in

20 retroscena delle Serie Tv che forse non conoscevate

Modern Family

modernfamily

Abbiamo già citato Ed O’Neill, il buon vecchio Jay Pritchett, ma stavolta parliamo di Ariel Winter, la cervellotica Alex Dunphy. Sebbene nella finzione la sua sia una famiglia particolare, certo, spesso assurda, ma sempre piena d’amore, non si può dire che la situazione famigliare di Ariel sia altrettanto felice.

A soli dodici anni ha denunciato la madre per maltrattamenti fisici e verbali, finendo in custodia alla sorella trentaseienne, che si è occupata di lei fino all’ottenimento dell’emancipazione a diciassette anni. Insomma, una strada travagliata, quella di Ariel, che – chissà – non avrà il genio del suo personaggio, ma sicuramente è una donna forte ed intelligente per la sua tenera età, che nel web si batte per lanciare forti messaggi di positività.

Non molto tempo fa, oltretutto, è stata al centro di dicerie che la volevano a rischio licenziamento per far fronte alla richiesta di aumento delle star principali dello show. La voce è stata immediatamente smentita dai produttori, che tengono a ribadire quanto ogni attore sia fondamentale, ed inoltre sappiamo quanto il cast sia coeso poiché tra loro vige l’accordo secondo il quale chiunque debba essere candidato ad un premio come attore non protagonista, onde evitare discriminazioni interne.

Curb your enthusiasm

retroscena

Per essere una semplice serie comica, quello che è riuscita a fare è sorprendente!

Curb your enthusiasm è creata ed interpretata da Larry David, già creatore di Seinfeld, e nel 2003 ha salvato la vita di un uomo innocente.

Juan Catalan era stato accusato di aver ucciso una testimone chiave di un caso riguardante un omicidio, ed il suo alibi non era stato accolto. Infatti Catalan la sera del delitto si trovava ad una partita di baseball dei Dodgers insieme a sua figlia.

Siccome la polizia non beveva la sua scusa, Catalan si è rivolto alla squadra, che l’ha indirizzato a Larry David, il quale proprio quella sera stava girando allo stadio.

Dopo venti minuti di visione delle riprese, ecco Juan Catalan e sua figlia nelle tribune dello stadio. Dopo cinque mesi di prigionia il malcapitato è stato assolto e risarcito con 320.000 dollari.

Written by Veronica De Simone

Studentessa universitaria in perenne attesa di una nuova stagione di Sherlock e con una sindrome da stress post-Breaking Bad.
La mia aspirazione per il futuro è lavorare nella pubblicità (con una sigaretta ed un bicchiere di Whisky à la Don Draper). Per gli amici sono quella che ama i Pink Floyd e la pizza.

I 10 titoli più memorabili delle puntate di Game of Thrones

In Suits si vede la luce in fondo al tunnel. Sarà la volta buona?