in

Squid Game, parla la giovane doppiatrice della bambola: «Mi hanno impedito di vedere la serie»

Squid Game

La serie televisiva Squid Game è diventata, dal suo debutto nel mese di settembre, in poco tempo un successo mondiale, spingendo la piattaforma streaming Netflix a rinnovarla per una seconda stagione (in questo articolo potete leggere l’annuncio dato direttamente dal regista e creatore Hwang Dong-hyuk). Lo show, che in alcuni paesi del mondo la sua visione non è possibile, per non dire proibitiva, ha portato con sé anche una serie di critiche.
In Italia, per esempio, ci sono stati diversi casi di violenza da parte di ragazzi molto giovani, che hanno visto il Moige a denunciare lo streamer. Negli Stati Uniti, per casi simili successi in diverse zone del paese, hanno addirittura vietato il travestimento da guardia o giocatore per il periodo di Halloween, malgrado il boom di vendite di Vans bianche e tute rosse.

La serie televisiva di Netflix però è anche tanto altro: Squid Game tratta di argomenti molto forti e importanti per la società, come per esempio le differenze economiche sociali e una critica al capitalismo. Ma proprio per le sue scene molto violente, non tutti gli attori coinvolti nello show hanno potuto godere della visione finale del prodotto. Stiamo parlando della giovanissima attrice che ha interpretato la bambola inquietante.

Reagan To, la doppiatrice in Squid Game, non ha potuto vedere la serie televisiva per la sua giovane età

La giovanissima attrice di appena dieci ha ha prestato la voce, nel doppiaggio in lingua inglese, alla figlia del personaggio Seong Gi-hun, ovvero la piccola Ga-yeong.
Ma non solo.
Reagan To, questo il nome dell’attrice, ha anche doppiato l’iconica bambola che si vede nel primo gioco mortale: il robot inquietante di “Uno, due, tre, stella“, che con il suo sguardo assassino ha in pugno i 456 giocatori. To, durante l’intervista rilasciata al The Morning Show, ha raccontato:

Ricordo la sera che mio padre e mia madre hanno deciso di guardare Squid Game, che in quel momento era popolarissimo. Non si aspettavano di sentire me. Sono arrivati ad un certo punto e hanno detto ‘Aspetta, quella è Reagan!’. I miei genitori non ne avevano idea, non sapevano che avevo preso parte a questo progetto. Perciò mia mamma è andata a cercare informazioni su internet e ha scoperto che avevano usato la mia voce in molti video di YouTube e persino per una scenetta del programma Saturday Night Live. È stato davvero divertente.”

L’attrice, ma anche modella e ballerina, ha aggiunto che né a lei né a suo fratello quattordicenne è stato permesso poter vedere la serie televisiva, per via delle molte scene violente nel corso degli episodi. La madre, ha continuato Reagan To, ha solo fatto vedere ai due alcune delle scene di Squid Game.
Qui sotto un simpatico video promozionale della giovane attrice in cui svela il suo ruolo all’interno dello show sudcoreano:

https://www.instagram.com/p/CVEktC-Bht8/

Scritto da Silvia Nunnari

Ho deciso che fra una serie televisiva ed un'altra, sorseggiando vino con Cercei Lannister ed Olivia Pope, di riempire il web con la mia scrittura.

Hawkeye

Hawkeye, la nuova miniserie Marvel con Occhio di Falco vi aspetta su Disney+

All or Nothing: Juventus – La Recensione della serie Amazon Prime Video