Vai al contenuto
Home » Dr.House » Dr. House: 6 episodi chiave per scoprire un medical drama unico nel suo genere

Dr. House: 6 episodi chiave per scoprire un medical drama unico nel suo genere

House M.D., volgarmente conosciuta in Italia come Dr. House, è una serie che ha visto la sua conclusione nell’ormai lontano 2012. Eppure, anche a distanza di tutti questi anni, la sua influenza sul panorama televisivo americano e internazionale rimane un fatto evidente (trovi qui un approfondimento sulla serie). Il merito è quasi del tutto attribuibile al carisma senza tempo del suo dispotico protagonista: Gregory House, un medico drogato, geniale e sofferente. Un uomo capace di lasciare il segno nell’animo dei fan in un modo indelebile.

Lo showrunning di David Shore e la viscerale interpretazione di Hugh Laurie (che gli ha anche causato dei problemi fisici) hanno saputo creare un personaggio unico. Uno di quelli che merita ancora oggi di essere indagato fin nel profondo. A fronte di ben 8 stagioni composte nel complesso di 177 episodi (il più dei quali auto-conclusivi), però, lo sforzo richiesto all’aspirante binge-watcher è tutt’altro che indifferente. 

Per venire incontro a chiunque voglia cimentarsi in questa impresa monumentale, noi di Hall of Series abbiamo stilato una lista. Qui elencheremo 6 episodi perfetti per introdurre un nuovo spettatore al diagnostico mondo di Dr. House. Si tratta di puntate auto-conclusive, ben scritte, senza troppi spoiler e che restituiscono un’idea forte circa l’identità della serie.

Prima di cominciare, vi diamo un indizio: non è mai lupus. (Come? Hai già visto la serie? Bene allora, eccoti 5 buoni motivi per fare un bel rewatch)

1×11: Disintossicarsi

Dr. House (640x360)
Dr. House

Gregory House è un medico, ma è anche un tossicodipendente. In Disintossicarsi, una scommessa lo forza a sospendere per una settimana l’assunzione di vicodin. Si tratta del medicinale di cui fa uso per risolvere almeno in parte il dolore cronico che prova alla gamba. L’espediente narrativo è semplice, ma le sue ripercussioni sul personaggio sono devastanti. Mentre i sintomi dell’astinenza si fanno sempre più intensi, infatti, la vita di un paziente rimane appesa a un filo. 

Disintossicarsi è un’introduzione perfetta al personaggio di Gregory House. Un episodio capace di mettere in scena come pochi altri episodi la dicotomia tra il genio della sua mente e le debolezze del suo corpo e del suo animo. La serie ritorna poi sulla tossicodipendenza del protagonista in diversi punti. Lo fa approfondendo il rapporto tra House e il Vicodin, e mostrando situazioni sempre più estreme. Disintossicarsi rimane però un punto di partenza in questo senso fondamentale. Un racconto lucido in una tematica tanto difficile quanto centrale per la caratterizzazione del personaggio.

2×17: Tutto per tutto

Dr. House e Wilson (640x360)
Dr. House

House e gli altri dottori del Princeton sono impegnati a giocare a poker in una serata di beneficenza. Intanto, un ragazzino appena dimesso con una semplice diagnosi di gastroenterite cattura l’attenzione di House. 12 anni prima, infatti, una sua paziente presentava gli stessi sintomi. Ma in quell’occasione l’anziana signora morì prima che il medico potesse raggiungere una diagnosi. La donna si chiamava Esther Coyle, un nome che è diventato per House una vera ossessione. 

Tutto per tutto è un manifesto all’anarchia di House, un personaggio disposto a disobbedire a tutto e tutti pur di provare la sua ragione. Anche quando ogni elemento del caso sembra dargli torto. Il contrasto tra l’anarchia del protagonista e il sistema di regole ospedaliere in cui è costretto ad inserirsi è uno dei punti cardine della serie. Può una mente geniale disobbedire agli ordini di un suo diretto superiore? Si tratta di un conflitto chiave per le vicende di House, e Tutto per tutto ne rappresenta un esempio perfetto.

3×18: In volo

Lisa Cuddy in Dr.House (640x360)
Dr. House

Durante un viaggio in aereo, House si ritrova ad avere a che fare con un ragazzo che presenta una serie di sintomi preoccupanti: vomito, febbre, esantemi lombari. Quando anche altri viaggiatori cominciano a presentare sintomi analoghi, una pericolosa epidemia ad alta quota comincia a diffondersi. 

In volo mette House in una situazione inedita. Si tratta di un episodio thriller, una vera e propria corsa contro il tempo con i connotati di un survival drama. Tra le tante variazioni dalla formula classica della serie, quest’episodio si presenta come una delle più memorabili. Le interazioni tra la Cuddy (la direttrice del Princeton) e House sono come sempre brillanti, e il colpo di scena finale chiude alla perfezione una sceneggiatura perfetta.

4×11: Gelo

Dr. House (640x360)
Dr. House

House deve fare una diagnosi a distanza: il suo paziente è bloccato al polo sud, e può comunicare soltanto via webcam. In assenza della strumentazione propria di un ospedale, i mezzi a disposizione per fare le analisi sono estremamente limitati. Quando arriva il momento di tentare con le cure e con le operazioni la situazione si fa ancora più critica.

Al di là del caso medico, l’episodio è un’indagine sulla solitudine di House, una condizione cronica della sua persona che lo accompagna per tutta la durata della serie. La serie riesce a costruire tra il dottore e la sua paziente un’alchimia forte. Tale alchimia sfocia quasi nella tensione romantica, e tutto senza farli mai comparire nelle stesso spazio fisico. La distanza virtuale diventa allora un’espediente per raccontare il distacco di un uomo solo, incapace di coesistere socialmente con tutti gli altri (Wilson escluso).

5×09: L’ultima risorsa

Il paziente disperato in Dr. House (640x360)
Dr. House

L’ultima risorsa è la storia di un paziente disperato. Un uomo, affetto da un dolore costante che nessun medico è stato capace di spiegare, prende in ostaggio un gruppo di presenti al Princeton. Al che, chiede l’aiuto del miglior dipendente dell’ospedale: Gregory House. L’uomo è armato e minaccia di uccidere gli ostaggi, in una situazione in cui la posta è in gioco è altissima.

L’ultima risorsa racconta l’umanità che House cerca in ogni modo di nascondere, e forse più di ogni altro episodio è capace di mettere a fuoco una sua caratteristica fondamentale: l’empatia per il dolore degli altri. Man mano che il racconto va avanti e la situazione si fa sempre più estrema, cresce malgrado tutto il supporto che il Dr. House è disposto a dare al suo paziente. Si crea tra i due una complicità strana, eppure perfettamente in linea con la caratterizzazione del protagonista. Uno degli episodi più capaci di inquadrare appieno l’animo di House.

6×22: Aiutami (+1)

Dr. House

Unico finale di stagione presente in lista. Abbiamo volutamente evitato questa categoria di episodi. Episodi spesso molto importanti per la macro-trama della serie e che danno quindi il meglio nel contesto di un binge-watching più serio e ordinato, dall’inizio fino alla fine. Per Aiutami però facciamo un’eccezione: da una parte perché è bellissimo, dall’altra perché funziona molto bene anche se preso di per sé.

La storia è semplice: in seguito al crollo di un palazzo, il personale del Princeton deve intervenire per prestare soccorso alle vittime dell’incidente. Giunto sul posto, il Dr. House sente dei rumori, e li segue fino a scoprire una ragazza ancora viva, ma intrappolata sotto le macerie. Il rapporto che si viene a creare tra i due personaggi nell’arco di un solo episodio è una testimonianza della qualità della scrittura e della recitazione di questa serie. Due elementi che l’anno resa un cult irripetibile e un punto fermo nella storia televisiva americana. 

Hai già finito la serie e il mondo di Gregory House ti manca da morire? Scopri come ci siamo immaginati il continuo della storia