in

Sarah Michelle Gellar supporta le accuse della Carpenter: «Non voglio essere associata a Joss Whedon»

Sarah Michelle Gellar ha rilasciato una dichiarazione a sostegno della sua co-protagonista di Buffy l’Ammazzavampiri, Charisma Carpenter, la quale ha affermato di aver subito delle violenze psicologiche da parte del creatore Joss Whedon.
Carpenter sostiene sia stata verbalmente e psicologicamente violenta durante il suo periodo nello show e relativamente allo spin-off Angel. L’attrice è rimasta incinta mentre recitava nella serie televisiva spin-off, e nel suo racconto avrebbe ricevuto azioni di ritorsione che lei dice erano in risposta alla sua gravidanza. Anche la co-protagonista Amber Benson, che interpretava il personaggio di Tara, ha parlato dell’ambiente tossico che aleggiava sul set dello show.
La Carpenter si è fatta avanti con le sue accuse dopo che il movimento #IStandWithRayFisher ha preso piede, dicendo che non poteva più tacere sulle sue esperienze. Fisher ha lavorato con Whedon alle riprese della Justice League del 2017 e anche lui sostiene che gli abusi siano iniziati per mano del regista e sceneggiatore. Le accuse si sono evolute in una lunga battaglia che ha visto Fisher rimosso dal prossimo film della DC, The Flash. Nella sua dichiarazione, la Carpenter ha rivelato di aver partecipato alle indagini che si stanno sviluppando sul set di Justice League e di essere solidale con il collega.

Ora Sarah Michelle Gellar ha postato un’immagine sul proprio account Instagram a sostegno dell’attrice e di tanti altri che si stanno facendo avanti. L’attrice protagonista di Buffy l’Ammazzavampiri, serie tv cult degli anni ’90, dice che è felice di aver interpretato il personaggio, ma che non desidera più essere associata a Whedon.
L’attrice dice che mentre è concentrata sul prendersi cura della sua famiglia durante la pandemia di COVID-19 si schiererà anche con i sopravvissuti agli abusi e li sosterrà nel farsi avanti. Gellar ha concluso il post dicendo quanto sia orgogliosa di coloro che hanno alzato la testa e hanno divulgato queste esperienze.
Qui sotto potete vedere il post di Instagram:

Non voglio essere associata per sempre al nome di Joss Whedon. Attualmente sono più concentrata sulla crescita della mia famiglia e sulla sopravvivenza a una pandemia, quindi non rilascerò ulteriori dichiarazioni in questo momento. Ma io sto dalla parte di tutti i sopravvissuti agli abusi e sono orgogliosa di loro per aver parlato.

Le accuse di Carpenter contro il regista sono solo le ultime di una serie di episodi pubblicizzati riguardanti il ​​suo comportamento.
Ciò che è particolarmente dannoso non è solo la presunta condotta di Whedon, ma anche ciò che si dice della sua persona di fronte al pubblico. Gran parte del lavoro del regista è tematicamente sottolineato dalle presunte convinzioni femministe, tra cui Buffy l’Ammazzavampiri. Per molti fan che sono cresciuti con gli show e i film del regista, è difficile conciliare il suo femminismo esteriore con questa cultura di molestie e abusi sul posto di lavoro.

Whedon ha recentemente lasciato la sua posizione di showrunner nella prossima serie della HBO The Nevers: un altro show guidato da donne che sovverte ed esamina le norme di genere, questa volta attraverso una lente dell’era vittoriana, mista al fantasy. Il regista ha citato ragioni personali come la pandemia dietro la sua decisione, ma sembra almeno tangenzialmente collegata all’indagine di WB. Il comportamento di Whedon è stato chiaramente un problema per un bel po’ di tempo e Carpenter che si fa avanti è un passo importante per eliminare questo tipo di atteggiamento tossico sul posto di lavoro e far luce sulle dinamiche di potere in gioco tra le persone che lavorano su set come questi. Sebbene il comportamento del regista non possa mai togliere il messaggio femminista in Buffy l’Ammazzavampiri, questa notizia getta una lunga ombra sullo show.

Written by Silvia Nunnari

Ho deciso che fra una serie televisiva ed un'altra, sorseggiando vino con Cercei Lannister ed Olivia Pope, di riempire il web con la mia scrittura.

Brooklyn Nine-Nine

UFFICIALE: Brooklyn Nine-Nine si concluderà con l’ottava stagione

Netflix

Netflix, Benioff e Weiss al lavoro su una nuova serie: The Overstory. La nuova Game of Thrones?