in ,

Un video di 5 minuti presenta la nuova stagione di X-Files

Dopo la recente notizia contenente la data di rilascio della nuova stagione di X-Files (che trovate qui), la rete americana Fox ha rilasciato un nuovo video che alterna scene inedite dell’undicesima stagione a stralci di interviste ai due protagonisti: David Duchovny (Fox Mulder) e Gillian Anderson (Dana Scully). Tra le dichiarazioni, spicca la considerazione di Duchovny sul come la possibilità di avere un maggior numero di episodi a disposizione abbia agevolato l’approfondimento del rapporto tra Mulder e Scully. Un’affermazione che fa quasi da eco a quanto detto da Chris Carter sulle pecche della decima stagione andata in onda lo scorso anno, la quale non ha convinto pienamente, e la quasi certezza di riscatto nella stagione in uscita.

Non a caso, nel video si parla di una “soluzione interessante”, e soprattutto “drammatica”, a quello che è stato il risvolto avuto nella chiusura della decima stagione. Non sarà certamente facile vista la deriva apocalittica che sembra aver preso la serie, eppure anche le parole dello stesso Carter infondono fiducia:

“Siamo tutti in forma smagliante e abbiamo rilanciato la serie da zero dopo non essere andati in onda per 12 anni […] dovevamo riacquistare di nuovo familiarità con il tutto. È come quando dei vecchi amici si rincontrano dopo parecchi anni. Dovevamo scrollarci di dosso un po’ di rigidità”.

Ad arricchire le aspettative è sicuramente la notizia di preziosi ritorni storici all’interno del cast, previsti appunto per la stagione in uscita. Tra questi, il direttore Skinner, l’agente Reyes e l’Uomo Che Fuma.

Come da titolo dello special, la nostra speranza da spettatori al cospetto dell’undicesima stagione di X-Files non può che essere quella di stare per assistere a una stagione che, metaforicamente parlando, si possa davvero definire “la fine del mondo”, e che possa riportare in auge la serie culto.

LEGGI ANCHE – X-Files: scene inedite in un nuovo trailer esteso dell’undicesima stagione

Written by Vincenzo Bellopede

Vincenzo, studente di psicologia.
Cresciuto a pane e Sartre, accompagnando con sbornie da prelibato nettare di Lynch.
Come disse il primo, gli oggetti sono cose che non dovrebbero commuovere in quanto non vive. Eppure lo fanno.
Se anche le parole riescono in questo, l'obiettivo di chi scrive è stato orgogliosamente raggiunto.

Game of Thrones

L’incesto tra Jon e Daenerys non conta per Bran Stark: parola dell’attore

the oa

Il punto debole di OA