in

Sarah Drew avrebbe voluto un finale diverso per il suo personaggio in Grey’s Anatomy

Grey’s Anatomy, negli anni, ha dovuto fronteggiare diversi addii. Alcuni ci hanno devastati, altri ci hanno sconvolti ma siamo andati avanti. Gli stessi attori ed interpreti degli stessi personaggi hanno sempre detto qualcosa in merito, ma con l’ultimo addio gli animi non si placano. Parliamo di quello di April, alias Sarah Drew.

Molti attori, tra cui lo stesso Jesse Williams, hanno avvertito la necessità di esternare il loro sdegno.

Qualche giorno fa, però, anche la stessa Sarah, intervistata da The Hollywood Reporter, ha parlato del suo addio a Grey’s Anatomy. “Dire addio ai Japril mi ha sconvolto!”, semplici ma forti parole.  Ha voluto spiegare il reale motivo del suo licenziamento, e il dolore che ha provato scoprendo che April e Jackson non avrebbero avuto il loro lieto fine. Sarah Drew ha affermato senza peli sulla lingua: “Mi sentivo devastata dal fatto che April e Jackson non avrebbero avuto il loro lieto fine. Pensavo che Jackson e April fossero destinati a tornare insieme e che si sarebbero sposati di nuovo e si sarebbero resi conto che erano stati pazzi a mollarsi”.

In maniera un po’ contraddittoria, ha confidato anche che il finale scelto per lei, è stato comunque molto bello: “Dopo una lunga riflessione ho capito anche che c’è una vera dolcezza nella storia della fede di April. (…) È scappata con Jackson e lo ha amato e non rimpiange un solo secondo di quella relazione grazie alla quale è cresciuta e ha avuto una bellissima bambina. Ma c’è qualcosa di bello nella storia tra April e Matthew. Lo ha ferito come nessuno aveva mai fatto. Questa è una storia di redenzione davvero bella. Ha perso sua moglie e poi ha ritrovato il suo primo amore. (…) Vorrei che avessimo visto di più del loro viaggio prima che si sposassero. Mi sarebbe piaciuto interpretare quelle scene e mi sarebbe piaciuto raccontare quella storia in modo più completo. Io riesco a vederne la bellezza”. Ed ha continuato dicendo: “Una parte di me sarà sempre distrutta dal fatto che April e Jackson non hanno avuto il loro lieto fine”. Si, perché anche se nella serie April, come lo stesso Jackson sono andati avanti per le loro strade, ed a qualcuno la cosa non è piaciuta per nulla (leggi qui). Ma rimarrà sempre l’amaro in bocca per una coppia che, per molti, era davvero perfetta.

Come dicevamo poc’anzi, lo stesso Jesse Williams, nei giorni passati, non ha esitato a rilasciare le sue dichiarazioni in merito all’addio di Sarah. Intervistato sul red carpet degli NBA Awards, in realtà, non sembra per nulla contento e non sembra neanche aver superato questo addio, che ha definito estremamente triste: “(…) Voglio dire, l’intera faccenda è molto triste. È piuttosto spiacevole. Lei era la mia partner, la mia compagna, quindi è stato molto spiacevole, ma è stata davvero una grande professionista e ha fatto un lavoro incredibile fino all’ultimo ciak. Sono davvero orgoglioso di aver avuto tutto quel tempo insieme a lei”. Jesse, con una sorta di sottinteso, ha lasciato intendere anche di essersi schierato contro la decisione della produzione: “Ho sempre espresso la mia opinione a riguardo. Lascerò correre…”.

E questa cosa, in realtà, non ci stupisce per nulla. Infatti non è la prima volta che l’attore si schiera apertamente contro la decisione della produzione. Ma, purtroppo, nonostante la sua opposizione, la produzione è rimasta impassibile e non ha cambiato idea.

Chissà, forse la volontà d’animo e l’orgoglio di Jesse potrebbero spingere la produzione a cambiare idea per un futuro? Se così fosse –  Jesse, siamo con te!

Leggi anche: Chi sarà il nuovo amore di Meredith nella prossima stagione di Grey’s Anatomy?

Written by Aria Jannic

"Le donne tranquille non fanno la storia", o almeno così dicono. Ed è per questo che non sono mai tranquilla.
Lunatica, nevrotica e logorroica. Tremendamente arrabbiata ogni giorno col mondo, vivo la mia vita ad un attacco di panico alla volta.
Ma vi assicuro, ho anche dei difetti!

disincanto

Disincanto: di nome e di fatto

breaking bad

La prima scena di Breaking Bad