Vai al contenuto
Home » Malcolm in the Middle » La gloriosa fine di Malcolm in the Middle

La gloriosa fine di Malcolm in the Middle

Il 14 maggio del 2006 in America andava in onda il ventiduesimo episodio della settima stagione di Malcolm in the Middle che ha messo un punto alla storia del piccolo genio Malcolm e della sua follemente normale famiglia. Questa serie ci ha tenuto compagnia per la maggior parte della nostra infanzia o adolescenza, quando Italia Uno la riproponeva di continuo nel tardo pomeriggio, nella stessa fascia oraria in cui veniva trasmetto Tutto in Famiglia o La Vita Secondo Jim. A distanza di anni i ricordi si confondono, ma alcuni momenti sono indimenticabili: la famosa invenzione di Reese, il blallo, o le inutili scuse inventate da Francis per giustificare l’ennesima bravata distruttiva.

Ma vi ricordate come finisce questa straordinaria sitcom?

Oggi celebriamo e ricordiamo l’ultima puntata di un capolavoro contemporaneo.

malcolm in the middle

È arrivata la fine della scuola per Malcolm e finalmente anche per Reese e l’intera puntata si concentra sul futuro dei ragazzi e della famiglia in generale, che verrà rivoluzionata dalla partenza dei due fratelli. Mentre l’estroso Reese ha travato il lavoro dei suoi sogni come bidello della scuola, Lois e Hal cercano di raccapezzarsi per trovare i soldi necessari per pagare la retta di Harvard, a cui il protagonista è stato ammesso. In questo episodio più che in altri viene ribadito con maggiore potenza quanto ingiusta sia la società, quanto ragazzi brillanti siano svantaggianti a causa delle precarie possibilità economiche e quanto nella vita questi saranno costretti a faticare per raggiungere i loro obiettivi. Ma nonostante il clima di tensione e incertezza, sono numerosi i momenti nostalgici e divertenti che ci accompagno.

Primo tra tutti, la decisione di Malcolm, Reese e Dewey di distruggere l’arma nucleare che tenevano nascosta in fondo all’armadio: la prova che – molti anni prima – avevano fatto credere alla mamma di avere il cancro solo per distrarla dalle pagelle deludenti. Li vediamo riuniti intorno al misfatto, pronti a dire addio a una parte di loro, un segreto che li aveva uniti e che ora sarebbe andato via con loro. Sono cresciuti: sette anni sono trascorsi dalla primissima puntata e ormai i protagonisti sono davvero dei giovani uomini, non più dei bambini.

malcolm in the middle

Intanto, anche Francis dimostra di essere maturato – più o meno. Tornato a casa con la nonna, scavezzacollo e delinquente peggiore di tutti i protagonisti messi insieme, e la fidanzata Emy, è ormai un uomo. E anche se non ha perso la voglia di far arrabbiare e deludere Lois, ha ormai detto addio alle bravate e scoperto la bellezza della stabilità. È un impiegato in un’azienda informatica e gode della sicurezza economica e dei dati che ogni giorno raccoglie. Ma, almeno per il momento, continua a far credere alla madre di essere disoccupato.

La straordinaria potenza di Malcolm in the Middle è il realismo disarmante che accompagna momenti divertenti e un’amara critica sociale si nasconde dietro molte gag. Come la semplice eppure spesso dimenticata verità che la felicità si trova proprio nelle piccolezze quotidiane.

Per questo avremmo davvero bisogno di questo capolavoro in streaming, perché questa serie merita di essere riscoperta attraverso occhi più adulti e attenti.  

Imbrattati di una lercia sostanza puzzolente e nociva, ultimo escamotage di Reese per assicurarsi il posto a vita come bidello, Lois e Malcolm hanno l’ennesima discussione. La donna gli ha impedito di accettare un lavoro strapagato, costringendolo ad andare all’università e a sudarsi successo e ricchezza. Sporchi e arrabbiati, i suoi genitori gli rivelano le alte aspettative che hanno per il suo futuro, consapevoli che la sofferenza a cui lo hanno sottoposto – a cui la vita stesso lo ha sottoposto – lo renderanno una persona migliore, più giusta e sensibile alle disuguaglianze e ai problemi sociali. Pronto un giorno a diventare uno dei presidenti migliori della storia. E se magari può sembrare un discorso folle o visionario, è la risposta del ragazzo che conferma che anche le sue aspirazioni sono alte e che farà di tutto per raggiungere i propri obiettivi senza tradire i valori e gli ideali che la sua famiglia gli ha trasmesso.

Alla fine ogni cosa sembrerebbe andare al proprio posto: Dewey scopre nel piccolo Jamie un nuovo compagno di scherzi, Lois e Hal rivelano di aspettare un nuovo bambino. E mentre Reese è a scuola a lavorare, Malcolm è ad Harvard: studia corsi avanzati e intanto lavora come bidello per mantenersi.

Il sipario si chiude e noi diciamo addio alla famiglia di Malcolm in the Middle, così comune nella sua pazzia e unita nelle difficoltà.

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv