in

I 5 principali punti di forza di The Boys, fiore all’occhiello di Amazon Prime Video

THE BOYS

The Boys è una serie tv estremamente originale, in grado di essere cruda, divertente e brillante al tempo stesso. Caratterizzata da un cast d’eccezione e da una sceneggiatura geniale, ha catturato tutta l’attenzione del pubblico. In attesa della seconda stagione, scopriamo quali sono i punti di forza che la rendono un prodotto unico nel suo genere.

I 5 punti di forza di The Boys

1) Ribalta il tradizionale concetto di supereroe

The Boys

L’idea di supereroe che ha la maggior parte del pubblico è quella suggerita dai film Marvel e DC Comics.

È quindi radicato il concetto di un eroe senza macchia, dotato di poteri sovrannaturali, dovuti generalmente alla sua origine aliena, od ottenuti tramite l’invenzione di dispositivi elettronici, e di playboy miliardari che decidono di sfruttare il proprio cervello e le proprie risorse per fare del bene. In The Boys, d’altro canto, i supereroi sono tutto tranne che buoni e adamantini: sono degli uomini come tanti che si sono ritrovati con degli enormi poteri per il semplice fatto di essere utilizzati come cavie da laboratorio. Le loro doti sovrannaturali, infatti, non sono un privilegio divino, come cercano di far credere a schiere di fan adoranti, ma derivano dall’iniezione del composto V, una sostanza che, se somministrata ai neonati, è in grado di modificare le caratteristiche genetiche.

Quindi non solo i supereroi sono in realtà creati in laboratorio, ma sono delle persone comuni che hanno tutti i vizi e i difetti degli esseri umani. Non hanno scelto di essere dei supereroi buoni, ma vi sono stati costretti per ragioni di marketing e politica, motivo per cui sono asserviti al potere e decisamente pericolosi.

Written by Giulia Losi

Dovevo essere un architetto, ma ho avuto un piccolo "cambio di rotta" e mi sono innamorata del cinema. Mi sono laureata in teatro, cinema, danza e arti digitali alla Sapienza di Roma e ho voluto scrivere di cinema e serie tv, le mie due grandi passioni.

la casa de papel

I 10 personaggi più antipatici delle Serie Tv

Breaking Bad è il prequel di Malcolm in the Middle? Ecco il commento di Bryan Cranston