in

10 cose che The Walking Dead ci ha insegnato sulla vita

the walking dead
the walking dead

The Walking Dead è una serie tv che insegna molto: non solo come sopravvivere durante l’apocalisse zombie bensì anche diversi valori sui quali forse non ci siamo mai soffermati a riflettere durante la visione del telefilm.
Ho individuato 10 punti che ritengo rappresentino un insegnamento tratto da quest’ultimo.

#1. Non fidarti mai delle apparenze
L’abbiamo visto con Woodbury e successivamente con Terminus: non sempre è oro ciò che luccica. Quello che all’apparenza può sembrare bello, accattivante, quasi sicuro, potrebbe rivelarsi un inferno in terra. Ma non si tratta solo di luoghi. Prendete Carol ad esempio: quanto bene riesce a fingere, quando vuole, di essere semplicemente una docile donnuccia? Per poi all’occorrenza ritrovare il Terminator che è in lei. Ma questa non è soltanto una realtà attinente all’apocalisse. Il mondo e la realtà stessa che circonda noi è pure illusione: non ci si deve, non ci si può, mai fidare sul serio di qualcuno o qualcosa.

gareth the walking dead

#2. I periodi di calma piatta sono solo il preludio ad un grandissimo casino
E’ una visione un po’ pessimistica della vita, questa, ma è così tremendamente vero. Ogni volta che sembra che stia andando tutto bene, quando sembra che finalmente si è lì lì per raggiungere la pace e un surrogato di felicità è proprio allora che scoppia la classica bomba. E no, non è che succede una singola cosa brutta: ne accadono 100 tutte insieme e a quel punto devi impegnarti con tutte le forze per risollevarti e ritrovare una sorta di stabilità per superare quel casino.

dexter psicopatico

Dexter, lo psicopatico che piace

Jesus

10 motivi per amare Jesus