in

I 12 episodi più divertenti (e profondi) di X-Files

X-Files

Cosa lega X-Files a Breaking Bad? No, l’autore di questo articolo non è impazzito. C’è una neppure tanto sottile linea che unisce le due Serie e che sono sicuro renderà la visione degli episodi inseriti in questa lista estremamente affascinanti anche per voi fan di Jesse e Walter. Si chiama Vince Gilligan: il creatore di Breaking Bad infatti si dà il caso che sia anche stato scrittore e sceneggiatore di un buon numero di episodi di X-Files. Ora vi starete chiedendo come potrà emergere la maestria del Gilligan – che avete avuto modo di venerare nella sua Serie di punta – in uno show come X-Files.

La risposta è inevitabilmente legata a un’altra domanda preliminare che dovremmo porci, o meglio, che vi pone il sottoscritto: X-Files può ancora regalarci racconti attuali e capaci di coinvolgerci?

Nella nostra infanzia e adolescenza difficilmente saremo scampati alla visione di qualche episodio della Serie. Che questo preliminare incontro con X-Files si sia trasformato o meno in una fanatica ammirazione poco importa. Forse non saremo andati per casa ad appendere manifesti “I Want To Believe” ma la Serie è entrata di diritto nel nostro immaginario collettivo. Quel complottismo da schermo televisivo, la costante possibilità del ‘voglio crederci’, ammettiamolo, ci ha affascinato e forse ci affascina tuttora. E in dosi moderate, perché no, ha fatto perfino da immunizzazione contro le odierne derive “gentiste” che dilagano incontrollabili nella società italiana. Come negare che non appena qualche anti-vaccinista si presenta all’uscio sentiamo subito alitarci sul collo l’intransigente razionalità scientifica di Dana?

X-Files


Ma come, proprio X-Files, Serie madre di tutti i complotti? Per comprendere le ragioni che spingono l’autore di questo articolo a una tale riflessione occorre soffermarsi su alcuni episodi. Che la trama principale (la cosiddetta “mitologia”) della Serie non dovesse mai essere presa troppo sul serio, ma valutata alla luce di semplici fini letterari e di intrattenimento, ce lo ricordano alcuni intermezzi. Essi attenuano la pesantezza cupa di macchinazioni e insabbiamenti. E nel loro carattere farsesco e parodico non disdegnano perfino un’autocritica a una visione del mondo esageratamente paranoica.

Lo scopo di questo articolo non sarà dunque quello di analizzare la Serie con l’occhio nostalgico del vecchio appassionato e riesumare teorie e curiosità. Si tenterà invece di mettere in luce un aspetto moderno e decisamente trascurato di X-Files: la comicità e la satira, spesso indirizzate verso quelle stesse tematiche che così seriamente sembrano costituire l’intelaiatura della Serie.

In questa logica rientra pienamente lo stile tipico di Vince Gilligan, capace di divertire e nel contempo creare personaggi dalla complessità e fascinazione unica.

Punto di forza di episodi “leggeri” è infatti l’inaspettato approfondimento psicologico e strutturale della trama che restituisce storie cariche di riflessioni. A ciò si unisce pure un elemento che ha fatto le fortune della Serie. Sto parlando di quella stupenda alchimia tra Mulder e Scully che trova un riflesso reale nell’affiatamento che lega David Duchovny e Gillian Anderson. Anche in questo gli episodi proposti, lungi dall’essere mero riempitivo rispetto a quelli attinenti alla “mitologia”, mettono in mostra il meglio di X-Files.

Dietro le tende dell’ironia e del feeling comico, emerge, come avremo modo di vedere, tutta una profondità analitica insperata. È una tale modernità che, ancora oggi, può essere recuperata dalla Serie. Iniziamo allora questo percorso col sorriso serio di chi vuole unire alla leggerezza del momento una profondità di contenuto.

Quasi dimenticavo: essendo episodi autoconclusivi, possono risultare apprezzabili anche per voi che siete a digiuno di complotti. Sì, insomma, voi che, evidentemente, avete passato la vostra adolescenza in una cella di isolamento e non avete mai guardato X-Files.

Written by Emanuele Di Eugenio

Esteta contemplativo (un modo elegante per dire nullafacente), vive immerso tra libri impolverati e consunti osservando il mondo da una finestra. Che sia quella dello schermo di una tv, di un pc o le pagine di un romanzo russo poco importa.

lost

Ho guardato una puntata a caso di Lost

Il cast di "The Shield"

I 10 episodi più importanti di The Shield