in

#LaCasaDelleSerie – Il primo fantareality coi personaggi delle Serie Tv! – QUINTA PUNTATA

Dovete sapere che è cominciato tutto con una sorpresa: sì, perché da adesso in poi la produzione del reality di tanto in tanto farà delle sorprese a voi nella Casa, permettendovi di parlare con gli amici e i parenti che non vedete da tempo.

Questa settimana avevamo pensato a te, Sherlock: immagino che chi ti conosce sappia che non sei esattamente un tipo socievole, eppure ci è sembrato che negli ultimi giorni ti sia impegnato parecchio per andare d’accordo con gli altri, ed ecco perché avevamo deciso di premiarti… Oltretutto invitando in studio un pezzo grosso della diplomazia inglese, tuo fratello Mycroft!

Beh, cos’è quella faccia? E’ sempre un membro della tua famiglia!

Comunque, il fatto è che anche Mycroft all’inizio ci sembrava un po’ riluttante all’idea di venire a salutarti. Siamo riusciti a convincerlo, però a una sola condizione: lui è qui per sfidarti a un gioco molto strano, Sherlock caro! Ma lasciamo che sia lui a spiegarti i dettagli: buonasera, signor Holmes! –

casa
Mycroft Holmes

Mycroft: – Buonasera, Blair. Buonasera, fratello caro. –

Sherlock: – Credevo non amassi metterti in mostra, Myckey. –

M: – Questa infatti è una cosa che lascio fare a te. E mi chiamo Mycroft. –

– Su, ragazzi, calmatevi. –

S: – Io sono calmissimo. E tu, Myckey? –

M: – Non mi chiamo Myc… Oh, cresci un po’, Sherlock! –

– Ehm… ragazzi… –

M: – Per quanto trovi divertente questo nostro amabile scambio di opinioni, Sherlock, ti ricordo che sono una persona molto impegnata… –

S: – Oh, certo. Quindi vai a salvare il mondo o a governare un Paese. Ciao ciao. –

M: – Non così in fretta, fratello caro. –

S: – Che altro c’è? Hai da fare, no? Bene, vai a fare… qualunque cosa tu abbia da fare. –

M: – Cos’è, fratello caro, non riesci a dedurre cosa sia? –

S: – O magari non mi interessa. –

M: – Fai sempre così quando non capisci qualcosa… –

S: – Ha parlato quello intelligente! –

M: – Io sono quello intelligente! –

– Ehm, ragazzi, mi dispiace interrompervi, ma sapete… il gioco… –

M: – Hai ragione, Blair. Come al solito, Sherlock si è fatto distrarre… –

S: – Perché tu no? –

M: – Dicevo, Sherlock si è fatto distrarre. Sono qui, fratello caro, per proporti una sfida. Ci sono tre criminali nella casa, due direi che sono facilmente intuibili… –

S: – Walter White e Tate. Noioso. Posso riavere la mia pistola adesso? Mi hanno tolto la pistola. –

M: – Invece per quanto riguarda l’altro criminale… Un assassino. Riusciresti a capire chi è, fratello caro? –

S: – John si arrabbierà, era la sua pistola. –

M: – Sherlock! –

– Sherlock, mi permetti una domanda? –

S: – Vuoi sapere come ho capito che i criminali sono White e Tate? –

– Sì, saresti così gentile… –

S: – Walter White ha un cancro ai polmoni. Ha perso i capelli per via della chemio, quindi ha il cancro, e tossisce sangue, quindi è ai polmoni. Nonostante sia un semplice professore di chimica del liceo, ha una conoscenza dell’argomento troppo più vasta della mia… –

M: – E fammi indovinare, fratello caro, la cosa ti infastidisce. –

S: – In breve, gli ho fatto un paio di domande a trabocchetto e ne sa troppe sulla composizione delle metanfetamine. Da qui è facile dedurre che le fabbrica lui stesso. Probabilmente vuole lasciare più soldi possibile alla famiglia prima di morire. Mi ricorda un certo tassista… –

– Wow. –

M: – Taglia, Sherlock. –

S: – Stai zitto, Mycroft. Tate, d’altro canto, è sempre attaccato alle gonnelle di Lorelai e Lily, le uniche madri del gruppo. Quindi ha un’attrazione morbosa per le madri, forse dovute a qualche complesso irrisolto, un complesso di Edipo al contrario. E ha la pelle arrossata, un tipo di sfogo che viene quando si indossa troppo spesso una tuta di lattice. Ha arrossata anche la pelle del viso, quindi si copre completamente, per nascondersi, e questo può voler dire solo che è un criminale. –

– Wow. Complimenti. –

M: – Per favore, Blair, è noioso. Fratello, hai altro da offrirmi o è davvero tutto così noioso? –

– Bene, Sherlock, e sai già qual è il terzo assassino? O assassina? –

S: – Mmm… Dammi un altro giorno in questa casa e te lo saprò dire, Myckey. –

M: – Ti do un aiuto, visto che a quanto pare ne hai bisogno. –

S: – Non ne ho bisogno! –

– Ragazzi… –

M: – Ne hai bisogno. Qualche mese fa è morta una ragazza di diciassette anni di nome Shana. Ed è tutto quello che ti dirò. –

S: – Diciassette anni? –

M: – Sì. –

S: – Studentessa liceale?

M: – Evidentemente. –

S: – Bene, questo restringe il campo a Styles, Aria e Buffy. Escluderei Buffy, è una cacciatrice di vampiri, non credo che la nostra vittima sia stata uccisa da un paletto di legno. –

M: – Evidentemente no. –

S: – Bene. Styles è troppo stupido per essere colpevole, per cui può essere stata solo Aria. Ha una certa intelligenza sotto quell’apparenza da oca, quindi direi che è palese. –

M: – Sei sicuro della risposta, fratello caro? –

S: – Yep. –

M: – Devo ammettere che avevi ragione. –

S: – Immagino ti pianga il cuore per questo. –

M: – Non esagerare. –

S: – Ah già, tu non ce l’ha un cuore. –

M: – Precisamente. –

– Ehm, ragazzi. Vi ringrazio per questo interessante gioco, ma mi stanno facendo segno che il nostro tempo è finito.

Prima di lasciarvi, devo come sempre presentarvi i due concorrenti che entreranno a farvi compagnia nella Casa a partire dai prossimi giorni: date il benvenuto al cacciatore di demoni più sexy della tv: Dean Winchester da Supernatural!

casa

Che verrà da voi insieme al quarto criminale del nostro show (andiamo bene!): Dexter Morgan, dall’omonimo telefilm!

casa

Che dire? E’ stata una puntata emozionante, ma anche questa è giunta al termine. Dalla casa per ora è tutto, alla prossima! –

Articolo a cura di Elisa Costa in collaborazione con Olimpia Petruzzella

Leggi anche – La casa delle serie: tutte le puntate

Written by Elisa Costa

Sono studentessa di Scienze della Musica e dello Spettacolo.
Le mie più grandi passioni sono la scrittura e (ovviamente!) le serie tv.
Finora ho pubblicato tre libri, e il mio grande sogno sarebbe trovare un lavoro nel mondo dell'arte, in tutte le sue declinazioni!

Sex and the City: gli outfits di Carrie che ci hanno fatto sognare

Jonathan Byers

10 motivi per amare Jonathan Byers