

36 – Esatto, in Soviet America il bambino, se vuole mangiare in mensa, deve pagare di tasca sua.

37 – In ogni caso, al 99,98% tale danaro finirà nelle mani del bullo della scuola.

38 – Il sistema scolastico funziona. Anche il peggior criminale si esprime meglio di un professore di letteratura di Oxford.

39 – Il progetto di Scienze.

40 – Il ballo di fine anno.

41 – Ogni americano che si rispetti difende la propria casa con una mazza da baseball.

42 – Gli adolescenti somigliano terribilmente a dei trentenni.

Dylan Beverly Hills 90210

43 – I genitori cinquantenni somigliano terribilmente a dei trentacinquenni.

44 – Nelle Serie Tv è prassi consolidata scambiarsi partner all’interno del proprio cerchio ristretto di amicizie, senza per questo incrinare gli equilibri relazionali del gruppo.

45 – Questa cosa è incentivata anche dalla grande facilità con cui tutti parlano apertamente dei propri sentimenti.

46 – In assenza di un altro essere umano disponibile, la natura impone che il personaggio si invaghisca della sorella o del fratello del proprio Best Friend Forever and Ever (all’insaputa di quest’ultimo, fino al momento in cui non viene colto in flagranza di reato).

47 – Se non presenti nel cast regolare della Serie, le famiglie dei protagonisti sono entità astratte con cui questi ultimi entrano in contatto al massimo per un episodio a stagione.

48 – Le famiglie delle sitcom sono una fonte inesauribile di zii e cugini.

49 – Lo stesso discorso vale per gli amici di famiglia di vecchia data.

50 – La senilità non esiste; le persone possono morire solo per omicidio/suicidio, una malattia straziante o un incidente stradale/aereo.

51 – In ogni caso, la causa principale di morte nelle Serie Tv è l’essere moglie di un poliziotto o padre di un supereroe.

52 – È scientificamente provato che un personaggio di una Serie Tv contiene al proprio interno oltre il 70% di sangue in più rispetto ad un normale essere umano. Questo gli permette di raccontare tutta la propria vita, aspettare i soccorsi, fare cenno che è tutto ok col pollice sollevato mentre viene issato sulla barella, essere trasportato in ospedale, venire operato ed essere dimesso senza perdere i sensi o la lucidità, a prescindere dalla ferita inferta.

53 – La probabilità di morire è direttamente proporzionale alla gradazione di colore dell’epidermide.

54 – La facilità con cui le persone si abituano a vedere morti ammazzati nei peggiori modi è imbarazzante: al primo urlano, al secondo sgranano gli occhi, al terzo scattano un selfie.

55 – Negli ospedali non vengono praticate rimozioni delle tonsille o interventi di appendicite, ma solo operazioni dal trapianto di testa in su.

56 – Tutti i dottori sono fighi o hanno carisma a pacchi.

Derek Sheperd dottori delle Serie Tv

57 – Il tacchino del giorno del Ringraziamento non sarà mai cotto in tempo.

58 – A Natale tutti fanno regali a tutti.

59 – A Natale nevica.

60 – Nelle Serie ambientate in California, per i restanti 364 giorni è lecito surfare e prendere il sole in spiaggia.

61 – I poliziotti girano sempre in coppia.

62 – Negli interrogatori fanno quella roba del buono e cattivo.

63 – I poliziotti irlandesi bevono.

64 – I poliziotti ispanici sono degli attaccabrighe.

65 – I poliziotti italiani hanno qualche conoscenza nella malavita.

66 – Il capo della Polizia è corrotto.

67 – Tutti i Serial Killer sono narcisisti autocelebrativi.

68 – Il paesino di provenienza del protagonista di un crime ha un tasso di omicidi più alto di Tijuana. Si sconsigliano viaggi nella campagna inglese o in Umbria.

69 – Undici casi su 10 si risolvono con la morte del colpevole o la sua confessione.

70 – I processi sono molto semplici: quando uno parla, l’altro obietta e la giuria vota quello più simpatico.

71 – Il giudice è la versione in toga e martelletto di Babbo Natale (grasso, pacioso, indulgente ma severo con i bambini cattivi).

72 – La scientifica è più attrezzata dell’Enterprise.

Laboratorio CSI Miami

73 – I tecnici scrivono codice pigiando tasti per una decina di secondi anche per ingrandire un’immagine.

74 – Non esiste il concetto di risoluzione, anche una foto scattata con un Videofonino del 2003 è ingrandibile in Alta Definizione fino a ricoprire la facciata nord del Taj Mahal.

75 – Non hanno i nostri Social Network, ma delle cose che ci somigliano.

76 – Salutarsi alla fine di una conversazione telefonica è maleducazione.

77 – Non esiste bruttezza, solo diversi gradi di trascuratezza.

Scritto da Simone Viscardi

Di lui dicevano: "È brillante, spiritoso, ironico e a tratti geniale". E con lui intendo il mio compagno di banco alle elementari. Io ero quello di fianco, che al posto di ascoltare la maestra fantasticava di calcio e cartoni animati. Crescendo sono cambiate molte cose, tipo che la maestra è diventata il capo e il compagno di banco il collega. Oggi faccio una di quelle professioni "sull'Internet" difficili da spiegare alle mamme, ma continuo a vivere la mia vita una citazione dei Simpson alla volta...

serie tv

11 attori delle Serie Tv che hanno un sosia nel mondo del Calcio

10 attori americani delle Serie Tv che sanno parlare bene italiano