in

Sex and the City, S. J. Parker sull’assenza di Samantha nel revival: «Non è vero che la odio»

sex and the city

La rete HBO ha annunciato il reboot di Sex and the City, una miniserie limitata di 10 puntate intitolata And Just Like That…, titolo che rimanda ad una citazione famosa frequente nello show originale. Un ritorno delle avventure di Carrie Bradshaw e delle sue amiche che i fan speravano da molto tempo. Ma la contentezza iniziale ha lasciato subito spazio a una grossa delusione quando gli appassionati di Sex and the City hanno appreso che il quartetto newyorchese non tornerà al completo sul piccolo schermo (la piattaforma streaming HBO Max). Infatti Kim Cattrall, colei che interpreta la bella e disinibita Samantha Jones, non sarà presente nel revival.

Possibili complici dell’assenza di Kim Cattral dallo show sono i dissapori già noti tra lei e la collega Sarah Jessica Parker.

L’attrice che in Sex and the City ha vestito i panni (sempre alla moda) della scrittrice Carrie, ha pubblicato su Instagram un post per annunciare la nuova miniserie e diffondere il video teaser dello show. Sotto lo stesso post si è poi trovata a dover giustificare l’assenza della collega. Un utente ha infatti subito notato che Kim Cattrall non era stata taggata insieme a Cynthia Nixon e Kristin Davis che riprenderanno i loro ruoli storici, rispettivamente di Miranda e Charlotte. E così un altro ha commentato: “certo, si odiano”. A queste parole la Parker ha prontamente risposto: “No, non è vero che la odio. Non l’ho mai detto. Samantha, semplicemente, non farà parte di questa storia. Ma farà sempre parte di noi. Non importa chi siamo o cosa facciamo.”

Ma Kim Cattrall non si è espressa ancora a riguardo, anche se in passato ha pubblicamente confermato le tensioni tra lei e la Parker. L’ultima volta che l’attrice ha interpretato Samantha è stato per il secondo film di Sex and the City del 2010. Successivamente, si è mostrata irremovibile nel dichiarare di non voler rivisitare quel ruolo. infatti nel 2017, durante un’intervista sulla BBC con Piers Morgan, ha raccontato di aver amato il suo personaggio, ma che era giunto il momento di terminare un capitolo per poter iniziarne un altro, sperando che, in caso di una nuova produzione, Samantha venisse semplicemente rifusa, oppure sostituita, magari con un personaggio di colore. Nella stessa intervista Kim Cattrall ha raccontato di non essere mai stata amica delle altri attrici sul set di Sex and the City, confinandole come colleghe e niente di più.

Ma dalle sue parole è evidente che ci sono delle tensioni irrisolte tra “Samantha” e “Carrie” e dei risentimenti rispetto al terzo film di Sex and the City che non è mai andato in produzione.

Nel 2018 la Cattrall, che era in lutto per la morte del fratello, non ha apprezzato le condoglianze che Sarah Jessica Parker le ha espresso pubblicamente. Le sue parole sono state molto dure: “Non ho bisogno del tuo amore e sostegno in questo momento tragico. Il tuo continuo protendersi è un doloroso promemoria di quanto eri davvero crudele allora e ora. Lascia che sia MOLTO chiara (se non l’ho già fatto). Non sei la mia famiglia. Non sei mia amica. Quindi ti scrivo per dirti un’ultima volta di smetterla di sfruttare la nostra tragedia per ripristinare la tua reputazione di brava persona.”

D’altro canto la Parker vede la questione diversamente e ha spesso insistito rispetto l’inconsistenza di questa faida, affermandolo alla rivista People: “Non ne ho mai parlato, tranne [per dire] che alcuni di noi sono rimasti delusi [dal fatto che il film non sarebbe uscito]. Ma non ho mai risposto alla conversazione che Kim ha avuto con Piers Morgan, in cui ha detto cose che mi hanno davvero offeso. Abbiamo avuto questa esperienza ed è stata incredibile, e niente sarà mai come questo. Abbiamo avuto una connessione con un pubblico, e avevamo un legame con la città e con questa troupe, e abbiamo avuto modo di raccontarci queste storie pazze. Quindi non voglio rovinare questo. Non potevo immaginare nessun altro che recitasse quella parte. Quindi non c’era nessuna lotta; è stato completamente inventato, perché in realtà non ho mai risposto. E non lo farò, perché aveva bisogno di dire quello che aveva bisogno di dire, e questo è un suo diritto.”

In ogni caso, per scelte di natura fortemente personale e professionale, a prescindere dal rapporto problematico tra le due attrici, Kim Cattrall sarà assente nel revival di Sex and the City e ci mancherà molto. La miniserie seguirà le avventure di Carrie, Charlotte e Miranda che hanno ormai superato la soglia dei 50 anni, in una fase inedita della loro vita (sempre a Manhttan) e a distanza di 23 anni da quando la prima puntata di Sex and the City è andata in onda.

Written by Sofia Apa

Cerco sempre rifugio nei libri e nelle serie tv, sono la mia medicina e non esiste niente di meglio, eccetto la scrittura.

Il Signore degli Anelli – Trapela un leak della Serie Tv

pose

Le donne di Pose sono più forti dello sguardo altrui