Vai al contenuto
Serie TV - Hall of Series » Scrubs » #VenerdìVintage – I 15 momenti più strazianti di Scrubs » Pagina 2

#VenerdìVintage – I 15 momenti più strazianti di Scrubs

13- La depressione post partum di CarlaCarla

Per quanto la scena venga sdrammatizzata dall’intervento di Jordan, vedere Carla così triste e fragile è davvero un colpo al cuore.
Carla in Scrubs è un grande punto di riferimento per la sua forza di volontà e tenacia: non si fa mettere i piedi in testa da nessuno, non permette ai medici, o agli uomini in generale, di trattarla come fosse inferiore a loro ed è una maestra per Elliot e JD nelle prime puntate.
Carla racconta la storia dell’altro lato del Sacro Cuore, quello delle infermiere.
Avendola sempre vista come una donna fiera della propria femminilità non avremmo mai potuto immagine quanto il parto l’avrebbe spezzata.
Ecco la forza delle malattie che affliggono la nostra mente: anche i più forti crollano.

12-Il figlio dell’amico di Coxnathan

Forse non tutti ricordano questo episodio, ma secondo me è molto significativo.
Cox riceve la visita di un vecchio amico, uno con il quale è sempre stato in una forte, e amichevole, competizione.
Chi è il migliore di qua, chi è i più bravo qui, eccetera eccetera. Insomma, tutti abbiamo avuto almeno un amico così.
Il problema giunge quando sono i figli dei due ad essere messi in competizione tra loro, poichè risutla che Nathan, il figlio dell’amico, fa costruzioni con i Lego molto coerenti, pur avendo soltanto un anno. Lo spirito medico di Cox non riesce a farsi da parte e nota subito alcuni sintomi che lo portano ad una triste conclusione: Nathan è autistico. A causa della competizione che ha unito i due uomini per così tanto tempo, l’amico inizialmente si rifiuta di credere alle parole del medico, mentendo palesemente anche a se stesso, e accusandolo di essersi inventato tutto.
Cox non si ferma davanti alle acide parole dell’amico ferito e lo assiste, portando pazienza di fronte alla sua negazione.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10