in ,

Twin Peaks: in Alabama vince il politico Doug Jones e il web si scatena

dougie jones twin peaks
dougie jones twin peaks

Esiste una storia meravigliosa, quella di “un demone malvagio che stupra teenagers, che viene sconfitto da un uomo buono di nome Dougie Jones”. La storia di Twin Peaks – The Return.
Eppure, qualcuno crede che quanto accaduto realmente più di una settimana fa sia una storia perfino migliore e che abbia la stessa trama: accade in Alabama, dopo 25 anni (una cadenza che impreziosisce il paragone), che venga eletto un senatore democratico. Il suo nome è Doug Jones.
Facile intuire l’iperbolica analogia, messa in risalto tra la tempesta di meme che il web non ha tardato a provocare: il “demone malvagio” sarebbe Donald Trump, col senatore Doug Jones a fare da salvatore.

Il personaggio interpretato da Kyle MacLachlan nella terza stagione di Twin Peaks è stato inevitabilmente protagonista di un’exhibit su Twitter, tra gif, meme e ironiche considerazioni sulle divertenti similitudini tra il fatto di cronaca e la serie di David Lynch. Di seguito trovate le più esilaranti.

La bella notizia ha inevitabilmente sorpreso e divertito tutto il fandom di Twin Peaks.
Tuttavia c’era da aspettarsi che, come col Nano, “quando avremmo rivisto Dougie Jones, non sarebbe stato più lui”.

LEGGI ANCHE – Twin Peaks: perché avrebbe senso fare una quarta stagione

Written by Vincenzo Bellopede

Vincenzo, studente di psicologia.
Cresciuto a pane e Sartre, accompagnando con sbornie da prelibato nettare di Lynch.
Come disse il primo, gli oggetti sono cose che non dovrebbero commuovere in quanto non vive. Eppure lo fanno.
Se anche le parole riescono in questo, l'obiettivo di chi scrive è stato orgogliosamente raggiunto.

Kit Harington e le emozionanti dichiarazioni sull’ultima stagione di Game of Thrones

anni Ottanta

Perché siamo così fissati con gli anni Ottanta?