in

5 Serie Tv che ci avevano illuso con una grande prima stagione

The Following
The Following

Vi è mai capitato di innamorarvi follemente di una persona e rimanere tremendamente delusi da essa? E per persona intendiamo quella con la P maiuscola, un po’ come espresso in Grey’s Anatomy. Qualcuno che ti sconvolge. Non ti sceglie. E non lo scegli. Arriva. Qualcuno che entra nella tua vita e di cui poi non puoi più fare a meno. Ecco, questa è la nostra idea. E pensate se colui o colei che piomba nella vostra vita come una Tokyo qualsiasi de La Casa de Papel, dopo poco tempo, cambia improvvisamente e si trasforma in una entità sconosciuta, totalmente mutata. Non sarebbe drammatico? Ora, visto che siamo qui per allietarvi le giornate e non per farvi vivere di feels, vogliamo trasportare questo trauma in un mondo più leggero come quello della serialità.

Quante volte vi è capitato di innamorarvi di una serie tv dopo la prima stagione e poi rimanere di stucco procedendo con la storia e i suoi capitoli successivi? Ecco, se vi è successo, questo articolo fa al caso vostro. Siamo qui per raccontarvi cinque serie tv che ci hanno sedotto con una grande season d’apertura e poi abbandonato con i restanti episodi. Vi abbiamo preparato una lista di cinque produzioni da evitare se non volete rimanere amareggiati dal loro prosieguo. Quindi prendete carta e penna, segnate tutto e se vi capiterà di iniziare una di queste cinque proposte non dite che non vi avevamo avvertiti.

1) The Following

la casa de papel

Partiamo subito con un grande What If.

The Following era una serie tv con un potenziale enorme. E quando diciamo enorme non esageriamo. C’erano tutte le premesse per far sì che la produzione Fox diventasse un cult. Un ex agente dell’FBI interpretato da Kevin Bacon torna alla sua attività quando un diabolico serial killer evade di prigione. Parte una caccia all’uomo frenetica e nel mentre il criminale sfrutta ogni possibile social media per alimentare una specie di culto degli omicidi seriali, dando vita a una rete di serial killer sparsi in tutti gli Stati Uniti. Dopo una prima stagione incredibile, però, The Following è andata sempre più calando, chiudendosi dopo sole tre stagioni. Un enorme dispiacere per tutti quelli che erano rimasti folgorati fin dal pilot.

2) American Gods

la casa de papel

Ispirata al bestseller di quella miniera d’oro che prende il nome di Neil Gaiman, American Gods è la nostra seconda serie tv. Il libro tratta di religione, di immigrazione e della lotta in nome dell’anima dell’America, di dei che vivono nel presente e si scontrano tra loro. Una prima stagione veramente di livello, merito della mente creatrice di Bryan Fuller e di alcune personalità come Ian McShane e Gillian Anderson. Purtroppo però le aspettative create dalla prima parte sono crollate come un castello di carte e si sono trasformate in un macigno che ha schiacciato la seconda stagione di American Gods. Una delusione enorme.

3) Jessica Jones

la casa de papel

Tocchiamo un tasto dolente per molti fan delle serie tv dedicate ai supereroi della Marvel. Questa volta chi ha grandi poteri e grandi responsabilità è una quota rosa, Jessica Jones (qui un focus su di lei). La produzione Netflix dedicata alla ragazza investigatrice interpretata da Krysten Ritter era partita benissimo, ma poi, come le altre serie nella lista, si è persa. Molti di voi che non hanno ancora visto Jessica Jones si chiederanno: davvero solo la prima stagione è all’altezza? Assolutamente sì. Sia la serie che il gradimento del pubblico sono notevolmente calati, soprattutto per la mancanza di un villain decente. Ed è un peccato perché la prima stagione era un qualcosa di eccezionale.

4) La Casa de Papel

Questo è un colpo al cuore. Non vogliamo sollevare polemiche, non vogliamo togliere nulla a una delle serie tv più viste di sempre. Non è questo il luogo e il momento di parlare di cosa va e cosa non va ne La Casa de Papel, ma sicuramente sarete d’accordo con noi quando diciamo che la prima stagione è di livello impari rispetto alle altre. Il discorso è complesso e difficile da trattare in così poche righe, ma siamo sicuri che molti di voi capiranno il motivo per cui è stata inserita in questa lista. In brevissimo, la prima stagione ha una qualità incredibile che ci aveva portato a scomodare perfino Prison Break (ne parliamo qui). Purtroppo però le successive non sono riuscite a bissare il successo della prima parte e tutto è andato perso. Un rimpianto enorme.

5) 13 Reasons Why

Rimaniamo sempre nell’universo Netflix e da La Casa de Papel passiamo a 13 Reasons Why. La serie tv potrebbe essere il paradigma di questo nostro articolo, l’esempio perfetto per capire cosa intendiamo quando parliamo di produzioni che ci hanno illuso con una grande prima stagione. Osannata da critica e pubblico, vincitrice di numerosi riconoscimenti e causa di molte polemiche per i temi che tratta, la prima parte della serie tv è letteralmente diventata un fenomeno di massa. Purtroppo però le due stagioni successive sono state scadenti e ripetitive e hanno danneggiato l’immagine di una creazione che se si fosse fermata in tempo sarebbe rimasta un qualcosa di unico nel suo genere.

Purtroppo, in molti casi, qualità e quantità non vanno di pari passo.

Scritto da Giacomo Simoncini

“Giro, vedo gente, mi muovo, conosco, faccio delle cose. Ad un mondo di numeri ne preferisco uno di lettere. Scrivo per coinvolgere gli altri, per far appassionare le persone a ciò che amo. ”

serie tv

Il catastrofico sciopero degli sceneggiatori del 2007 che ha messo nei casini varie serie tv

Unbreakable Kimmy Schmidt

Le 5 Serie Tv più demenziali presenti su Netflix