in

Jaime Lorente a pezzi: «Interpretare ‘Denver’ ne La Casa de Papel mi ha portato in terapia»

la casa de papel

La Casa de Papel tornerà con la sua ultima stagione (ecco qualche foto dal set della quinta stagione), che sarà divisa in due parti, rispettivamente il 3 settembre con i primi 5 episodi e il 3 dicembre con gli ultimi cinque. L’avventura iniziata quasi per caso nel 2017 giungerà alla sua definitiva fine nel dicembre 2021 lasciando milioni di fan in tutto il mondo orfani della loro serie tv di riferimento. Divenuta un vero e proprio cult televisivo ancora prima della sua fine, coinvolgendo spettatori accaniti e non nella sua voracità mediatica, La Casa de Papel è riuscita inoltre a trasformare quelli che un tempo erano degli attori ai più sconosciuti in veri e propri divi della televisione e in alcuni casi anche del cinema. Quest’ultimo è proprio il caso di Jaime Lorente, l’irriverente interprete di Denver che con la sua risata irresistibile ci ha conquistati fin dalla sua primissima apparizione. Simpaticissimo e un po’ arrogante, Denver de La Casa da Papel è sicuramente uno dei personaggi più amati della serie tv spagnola, ma si sa, amore e popolarità vanno a braccetto, e se la prima ti abbraccia la seconda porta con sé un bagaglio non sempre facile con cui convivere. A dircelo, ammettendo pubblicamente le sue difficoltà è proprio Jaime Lorente che in una recente intervista a GQ Spain ha dichiarato: «E’ stato pesante. Ho avuto bisogno di una terapia».

Quella della notorietà è indubbiamente un’onda positiva per la carriera di un attore ma spesso, come nel caso di Jaime Lorente capita di rimanerne inghiottiti. E’ la popolarità, immediata e inaspettata, quella con cui il nostro amatissimo Denver de La Casa de Papel si trova oggi a convivere e combattere quotidianamente per riscattare un po’ del suo tempo cercando di sopravvivere a tutta quella baraonda di flash e appostamenti sotto casa che hanno fatto della sua vita un film in cui non avrebbe mai voluto recitare.

Reagire a un evento così improvviso come questo non è sempre facile anche perché per quanto ci si voglia allontanare dai riflettori, saranno le luci della ribalta a inseguirti loro stesse, ancora di più se sei uno dei protagonisti de La Casa de Papel e tra due mesi uscirà la stagione finale. Sopraffatto dalla popolarità e impossibilitato dal poter divincolarsi dalle sue grinfie, l’attore non ha potuto fare altro che rivolgersi alla psicoterapia, scegliendo di farsi seguire in questo su delicato percorso di vita, come ha dichiarato lui stesso a GQ Spain:

«Ho avuto bisogno di una terapia, ne ho bisogno e ne avrò bisogno, di sicuroHo una persona che mi fissa una serie di linee guida perché, alla fine, quello che ho sofferto nel bene e nel male è stato improvviso, è stato molto intenso, è stato pesante. E tutto è successo in pochissimo tempo, quindi mi sono impegnato con me stesso e con le persone che mi vogliono bene, ho dovuto lasciarmi aiutare a fare tutto nel miglior modo possibile».

Andare in terapia dovrebbe essere tutto fuorché un tabù e Jaime Lorente lo sa bene, ammettendo senza alcuna esitazione ciò che gli sta accadendo in questo periodo, aiutando così a normalizzare una condizione comune a moltissime persone di tutto il mondo di ogni estro e cultura. In attesa dell’ultima – speriamo- sbalorditiva stagione non possiamo che augurare tutto il meglio al nostro Denver de La Casa de Papel!

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv

Scritto da Claudia Balmamori

Ho finito Netflix.

never have i ever

Never Have I Ever 2 – La nostra recensione

Millie Bobby Brown di nuovo sessualizzata e umiliata: le scuse dalla star di TikTok