Vai al contenuto
Home » News » La Casa de Papel, Netflix conferma UFFICIALMENTE lo spin-off su Berlino: ecco quando arriverà!

La Casa de Papel, Netflix conferma UFFICIALMENTE lo spin-off su Berlino: ecco quando arriverà!

La Casa de Papel sta davvero per dirci addio: dopo cinque stagioni che hanno tenuto incollati allo schermo gli spettatori di tutto il mondo, il 3 dicembre arriverà su Netflix l’attesissimo finale della serie spagnola. Per l’occasione la piattaforma di streaming ha voluto celebrare lo show con una speciale collaborazione su Spotify: sono nate quindi le playlist dedicate ai personaggi più amati. Ma non è l’unico gesto che è stato pensato per festeggiare la fine di questo fenomeno globale e infatti un paio di settimane fa è stato annunciato che la produzione voleva inserire i nomi dei fan nei titoli di coda come ringraziamento per essere rimasti fedeli a La Casa de Papel in questi anni. Venerdì potremo scoprire come si concluderanno le avventure della banda del Professore che voleva svaligiare la Zecca di Spagna, tuttavia era già stato annunciato che il franchise de La Casa de Papel sarebbe andato avanti con altri spin-off. I fan si chiedevano insistentemente chi sarebbe stato il protagonista delle nuove serie.

Stasera Netflix a sorpresa ha annunciato con un tweet non solo chi sarà il protagonista dello spin-off de La Casa de Papel, ma anche l’anno in cui arriverà sulla piattaforma di streaming.

“La rapina potrebbe concludersi, ma la storia andrà avanti”. Con queste parole Netflix ha annunciato Berlin, una serie tv dedicata al personaggio interpretato da Pedro Alonso che arriverà nel 2023. Non sappiamo ancora alcun dettaglio sulla trama, ma possiamo immaginare che continuerà a illustrare il passato di un personaggio che abbiamo imparato ad amare. Pedro Alonso tempo fa aveva parlato della possibilità di voler dedicare uno spin-off a Berlino: “Penso che tutti potremmo avere uno spin-off. […] Capisco che ci sia una diceria [relativa allo spin-off su Berlino]. Ma nessuno può sapere cosa potrà accadere alla saga con la velocità a cui sta viaggiando la televisione.” E ora la serie è diventata realtà.

LEGGI ANCHE – La Casa di Carta: Enrique Arce, Arturito nella serie, ci va pesante: «Squid Game è fascista, noi siamo eroi»