in ,

Che Fine Ha Fatto Sara? La recensione della nuova Serie Tv Netflix

Che Fine Ha Fatto Sara?

Netflix ha da poco sfornato una nuova Serie Tv messicana dal genere thriller che, in pochissimo tempo, sta tenendo incollati allo schermo tantissimi abbonati alla piattaforma. Stiamo parlando di Che Fine Ha Fatto Sara?

Un racconto, questo, su cui Netflix sembra aver puntato fin dal primo momento addossandogli la responsabilità di essere perfetto, di avere una risposta a tutto, una logicità chiara in ogni evento. Peccato però che, in qualche modo, la serie sia riuscita comunque a cadere nelle trappole di chi non sta attento nel cercare una propria identità.

Che Fine Ha Fatto Sara? Non può essere studiato solo da un punto di vista thriller. All’interno della serie c’è tutto, soprattutto l’essenza da soap opera.

Che Fine Ha Fatto Sara?

La serie racconta una storia che ha un obiettivo ben definito: la vendetta. Alex ha perso la sorella, Sara, a causa di quello che all’apparenza sembrerebbe un incidente di percorso durante una gita in barca con i suoi amici: il fidanzato della ragazza e il fratello di quest’ultimo. La famiglia di cui i due fanno parte è ricca, potente, intoccabile. La cosa più semplice, a seguito dell’incidente, è far ricadere la colpa tutta su Alex con la promessa – da parte del capofamiglia Cesar – di farlo uscire dalla galera nel minor tempo possibile, e aiutarlo a curare la madre malata.

Tutto questo non avverrà e Alex trascorrerà in carcere ben diciotto anni. Alla fine di questi il ragazzo decide di vendicarsi della famiglia vedendo in lei anche il potenziale colpevole della morte della sorella. Da questo momento tutto parte e non si ferma più: nessun poliziotto coinvolto, nessuna legge morale o giuridica. Esiste solo Alex e una vendetta da cui nessuno potrà distoglierlo, neanche Elisa, la figlia più piccola di Cesar.

Chi ha ucciso Sara? Perché lo ha fatto? E chi è davvero la famiglia di Cesar?

Che Fine Ha Fatto Sara?

Fin da subito capiamo che l’intera famiglia è succube di Cesar: Rodolfo – l’allora fidanzato di Sara – non sa affrontare il padre e non ha mai provato a distoglierlo dalla voglia di lasciar marcire in carcere Alex. La moglie sembra accettare qualsiasi mancanza di rispetto da parte del marito non opponendosi mai a nessuna delle sue egoistiche scelte, neanche quando queste feriranno Rodolfo, Elisa e José, il figlio omosessuale che fatica a farsi accettare da loro.

In questo modo – la serie – oltrepassa il genere thriller fiondandosi all’interno delle dinamiche di una famiglia disfunzionale che vive solo di potere, rimpianti e silenzi. Nessuno sa opporsi a Cesar, un uomo cattivo, violento e disonesto che riduce ogni suo gesto a un mero scopo di lucro. Alex, durante gli anni della sua adolescenza, provava lo stesso timore per lui, ma le cose – dentro il carcere – sono cambiate plasmandolo in un uomo forte e deciso. Proprio in questo modo riuscirà insieme a Elisa, con cui inizierà una relazione, una scalata verso la distruzione del patriarca.

Tutto segue un filo logico ma ingarbugliato. Le rivelazioni non sono mai scottanti, e il finale non può ritenersi davvero sorprendente.

Che Fine Ha Fatto Sara?

Basterà finire la prima puntata per capire che la moglie non è una vittima ma una carnefice ancora più spietata di lui. Fin da subito capiamo che i figli non sono altro che succubi di un famiglia malsana, e proprio per questo motivo scoprire che la morte di Sara è stata colpa della madre non ci sorprende. Per tutte le puntate ogni gesto sembrava incolparla: anche i flashback avevano gettato sospetti su di lei. Così, quel che appare agli occhi della serie una rivelazione, a noi sembra un fatto scontato che non ci destabilizza, anzi, ci delude. Perché Che Fine Ha Fatto Sara? è un racconto che non nasconde sorprese ma finge di farlo. Tutti i personaggi sono ben delineati e dal primo momento sembrano aver attaccato il tesserino sulla giacca con scritto colpevole o innocente.

In un certo senso, scavando all’interno della famiglia e del rapporto tra Elisa e Alex, tutto assume le sembianze di un soap opera. Non sappiamo effettivamente quante differenze ci siano con Beautiful, ma a occhio e croce forse solo una: la moglie non è bionda come Brooke.

Non stimo denigrando ma facendo comprendere quanto Che Fine Ha Fatto Sara? abbia in qualche modo perso la via del thriller per rilegarsi all’interno di un mondo fatto di intrighi familiari tipici solo a quelli di una soap opera.

La narrazione segue molto lentamente senza alcun buco di trama: tutto è molto chiaro, anche la personalità ambigua di Sara, la vittima. I ricordi che abbiamo della sua vita sembrano, infatti, raccontarci una ragazza inaffidabile e non troppo diversa da ciò che Alex adesso sta cercando di sconfiggere. Questo aspetto della trama, però, viene solo raccontato in mezzi termini per poi prendere tutto il campo nella seconda stagione in arrivo della serie. Questa cosa, ironicamente, ha quasi ricordato il fenomeno Netflix Tredici. La prima stagione, proprio come in questa serie, si fa largo tra i ricordi che la vittima lascia mentre la seconda cerca di raccontare tutti i suoi errori rovinandoci la visione celestiale della protagonista. Che Fine Ha Fatto Sara? così sembra voler procedere allo stesso modo senza un’effettiva originalità.

Purtroppo, nonostante l’effettiva godibilità delle puntate, la sensazione che la serie lascia è che sia un’accozzaglia di cose già viste e che il suo tentativo di stupirci non possa realizzarsi neanche con un’altra stagione. Si divide tra il thriller e la soap e non c’è cosa peggiore per un prodotto che pretende di essere forte e valido. Abbiamo citato Tredici e Beautiful, ma se volessimo potremmo prendere in considerazione anche altri prodotti come Revenge e Dynasty, due Serie Tv che si fanno spazio nelle piaghe familiari lasciandosi andare a vendette dal sapore trash.

Non esiste una firma che definisca Che Fine Ha Fatto Sara? ma solo un mucchio di stereotipi che abbiamo già visto anche in maniera migliore, più forte di qualità.

Che Fine Ha Fatto Sara? è una serie pretenziosa che non ha il diritto di esserlo. Cerca di cucirsi addosso un vestito che già in molti hanno utilizzato, motivo per il quale sono ben visibili tutti i segni di usura. Ad altri prodotti quel capo d’abbigliamento stava bene perché sapevano indossarlo. Adesso è sconcio, pieno di pezze che cercano di portarlo al capo originale. Però noi lo sappiamo: è difficile far apparire nuova una cosa messa e rimessa, e questo Che Fine Ha Fatto Sara? sembra non averlo capito.

LEGGI ANCHE – Netflix, tutti i contenuti in scadenza ad Aprile 2021: cancellate 6 Serie Tv, ecco la lista!

Scritto da Annalisa Gabriele

Le serie di Netflix sono contemporaneamente le peggiori e le migliori. Pro: tutti gli episodi vengono rilasciati lo stesso giorno. Contro: tutti gli episodi vengono rilasciati lo stesso giorno.

10 personaggi brutti delle Serie Tv interpretati da attori bellissimi

Yasuke

Yasuke – Il trailer dell’anime di Netflix sul primo samurai africano