in ,

How To Get Away With Murder – Le pagelle dei personaggi dopo la prima metà di stagione

  • ASHER   8,5

La presenza ricorrente e importante di Asher è una delle novità più belle di questa seconda stagione. È un personaggio fantastico: divertente, simpatico e anche un po’ infantile ma molto sensibile e vulnerabile.
Inizialmente aveva stretto un patto con la Sinclair: se lei avesse taciuto sullo stupro di gruppo, lui avrebbe fatto la talpa e avrebbe testimoniato contro Annalise.

Bonnie però riesce a dissuaderlo, mentendo e dichiarandosi colpevole dell’omicidio di Sam Keating. Tuttavia, dopo un po’ di confusione e di esitazioni Asher decide nuovamente di testimoniare; per fargli cambiare idea Annalise gli mostra un video in cui una piccola Bonnie viene molestata dal padre. Asher è talmente inorridito da ridursi alle lacrime e decide definitivamente di non testimoniare.
La sua tranquillità viene nuovamente sconvolta dal suicidio del padre e dalla rabbia fulminante che lo spinge ad investire la Sinclair, uccidendola sul colpo.
Asher è un ragazzo comune, fondamentalmente buono, un po’ pasticcione e viziato grazie al prestigio del padre. Ci ruba sempre qualche sorriso con le sue smorfie e i suoi balletti. Bisogna ammetterlo: è decisamente difficile non amarlo.

Written by Roberta Cirafici

"Quando mi sono alzata stamattina, ero la stessa?
Quasi mi par di ricordare che mi sentivo un po' diversa.
Ma se non sono la stessa, la domanda seguente è: chi diavolo sono io?"
L. Carroll

Inside No.9: un piccolo capolavoro

Serie Tv binge watching

Le 12 Serie Tv più utili per imparare (o migliorare) l’inglese