in

Scream Queens sarà pure trash, ma è una genialata

E’ da poco terminata la prima stagione di Scream Queens, l’ultima genialata prodotta dal master: Ryan Murphy e dai suoi due fedeli compagni Ian Brennan e Brad Falchuk. Bisogna ammettere che quando sti tre collaborano, non possono che creare serie tv pazzesche (non lo dico solo perché sono una gleek).

Scream Queens è davvero geniale. Scream Queens è divertente. Probabilmente non si vedeva qualcosa di così divertente dai tempi di Super fun night di Rebel Wilson. Ovviamente la scelta del cast non poteva che rendermi la persona più felice sulla faccia della terra. In quanto fan di glee e di American Horror Story, avere Emma Roberts e Lea Michele come star di punta, mi ha fatto emozionare.

Emma come Chanel Oberlin è azzeccatissima. Nessuno avrebbe potuto interpretare quel ruolo meglio di lei. Diciamoci la verità, a noi Emma piace nel ruolo della stronzetta viziata e superficiale, perché le viene da dio.


E che dire di Lea? Quella donna può interpretare qualunque ruolo ed è sempre perfetta. Hester era inquietante e allo stesso tempo divertente e (SPOILER!ALLERT) come Red Devil è perfetta.

Durante la mia fanciullezza impazzivo per True Jackson VP e mi ha fatto molto piacere riscoprire Keke Palmer nel ruolo della badass, la magnifica Zayday Williams.

 

E mi ha fatto molto piacere riscoprire anche quel bono raro di Diego Boneta nel ruolo di Pete Martinez, bello come il sole e forse è meglio se mi fermo qui perché potrei diventare volgare.

 

Poi c’è lui, l’indescrivibile e immenso assassino di ovaie: Nick Jonas *applausi*.

Per manifestare la mia approvazione riguardo la scelta di questo attore, ho scritto una piccola letterina a zio Ryan Murphy che – vi ricordo – ci ha regalato la scena in cui il nostro caro Nick si allena. La letterina fa più o meno così:

Caro zio Ryan Murphy,
so di averti insultato tantissime volte e so di averti mandato a quel paese altrettante volte, ma ci terrei a dirti che nonostante tutto, sei il migliore.
Grazie mille per Nick Jonas, grazie mille per Nick Jonas che si allena in Scream Queens, davvero, grazie mille.
Ho rivisto la scena all’incirca 600 volte.
Entrambi condividiamo una grandissima passione per i muscoli di Nick Jonas e per questo sei la mia persona preferita in tutto il mondo e l’universo.
Un bacione ?
Fabiana

CIAONE.

E che dire della fantastica Billie Lourd? Chanel n°3 è senza dubbio la mia Chanel preferita. I mean, ma l’avete vista? Chanel n°3 è esilarante. Nonostante abbia avuto poco spazio nello show – e per questo potrei seriamente picchiare qualcuno (frecciatina ai RIB) – e abbia parlato pochissimo, le sue facce hanno vinto tutto. Poteva anche non dire niente, la sua faccia parlava per lei.

Non dimentichiamoci di Abigail Breslin che interpreta Chanel n°5. Insomma chi non ha amato Chanel n°5 e tutte le cattiverie che dicevano su di lei? Chi non ha trovato assolutamente spassoso il pettegolezzo riguardante la sua vagina con i denti e tutte le cattiverie legate a questo?

E ancora grazie RIB per aver ucciso Chanel n°2 nel pilot perché non avrei potuto sopportare Ariana Grande per altri dieci secondi. Diciamoci la verità la ragazza sa cantare e nessuno lo può negare. Per quanto riguarda la recitazione è pessima e ogni volta che la vedo recitare, ho voglia di strapparmi i bulbi oculari per mettere fine alla sofferenza dei miei poveri occhi. Purtroppo non tutti possono fare tutto. Cari fan di Ariana, non prendetevela, questa è una mia personale considerazione, ognuno è libero di pensarla come vuole, d’altronde il mondo è bello perché è vario, no?

Ma torniamo a noi. Io mi inchino di fronte alla bravura di Glen Powell che è riuscito a rendere Chad Radwell così divertente e trash. Io ho amato Chad e ho amato la sue cretinate e l’ho shippato immensamente con chiunque.

Che dire di Jamie Lee Curtis? La rettrice Munsch mi ricorda Sue Sylvester. Sarà per il carattere, per la voglia di distruggere gli altri che entrambe condividono, sarà per la posizione autoritaria che assumono e per le cose fuori dal comune che fanno per ottenere ciò che vogliono.

E vogliamo parlare di Niecy Nash, l’interprete di Denise Hemphill? Denise mi ha fatto sentire male per quanto mi ha fatto ridere, vi giuro. Ogni qual volta c’era una sua scena, io mi piegavo in due dalle risate. Ho continuato a ripetere “SHONDELL WHY YOU GOT A KNIFE IN YO’ THROAT?!” per giorni. E come dimenticare il suo “Denise is my name / Security is my game / I got to watch these white girls / So I can get paid“, dovrebbe vincere un premio nobel.

Ma andiamo ad esaminare in breve (non vi fidate, non riesco quasi mai ad essere breve) il finale di stagione (aka le ultime due puntate).

Comincio col dire che non mi sentivo più le guance per il troppo ridere e ho rischiato seriamente di essere rinchiusa in manicomio dopo la puntata perché mia madre mi vedeva ridere da sola con il computer e ha cominciato a pensare che fossi impazzita. Ho amato la lettera di Chanel alle KKT come non so cos’altro nella mia vita e ho amato il momento in cui ha provato a suicidarsi con un serpente finto. Ho adorato la parte in cui Hester accusa Chanel n°5 di essere il Red Devil e paga i suoi genitori per reggerle il gioco. Ho adorato il processo e ho riso da morire durante la scena in cui Chanel Oberlin ignora il verdetto e deride Chanel n°5 per il suo nome. E che dire di Denise e Chad che si dicono addio? Fantastici!

Il finale è stato divertente ed interessante, soprattutto per quanto riguarda lo scambio di battute tra Hester e la Munsch davanti al monumento dedicato ai ragazzi uccisi dal Red Devil, ma c’è stata una cosa che mi ha lasciato con l’amaro in bocca: Grace è ancora viva e vegeta. Io cerco di non essere cattiva, ma Grace non la sopporto, è più forte di me. Speravo sin dal pilot che morisse e purtroppo non è successo. Mi fa venire voglia di vomitare la bile dagli occhi per quanto è insopportabile ed inutile. Preferirei guardare un’intera puntata di Pretty Little Liars dedicata ad Aria e quindi sorbirmi Lucy Hale per 42 minuti piuttosto che guardare una sua scena che dura al massimo 5 minuti, non ci posso fare niente, più guardo le sue scene e più rischio di andare in shock anafilattico.

Spero solo che nella prossima stagione (qualora dovesse essere rinnovato), i RIB non facciano lo sbaglio di continuare con la stessa storia, ma adottino lo stesso metodo di AHS, garantendoci trame nuove e divertenti ed evitando di cadere nel banale come succede spesso.

That’s how Fabiana C’s it. 

Un saluto agli amici di Scream Queens – Italia !

Written by Fabiana Fanelli

La mia vita è un pendolo che oscilla tra una serie tv e l'altra. Tutto sommato mi è andata bene, pensate se oscillasse tra dolore e noia!
Ricordate: "Life's too short to be serious" (La vita è troppo breve per essere seri)

18 College\Licei delle Serie Tv in cui abbiamo sempre sognato di studiare

Le 15 SORELLE più scapestrate delle Serie Tv