in

Gomorra – Com’è possibile che Ciro sia ancora vivo nel film L’Immortale?

Il 12 novembre un’esclusiva di Fanpage ha lanciato una bomba clamorosa: il trailer del film L’Immortale, che mostrerà la storia dell’infanzia di Ciro di Marzio di Gomorra. Uno dei personaggi più amati della serie italiana, venuto a mancare alla fine della terza stagione, quando lo stesso Genny si era visto costretto a sparare al suo amico più fidato e a gettarne il corpo in mare. La quarta stagione di Gomorra aveva visto l’evolversi della storia di Genny che, senza i consigli e la protezione di Ciro, aveva dato una svolta alla sua carriera criminale diventando imprenditore.

Nel corso di questi mesi, dal rilascio della quarta stagione di Gomorra a oggi, le teorie dei fan non avevano abbandonato la possibilità che Ciro potesse essere ancora vivo. Il trailer de L’Immortale comincia esattamente dove la storia di Ciro si interrompeva: lui che sprofonda nell’acqua del Golfo di Napoli, le braccia alzate, una scia di minuscole bollicine che accompagnano il suo corpo esanime.

Proprio le bollicine attorno al corpo di Ciro avevano fatto nascere nei fan più speranzosi e accaniti la possibilità che fosse ancora vivo. E il trailer del film dà finalmente una risposta a questa domanda.

Ciro di Marzio, l’immortale, non è morto quella notte a Napoli.

La sua finta morte è stata orchestrata, con la complicità di Genny, per farlo sparire dalla circolazione e regalargli una nuova vita in Lettonia, dove si affilierà a un pericoloso boss. L’Immortale mostrerà proprio questo, alternando il presente con flashback sulla sua infanzia e la sua educazione criminale e sentimentale nei vicoli di Napoli.

Allora è vero quello che si dice, l’Immortale non lo uccide nessuno.

Don Aniello, altro personaggio storico di Gomorra, pronuncia questa frase mentre nel trailer noi vediamo l’antieroe della serie portato via in barella, dopo la finta morte. E sarà proprio lui a dargli la possibilità di ricominciare lontano da Napoli e dai brutti ricordi.

Non ho paura di morire perché io sono già morto.

Questa invece la frase di chiusura del trailer, pronunciata da Ciro in persona, attraversando le fiamme come un vero supereroe. Ed è proprio questo che, con una scelta a dir poco discutibile, sta diventando Gomorra: non più il racconto di criminali, ma di supereroi con storie incredibili. Ciro, da personaggio che alla fine della terza stagione era arrivato al termine del suo ciclo narrativo in maniera coerente, diviene il pretesto per allungare una storia che aveva già preso una piega indipendente da lui.

Probabilmente L’Immortale, con la rivelazione bomba già contenuta nel trailer, diventerà il pretesto per inserire nuovamente Ciro nella quinta stagione di Gomorra: poco importa che ormai Genny abbia una sua storyline indipendente che lo vede sempre più distante dalla strada e dentro ai palazzi del potere. Sembra proprio che Gomorra, volendo fare un regalo ai fan, stia barattando in cambio la coerenza narrativa e la sua indipendenza: e questo è un peccato, trattandosi di una delle migliori serie italiane.

Sicuramente Gomorra, con questa scelta, impennerà il consenso di alcuni fan, a cui non importa più di tanto della coerenza della storia, purché il proprio personaggio preferito viva. Probabilmente perderà il consenso di una buona fetta di coloro che vedevano Gomorra per motivi più seri di scelte orientate al fanservice.

Chissà, Ciro potrebbe non essere l’unico personaggio letteralmente “ripescato” dalla serie: e non potrebbe essere più azzeccato di così il detto “chi vivrà, vedrà”!

Leggi anche – Tutte le canzoni autoctone lanciate da Gomorra e Suburra

Written by Giulia Vanda Zennaro

In un mondo popolato da Khaleesi, osa essere una Cersei Lannister.

lucifer

7 notizie sulle Serie Tv che vi svolteranno la giornata

Crisis on Infinite Earths: arrivano altri teaser trailer che mostrano la riunione dei supereroi