in

Chi è Ludovica Nasti, la rivelazione della serie L’amica geniale

ludovica nasti l'amica geniale 2

Negli ultimi anni è esplosa una vera e propria Ferrante Fever a causa del successo dei romanzi di Elena Ferrante, soprattutto i quattro del ciclo L’amica geniale. Sono nati seminari universitari sulla Napoli del dopoguerra e sono state pubblicate ricerche sull’autrice misteriosa e le sue opere. Le sue donne forti e volitive hanno ispirato lettori e lettrici di tutto il mondo, facendo riflettere sull’amicizia femminile e sull’unione perfetta di fictio letteraria e realtà.

Da quando è uscita la serie ispirata ai romanzi ci sono anche altre cose da analizzare. Ad esempio chi sono le attrici che interpretano le protagoniste.

Vi abbiamo parlato qui di Elisa Del Genio, la Lenù negli anni della scuola elementare. La Lila bambina è interpretata invece dalla brillante Ludovica Nasti. Anche lei, come la collega, non è un’attrice di professione. Questo non è di certo un caso: la Ferrante aveva espressamente richiesto di scegliere le protagoniste tra bambine prive di qualsiasi impostazione da scuola di recitazione. Voleva vedere libertà espressiva e spontaneità.

Al contrario di Elisa, però, Ludovica aveva già partecipato al programma televisivo Quattro mamme, in onda su Fox Life, e ancora oggi fa la modella di cataloghi di moda (la madre ha un negozio a Pozzuoli). Proprio Pozzuoli, una città vicino Napoli, dodici anni fa ha dato i natali all’attrice che ha conquistato tutti gli spettatori de L’amica geniale. Dotata di grandi occhi verdi e lunghi capelli neri la ragazzina ha colpito principalmente per la sua magistrale interpretazione di una Lila ribelle, forte e un po’ cattivella.

L'amica geniale

Quanto sono simili interprete e personaggio? Tanto, soprattutto per il carattere deciso e l’estrema intelligenza. Lila è geniale: impara a leggere e a scrivere da sola, studia il latino senza alcun aiuto e supera Elena in tutto, pur avendo meno mezzi a disposizione.

Anche Ludovica è così: è bravissima a scuola e ha un’ottima memoria.

Quando imparo un copione devo essere attenta, ma se mi piace qualcosa la ricordo subito. Se una pagina di storia mi piace, leggo quattro, cinque righe e le so. Quando il regista spiega qualcosa è come stare in classe e sentire una lezione. Mi piaceva come spiegava un’emozione, mi diceva di essere me stessa ed esprimere le emozioni che il personaggio mi dava.  

Per partecipare a questo progetto l’attrice ha dovuto cambiare scuola perché la preside non voleva accordarle il permesso di assentarsi due mesi e ha studiato ogni giorno nella roulotte dopo le riprese. Tornata a scuola, Ludovica si è rimessa in carreggiata e ha finito l’anno con tutti 7 e 8. La ragazzina è una vera forza della natura, pronta a superare qualsiasi ostacolo, come recitare in napoletano, dialetto che non parlava:

L’ho dovuto imparare, ma dopo due o tre scene mi è risultato facile. Io non parlo in napoletano, anche se dovrei perché vivo a Pozzuoli.

Ci sono stati momenti sul set, però, che l’hanno messa in difficoltà, ma non per le ragioni che si potrebbero immaginare. Per interpretare Lila, Ludovica ha dovuto indossare delle lentine marroni e tagliare i capelli a caschetto. Questa scelta l’ha fatta piangere. La ragazzina non è vanitosa, non ama i capelli lunghi solo per seguire una moda. Le motivazioni della sua reazione sono più profonde e drammatiche. All’età di quattro anni le è stata diagnosticata una forma di leucemia. Fino ai dieci anni Ludovica ha vissuto tra i corridoi di numerosi ospedali per combattere questo nemico. Ma ha combattuto, con le unghie e con i denti, e ha vinto.

ludovica nasti l'amica geniale

Ludovica non voleva tagliare i capelli perché era stata per tanto tempo calva, a causa della malattia. Il suo spirito di guerriera sta, però, anche nella sua reazione al cambio di look: “Ora somiglio di più a mia mamma”.

Ludovica è una ragazzina attiva, entusiasta e amante della vita. Studia danza hip-hop, esce con gli amici e ama stare in famiglia (adora guardare i film di Sophia Loren con la mamma). La sua vera passione, però, è il calcio. Il suo sogno era di diventare una calciatrice ed era già sulla strada giusta. Giocava, e lo fa ancora, nella squadra “Napoli Dream Team”, nei ruoli di attaccante e centrocampista. Forse ora questo sogno è stato messo da parte per continuare con la carriera di attrice, ma di certo l’amore per lo sport non l’abbandonerà mai (anche quello per la squadra del Napoli).

La scugnizza di L’amica geniale ha quasi 70 mila follower su Instagram e proprio lì ha stuzzicato la curiosità di noi fan pubblicando un selfie allo specchio con la didascalia: “sul set”. A cosa starà lavorando? La rivedremo presto in tv o al cinema? Si vocifera di una nuova fiction… Chissà! Sta di fatto che noi tutti non aspettiamo altro.

Leggi anche – L’amica geniale: Cosa succederà nelle prossime stagioni

Written by Ilaria Iasio

Ventiseienne napoletana, laureata in Filologia Moderna, attualmente stagista entusiasta in una casa editrice. Amo la letteratura e le Serie Tv, che spesso e volentieri risucchiano il mio tempo libero e la mia vita sociale. Ho il difetto di analizzare eccessivamente tutto ciò che mi circonda, finendo col causarmi ogni volta un gran mal di testa. Inguaribile romantica e shipper indefessa.

La torre nera

La Torre Nera ha trovato finalmente i suoi protagonisti

Afterlife

After Life è la vita che si risveglia