in

10 motivi per cui ci manca Downton Abbey

MATTHEW E MARY

Downton-Abbey
Matthew & Mary

La storia d’amore più bella di Downton e una delle più belle delle serie tv. All’inizio non si sopportano, c’è solo una fredda cortesia tra loro, nonostante Matthew sembra subito folgorato da questa ragazza bella quanto gelida e sprezzante. Mary lo vede come l’usurpatore, il bifolco, l’uomo che la sua famiglia vorrebbe che sposasse e Matthew come la ragazzina viziata che è.

Ma piano piano i due iniziano a parlare, a frequentarsi, a capirsi ed è così che si innamorano. Come è naturale per chiunque, si innamorano mentre si conoscono meglio.

Ma come ogni storia d’amore che si rispetti, non può essere tutto rosa e fiori, non può essere tutto perfetto. Prima Cora (la madre di Mary) resta incinta e se il bambino fosse un maschio, Matthew non potrebbe più accedere all’eredità dei Crawley e resterebbe solo un avvocatucolo di provincia, poi la guerra, poi il fidanzamento di Matthew con un’altra…

E anche quando finalmente i due si sposano, la loro felicità non è destinata a durare… Dan Steven, non ti perdonerò MAI per aver voluto lasciare la serie, TI SIA CHIARO!

 

EDITH

enhanced-buzz-wide-11818-1423280636-38
Edith

Altro personaggio, altra storia complessa. All’inizio, Edith è solo la sorella bruttina, che vive all’ombra di Mary e di Sybil (la minore) e ha poche speranze di fare un buon matrimonio, speranze che le sono strappate via da Mary che o le ruba i corteggiatori o le rovina i piani. Questo perché le due sono impegnate in una guerra fredda che va avanti fin da quando erano bambine.

Le cose cambiano quando Edith incontra Michael, proprietario di un giornale londinese, di cui s’innamora ricambiata. Si concede a lui, che le ha chiesto di diventare sua moglie, ma poco dopo l’uomo sparisce durante un viaggio in Germania. Edith, disperata, scopre che Michael ha lasciato tutto a lei, compresa la proprietà del giornale. Ma non è l’unica cosa che Michael le ha lasciato: Edith infatti è incinta ma, essendo nubile, deve nascondere la sua condizione e va a partorire all’estero con la complicità della zia, l’unica che conosce la situazione.

Sappiamo tutti che Edith non riesce ad abbandonare sua figlia, che lotterà per mandare avanti il giornale perché nessuno vuole un capo donna, che si trasformerà dalla ragazzina invidiosa in una donna forte e indipendente. Servirebbero più donne come lei nelle storie che leggiamo/guardiamo, altro che le varie Ana Steel & Co.

Scritto da Olimpia Petruzzella

Tra un'indagine con Sherlock Holmes e un viaggio e l'altro col Dottore, sono anche riuscita a laurearmi in Archeologia (River, grazie ancora per quella dritta... e per avermi presentato Euripide!) e fare un master in sceneggiatura alla Silvio D'Amico. Perché siamo tutti storie, alla fine. Ed è meglio farne una buona, no?

I 15 fidanzati peggiori delle serie tv

Il ritorno di Mr. Robot è una grande sfida. E un rischio enorme