Vai al contenuto
Home » Scream Queens » Le 5 migliori puntate di Scream Queens

Le 5 migliori puntate di Scream Queens

Halloween - Scream Queens

Scream Queens è stata una delle serie americane più volutamente trash e parodiche degli ultimi anni. In un mix letale di performance grottesche e twist narrativi, la storia ha intrattenuto, stupito e divertito i propri spettatori in modo estremamente convincente.

L’arma segreta della serie è sicuramente la sua capacità di unire stereotipi e cliché per portarli a un livello estremo. Il titolo, Scream Queens, è il nome con cui venivano identificate le eroine dei film horror proprio per la loro funzione principale: veicolare la paura tramite urla tanto potenti da spaccare i timpani. Unire tutto questo con vari omaggi al cinema horror americano non ha fatto che spingere questa serie ancora più in alto, mischiando con sapienza momenti iconici della storia cinematografica a punti attualissimi della cultura popolare e contemporanea.

Ogni puntata nell’arco delle due stagioni – la terza è ancora in lavorazione – contiene i suoi momenti assurdi e sconclusionati, ma alcuni episodi brillano per la scrittura, le performance e in generale per lo stile così femminile, violento e impertinente.

Ecco dunque le 5 migliori puntate di Scream Queens:

1) Thanksgiving (1×10)

scream queens

La prima stagione affida molte delle gag al concetto tutto americano delle confraternite universitarie: le protagoniste fanno parte della Kappa Kappa Tau e rappresentano il peggio di una generazione composta quasi esclusivamente da ragazze superficiali, folli e viziate.

Chanel Oberlin – interpretata da una bravissima Emma Roberts – è il capo di questo gruppo: la più cattiva, la più bella e sicuramente quella con meno scrupoli, in questa puntata viene messa alla prova dall’incontro della famiglia del suo ragazzo Chad, i Radwell. Se già il personaggio di Chad fa molto ridere, la sua famiglia è il punto focale di questo episodio. Razzisti, ricchi e arrivisti, guardano con sospetto Chanel nonostante il suo “pedigree” da ragazza bianca e il suo modo di fare perfettamente in linea con la brutalità degli altri commensali. Quando dopo il pranzo lei ed Hester vengono pesantemente insultate durante un gioco truccato di pictionary, la protagonista non risparmia nessuno dei presenti attaccandoli con la precisione di un cecchino per rivelare le loro ipocrisie e i palesi problemi. Torna infine alla Kappa House per festeggiare un Ringraziamento come si deve.

2) Halloween Blues (2×04)

Nella seconda stagione invece le quattro Chanel rimaste in Scream Queens si trasferiscono dopo una serie di peripezie in un ospedale: il twist narrativo permette l’introduzione di nuovi personaggi, ma soprattutto aggiunge un nuovo livello di non sense alla serie.

Questo episodio è lo speciale di Halloween: lo si denota subito dal cambio di tono e dalla velocità con cui Chanel si traveste da Jacqueline Kennedy per piangere la morte di Chad. L’idea di organizzare una festa in maschera per trovare l’effettivo omicida che sta continuando a mietere vittime in ospedale ben presto si ritorce contro le protagoniste. Se nella prima stagione lo Chanel-o-ween era un modo patetico per festeggiare con le sue adorate fan, in questa puntata Chanel decide di festeggiare l’unica persona degna: se stessa. Dissacrante e irrispettosa, non sembra cedere alla realtà neanche quando tutto le si ritorce contro nel peggiore dei modi.

Molto divertente anche l’utilizzo dei vari costumi: il più interessante è quello di Hester che, travestitasi da Ivanka Trump, cerca di uccidere Chanel per gelosia.

3) Dorkus (1×12)

scream queens

Penultima puntata della prima stagione di Scream Queens, viene finalmente rivelata l’identità del Red Devil che nelle puntate precedenti ha terrorizzato gli studenti della Wallace University.

I due ragazzi più “normali” – e grazie ai quali i comportamenti parodici degli altri risultavano ancora più esilaranti – sono Grace e Pete: è proprio durante l’inizio della puntata che il ragazzo muore mentre confessa la sua parte nel piano astuto del serial killer. L’unica cosa che viene rivelata è che il Red Devil è una consorella della Kappa Kappa Tau. Questo episodio ha il finale più raccapricciante e splatter della serie: non solo un povero fattorino delle pizze viene fatto esplodere con la dinamite, ma il personaggio di Hester è – solo apparentemente – ucciso da un tacco a spillo infilato nell’occhio. Il realismo non è mai stato l’intento della serie, ma l’adrenalina e l’intrattenimento scorrono abbondanti nel finale della prima stagione.

4) Handidates (2×03)

scream queens

Se nella prima stagione il personaggio più stupido e più divertente è stato Chad, nella seconda viene subito accostato in una competizione per questo titolo dal medico Brock Holt.

Ovviamente l’oggetto del contendere è Chanel, ma il modo di vedere della ragazza sembra cambiato: se in passato il suo unico obiettivo era quello di trovare un marito ricco e sposarlo per appropriarsi dei suoi soldi e diventare ancora più viziata, in questo episodio si vede come la scelta non riguardi più soltanto i soldi, ma anche i sentimenti. La protagonista non può dunque non volere Chad, ma prima di poter anche solo iniziare a programmare il matrimonio, il ragazzo viene brutalmente ucciso. Molto interessante è anche la parentesi amorosa di Chanel #3: il suo personaggio è sempre monocorde, annoiato e apparentemente freddo, ma la sua chimica con Cassidy (interpretato da Taylor Lautner) è innegabile. Complice sarà stata sicuramente anche la relazione che i due attori avevano iniziato effettivamente da poco, ma è stato un momento sincero e “normale” in una seconda stagione che è voluta infatti iniziare col botto!

5) Pilot (1×01)

Non si poteva creare una classifica delle migliori puntate di Scream Queens senza inserire il pilot: Ryan Murphy ha racchiuso perfettamente la propria idea all’interno di questo primo episodio, permettendo così agli spettatori di capire esattamente a cosa stessero andando incontro.

Ovviamente dovendo presentare la propria idea indicando subito il cambio di genere da altri suoi prodotti come American Horror Story, il pilot è un puro concentrato di trash, di satira dissacrante e soprattutto di illogicità. È tutto puramente caotico: dalla morte del personaggio di Ariana Grande alla chiara ispirazione a film cult come Mean Girls. In questo calderone di violenza i ruoli più significativi sono quelli di Chanel e di Dean Munsch (ovvero la bellissima Jamie Lee Curtis). Due facce della stessa medaglia, l’ambizione che le muove le rende più simili di quanto loro stesse non vorrebbero ammettere, pronte a tutto pur di primeggiare.

In attesa di nuove notizie e anticipazioni sulla terza stagione della serie – annunciata da Ryan Murphy in persona -, questi episodi sono sicuramente i gioielli di spicco di un prodotto così volutamente sconclusionato, forte e divertente. A distanza di ormai anni dalla conclusione delle due stagioni fare un rewatch della serie sarebbe un ottimo modo per svagare la mente e tornare ad appassionarsi alle vicende grottesche e ai colpi di scena sanguinari di Scream Queens.

LEGGI ANCHE – Scream Queens: 30 disagi che solo un fan può capire