in ,

Veronica Mars non sarà più la stessa

veronica mars

Veronica Mars recensione quarta stagione con spoiler e commento.

Veronica Mars torna a Neptune dopo aver trascorso diciannove anni tentando di fuggire dalla sua città natale. La quarta stagione, cancellata nel 2007 e rimasta sospesa, è stata richiesta a gran voce dai fan della serie. Nel 2013, grazie alla sovvenzione degli spettatori, il creatore Rob Thomas ci ha regalato il film che offre uno scorcio della vita dell’investigatrice privata più amata una volta andata via da Neptune, ma spinta a ritornarci per aiutare Logan Echolls, vecchia e inestinguibile fiamma di Veronica. Nella quarta stagione la ritroviamo a condurre una vita stranamente normale: gestisce la Mars Investigation con suo padre Keith e vive con Logan, pilota della Marina americana. Ma si sa, ovunque ci sia Veronica Mars ci sono sempre enormi guai e misteri da risolvere.

E d’altro canto Neptune è il nucleo pulsante dei problemi che attirano la protagonista.

Questa volta ritorna un tema già esplorato nella seconda stagione della serie tv: gli attentati ai giovani della città che si lasciano andare ai bagordi dello Spring Break. E anche questa volta, collegata all’esplosione e alle numerose morti è la famiglia Casablancas. In particolare Big Dick, padre di quel Dick amico sprovveduto di Logan e di quel Colin, stupratore e psicopatico studente della Neptune High.

Alla fine gli intrighi e i capisaldi della serie rimangono gli stessi: i potenti latifondisti e miliardari della città si arricchiscono a discapito della povera gente, arrivando a compiere azioni deplorevoli e violente per ottenere ciò che desiderano. Convinti che il mondo stesso sia una loro proprietà, non si accorgono di seminare odio in quegli abitanti vittima di soprusi e che meditano vendetta fin dai tempi del liceo. Questo era il caso di Penn Epner, il fattorino delle pizze e attentatore dello Spring Break scoperto e consegnato alla giustizia dalla Mars Investigation.

Ma a quale prezzo sono riusciti a risolvere il caso?

Veronica Mars Recensione
Veronica Mars Recensione

Nei primi frame della stagione ritroviamo Veronica davanti alla scena del crimine, il nuovo mistero che Neptune nasconde. Gli otto episodi in confronto ai ventidue delle precedenti stagioni sono un ottimo compromesso con il film e consentono di dilatare l’azione e di concentrarsi sul caso principale. Capiamo fin da subito che l’atmosfera è più greve del solito e la protagonista stessa ci preannuncia un finale disastroso. Ma, tornando a quando tutto è iniziato, ci viene mostrata la vita di Veronica prima dell’attentato e dell’inizio della fine. Era esattamente dove l’abbiamo spesso immaginata: a Neptune, pronta a investigare con la solita ironia e caparbietà e con al fianco il padre e Logan. Insomma, i due capisaldi della sua vita.

Ritroviamo anche molti degli storici protagonisti della serie e ogni volta che un vecchio volto appare sullo schermo avvertiamo una piccola stretta al cuore.

Veronica Mars recensione
Veronica Mars recensione

Ricordiamo dove abbiamo conosciuto per la prima volta questi personaggi e ci rendiamo conto di quanta strada abbiano fatto. Wallace, ad esempio, che purtroppo ha avuto un ruolo troppo marginale in questa stagione, è diventato un serio professore del liceo. Lo stesso liceo dove, nella prima scena in cui l’abbiamo visto, era legato nudo a un palo. O Weevil da sempre teppista della scuola che, deluso da tutti, non è riuscito a farsi strada nella vita senza ricorrere ad azioni illegali. Ma a chi non è sfuggito un sorriso nostalgico quando, nonostante le furiose litigate tra lui e Veronica, è apparso in sella alla sua moto con banda al seguito solo per salvare la ragazza?

Ma il personaggio che è maturato maggiormente è senza ombra di dubbio Logan Echolls. Figlio di una star del cinema, era uno dei ragazzi più popolari della scuola sempre coinvolto in festini e risse e con evidenti problemi di controllo della rabbia. Il Logan della nuova stagione è completamente diverso. Ha imparato a incanalare la rabbia e le emozioni, esprimendole in modo più sano e affrontando i propri demoni in lunghe sedute dalla psicologa. Logan è ormai cresciuto e ha imparato a metabolizzare le disgrazie della sua vita, mentre Veronica è rimasta quasi la stessa. Veronica Mars non è cambiata, ha mantenuto la sua sagacia e la lingua tagliente che ci ha fatto innamorare del suo personaggio. Ma non è mai riuscita a esprimere davvero il dolore per le perdite e le delusioni subite.

Veronica Mars Recensione
Veronica Mars Recensione

Ma, in questo loro essere diversi e al contempo simili, Veronica e Logan trovano un modo perfetto per bilanciarsi.

Quando finalmente Veronica accetta la proposta di matrimonio e li vediamo felici capiamo che è esattamente quello il momento che abbiamo aspettato per tanto tempo. L’incontro di due personaggi la cui storia è epica che non poteva che concludersi con la loro unione. O forse no. Non c’è lieto fine per Veronica e Logan, per il quale la vita si spezza all’improvviso dopo le nozze con la bionda investigatrice. Il dolore e la rabbia che prova la protagonista sono un po’ quelle di tutti noi mentre assistiamo alla morte di uno dei personaggi più amati della serie.

Secondo quanto dichiarato dal creatore, Rob Thomas, la dipartita di Logan sarebbe stata necessaria per permettere a Veronica di proseguire il suo percorso come investigatrice senza legami, aprendo così la strada a nuove stagioni più cupe e più tendenti al thriller.

Veronica Mars Recensione
Veronica Mars Recensione

Ormai è evidente che Veronica Mars non sarà più la stessa. È iniziato un nuovo capitolo della vita della protagonista e una nuova fase di questa serie.

La Mars, già alla fine della quarta stagione, appare cambiata, più consapevole di quello che è il suo bisogno: essere aiutata a stare meglio con sé stessa e fare i conti con i propri traumi. E più determinata che mai a risolvere i casi che incontra sul suo cammino. Anche la serie tv già con questa stagione ha intrapreso un cambio di rotta: i toni sono diventati più cupi e drammatici e i protagonisti sono alle prese con problemi più adulti. Tutti noi siamo rimasti colpiti e provati dai problemi di salute dovuti all’età e all’incidente dell’investigatore Mars. Padre non solo di Veronica, ma di tutti i Marshmallows.

Veronica Mars recensione
Veronica Mars recensione

Nonostante le differenze di atmosfera e un finale a dir poco sconvolgente che sta dividendo i fan della serie in due, Veronica Mars non delude neanche questa volta. La grandezza di questo personaggio è la capacità di empatizzare con il pubblico, di riuscire a trascinare lo spettatore fino a sentirsi parte integrante della comunità di Neptune e provare ciò che prova la protagonista, desiderando scoprire sempre più cosa si cela sotto le apparenze. Ma dobbiamo anche ammettere che la Veronica Mars che abbiamo conosciuto nelle prime tre stagioni non tornerà. L’adolescente ficcanaso è diventata un’adulta e inevitabilmente la serie è cambiata con lei. Conserveremo sempre un ricordo nostalgico della giovane Mars dal brutto carattere che risolve il caso della sua migliore amica assassinata. E continueremo a seguirla, anche se la strada che ha intrapreso potrebbe condurla molto lontano da Neptune. E, in fondo, chi dice che non possa ritornarci?

Io mi ero convinta che vincere significasse andare via. Ma in quale mondo abbandoni l’incontro e dici che hai vinto? Mi chiamo Veronica Mars e sono Neptune-dipendente. Ciao Veronica”

Leggi anche – Veronica Mars: quelli che di sovente si svegliano e pensano a questa serie tv

Written by Carolina Avagliano

Ogni giorno mi rifugio in mondi sconosciuti così, episodio dopo episodio e pagina dopo pagina, i colori di quegli universi e di quelle storie inondano le mie giornate.

La classifica dei 10 attori delle Serie Tv più sopravvalutati degli ultimi anni

La Casa de Papel 4 – Itziar Ituño anticipa il numero di episodi e confessa: «Le cose non andranno bene»