in

5 questioni irrisolte che dovranno trovare una spiegazione nella sesta stagione di Peaky Blinders

peaky blinders

Peaky Blinders vola sempre più in alto, e sembrava impossibile dopo una quarta stagione satura di colpi di scena e un villain di tutto rispetto, interpretato da un Adrien Brody che sbaglia pochissimi colpi e porta a casa un risultato più che positivo.

Come se non bastasse, il finale di stagione ci ha regalato un ulteriore cambio di strategia per il leader dei Peaky Blinders: l’ingresso in politica di Thomas Shelby a difesa del socialismo, in modo da consolidare la sua presenza sul territorio. Con la quinta stagione, il nostro protagonista avrà di nuovo pane per i suoi denti, non solo a causa del crollo della borsa di Wall Street ma anche a causa di un altro villain, molto più subdolo e diabolico del mafioso italoamericano.

Sebbene la stagione sia stata relativamente buona (spesso ottima) per tutta la sua durata, alcune questioni sono rimaste nell’aria, senza una spiegazione. Oggi vi parliamo di cinque avvenimenti in particolare, per i quali non possiamo fare a meno di immaginare una risposta in attesa della sesta stagione.

1) Le dimissioni di Polly Grey

Peaky Blinders - Polly

Non è la prima volta che una delle icone più importanti del female power in Peaky Blinders tenta di tirarsi indietro e si schiera apertamente contro Thomas Shelby e le sue politiche. Polly Grey anche in questa stagione ci mostra i denti, e a testa alta riesce a fronteggiare ogni situazione potenzialmente pericolosa, sia per la famiglia Shelby che per suo figlio Michael.

Al suo intervento dobbiamo la salvezza di Arthur Shelby, durante la festa di compleanno di Lizzie. Tuttavia ancora non le viene riconosciuto il merito che le spetta e soprattutto Thomas si rifiuta di seguire i suoi consigli, mettendo per l’ennesima volta in pericolo tutto ciò che la riguarda, non per ultimo la vita del suo nuovo amore Aberama Gold.

Non è la prima volta che Polly Grey tenta di allontanarsi da Thomas Shelby e questa volta, con una lettera dal contenuto sconosciuto, sembra che possa finalmente aver raggiunto il suo scopo. Ovviamente prima del trambusto finale però.

Come è già successo in passato, vedremo Polly Grey tornare nei suoi passi?

Written by Enrico Zicari

Non ho nulla di figo e accattivante da scrivere. Sarebbe anche inutile visto e considerato che nessuno legge mai chi scrive gli articoli. Ad ogni modo se vi piacciono le mie idee, seguitemi. Senza giri di parole, qui si parla di serie tv, sintonizzatevi e gustatevi il risultato.

the path

The Path, una guida spirituale per muoversi nel caos del nostro mondo

Freeform esagera: in lavorazione una serie sull’Inferno di Dante Alighieri in chiave moderna