in ,

Jonathan Banks non è per niente vecchio

Jonathan Banks

Il vino quando invecchia diventa ancora più buono: quale frase può meglio riassumere la carriera di Jonathan Banks? Forse questo nome in un primo momento non vi dice molto, ma appena lo vedrete sarà impossibile non riconoscerlo perché uno sguardo come il suo è inconfondibile. Stiamo parlando nientepopodimeno che dell’attore che ha interpretato quel grande personaggio che è Mike Ehrmantraut, e la cui fama ha sconfinato oltreoceano grazie a serie indimenticabili quali Breaking Bad e Better Call Saul.

Nonostante questo ruolo l’abbia di certo segnato, Jonathan Banks non è stato solo Mike Ehrmantraut: andiamo a ripercorrere i momenti più importanti della carriera di questo attore, anagraficamente avanti con l’età ma il cui talento è perenne.

Jonathan Banks

Jonathan Banks nasce a Washigton nel 1947, e quest’anno ha spento la sua settantatreesima candelina, il che è notevole per un attore che sta continuando a lastricare la sua carriera di successi. Interessante sapere che sua madre lavorava per la CIA. Sarà forse un caso, visto tutti i ruoli polizieschi su cui Jonathan si è calato?

Dopo aver lasciato gli studi universitari ed essersi trasferito a Los Angeles, inizia la sua carriera da attore recitando a teatro. Ma è sul piccolo schermo che Banks si fa davvero notare: nel 1976 compare per la prima volta in varie serie televisive, e solo un anno dopo vi è il suo esordio al cinema con il film Tornando a casa, grazie al quale recita a fianco di Jane Fonda. Tra i vari successi a cui ha partecipato spiccano nomi come L’aereo più pazzo del mondo, dove ha affiancato Leslie Nielsen, il famosissimo protagonista di Una pallottola spuntata. Jonathan Banks ha recitato inoltre in Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills. Qui il futuro Mike è un poliziotto che si oppone alle indagini di Axel, l’investigatore protagonista interpretato da Eddie Murphy.

Insomma, i suoi ruoli sono davvero vari e spaziano tra molti generi del cinema. Compare infatti in alcune pellicole che davvero non ti aspetteresti: sapevate che ha avuto un ruolo in Gremlins, interpretando – ovviamente – uno sceriffo, o che invece in Flipper era il capitano di una nave?

Anche nel mondo delle serie tv lo vediamo partecipare a show dai generi più disparati: Walker Texas Ranger, passando per Community e Dexter.

Jonathan Banks

Ma ciò che Jonathan Banks può vantare non è solo essersi cimentato in ruoli e film diversi: la serie Wiseguy, conclusasi nel 1990, gli ha fatto guadagnare la sua prima nomination agli Emmy.

E tra tutti i suoi personaggi, indovinate quale altro gli ha fatto meritare non solo una, ma ben quattro nomination agli Emmy? La risposta è quasi scontata.

È Mike Ehrmantraut il ruolo grazie al quale Banks può vantare questo successo nella sua carriera d’attore, e ne ha ben motivo. Oltre all’incredibile fama che Breaking Bad e Better Call Saul hanno ottenuto, la sua interpretazione è magistrale. Nessuno meglio di Jonathan Banks avrebbe potuto dar vita allo sguardo calmo ma vigile di Mike, alla sua pronta pacatezza, al suo essere un criminale integerrimo. È così che Mike Ehrmantraut si può definire: un fuorilegge con dei valori.

Un’interessante video di IMDb che celebra la carriera di Banks lo conferma. IMDb infatti nota come i ruoli meglio riusciti di Banks si possano dividere in due categorie, cioè quella del criminale e quella del poliziotto. Insomma, sempre a cavallo della linea di mezzo della legge. Interpretando Mike, Jonathan Banks ha in qualche modo unito in una sola personalità questi due ruoli, e ci è riuscito magnificamente.

Scopri qui la classifica di IMDb dei migliori episodi di Better Call Saul.

Vista la sua età, ci sono stati spesso timori da parte dei fan di Better Call Saul. Si pensava infatti che la sua anzianità potesse, da un momento all’altro, farlo uscire dallo show e alcuni temevano addirittura di vederlo passare a miglior vita durante le riprese. Timore sicuramente comprensibile vista l’importanza del suo personaggio in questa serie. Ma la forza personale e interpretativa di Jonathan Banks va ben oltre. È vero, ha pur sempre 73 anni, e se a quell’età qualche ginocchio inizia a cigolare o la vista non è più ottima figuriamoci facendo un lavoro come quello dell’attore professionista. Ma senza quei 73 anni d’esperienza non avrebbe potuto dar vita a un personaggio dallo spessore incredibile quale Mike Ehrmantraut.

Forse, esattamente come dice IMDb, tutti i ruoli da lui interpretati l’hanno portato ad essere il Mike perfetto. Un personaggio saggio ma efferato, un nonno affettuoso ma, al bisogno, un killer spietato. Una roccia come Banks, glielo si legge nello sguardo, non molla facilmente. Forse un po’ come Mike combatte fino alla fine per ottenere ciò che vuole.

Insomma, Jonathan Banks non è per niente vecchio.

Leggi anche – Jonathan Banks: (S)cortesie per gli ospiti: a cena da Mike Ehrmantraut

Written by Caterina Bertoni

Vedo gente. Scrivo cose. Vedo serie e le preferisco alla gente, perché molta gente, in fondo, non è poi così seria.
Amo le parole e la pasta al sugo: penso che siano proprio le parole a dare sugo a questa nostra vita.

ratched

La classifica delle 10 Serie Tv più viste secondo TvTime la scorsa settimana (21-27 settembre)

The Last Dance

The Last Dance va oltre il basket