Vai al contenuto
Serie TV - Hall of Series » News » X Factor 23, Morgan: «Sono un lavoratore normale, licenziato senza motivo. Con Fedez rapporti ottimi»

X Factor 23, Morgan: «Sono un lavoratore normale, licenziato senza motivo. Con Fedez rapporti ottimi»

L’allontanamento di Morgan da X Factor 23 ha portato inevitabilmente con sé un bel po’ di polemiche, che probabilmente non si placheranno a breve. Arrivato a Milano, a Palazzo Stampa di Soncino, per l’inaugurazione ufficiale di Biennale Milano International Art Meeting, una mostra in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’artista ha risposto ad alcune domande che riguardavano proprio l’accaduto, dal licenziamento ai rapporti apparentemente tesi con Fedez. Stando a quanto riportato da La Repubblica, Morgan ha infatti affermato: “Non c’è una coscienza del professionismo, del lavoratore e dell’artigiano artista e lo dimostra il fatto che io sia stato rimosso da un incarico, che era un lavoro… Tutti dicono che sono un privilegiato, ma sono un lavoratore normale che è stato licenziato senza un motivo. Se fosse capitato a un metalmeccanico ci sarebbero le proteste di piazza. Se capita a me no”

Morgan sostiene di essere stato allontanato da X Factor 23 senza una motivazione valida

L’artista ha poi continuato, affermando che a suo parere è la mentalità che dovrebbe cambiare: “C’è una mentalità involuta. Poi uno può fare anche delle leggi ma finché la mentalità è questa e si pensa che il musicista debba suonare gratis perché è bello…”. Morgan ha poi ironizzato sul suo rapporto con Fedez, affermando: “I nostri rapporti sono ottimi”, per poi però continuare: “L’arte non è mai violenta, è un’espressione di gentilezza e per questo dico che è femminile. Ma i testi del rap non è che siano proprio eccezionali. Un tempo, una decina di anni fa, quando l’hip-hop in Italia stava muovendo i primi passi, erano quasi interessanti perché sembrava quasi che sostituissero quelli dei cantautori, oggi però sono degenerati e sinceramente sono troppo violenti. E non mi piacciono i testi violenti”. A dargli manforte è stato poi il sottosegretario alla cultura Vittorio Sgarbi, che ha affermato: “Della musica rap so poco. Per me la musica è Mozart, Puccini, Verdi e Chopin. Preferisco Chopin a qualsiasi rap e non mi pare che l’educazione possa venire dalla musica di Fedez…Viene meglio da Morgan che è colto e può insegnare Beethoven, e non credo che possa farlo Fedez o qualche ‘rappista’.”


Segui il canale di Hall of Series su WhatsApp: https://whatsapp.com/channel/0029VaGBD713mFXxAEHUv509


A proposito dell’accaduto, Morgan si era già precedentemente difeso nel corso di una conferenza stampa, sostenendo che la reazione di Fedez fosse esagerata: “[…] Fedez non è un mio nemico, lui ha fatto la scenata, una scenata pazzesca, una scenata incredibile, ma chi se ne frega, il problema non è quello, il problema non è la scenata a freddo. Perché? Io sono un ironista, oggi l’ironia è perseguitata”

X Factor 23, gli Astromare passano con Ambra. Morgan: «Cosi qualcuno le insegna il do maggiore»