in

La classifica delle 5 puntate più divertenti di Community

Community

Originale ed esilarante, Community è un vero e proprio must per gli amanti delle sitcom. I continui riferimenti all’intero panorama televisivo, l’uso sapiente dei dialoghi e la freschezza dei personaggi, hanno reso questo prodotto un vero e proprio gioiellino, che merita di essere guardato.

Nonostante il piccolo calo di qualità avvenuto a partire dalla quarta stagione, lo show continua a qualificarsi come una produzione eccellente, capace di far sorridere e ridere con estrema semplicità e di intrattenere lo spettatore con la giusta combinazione di leggerezza e profondità.

In Community non c’è episodio che non meriti di essere guardato e ricordato. Ogni puntata, ogni scena, è iconica a modo suo. Eppure, oggi, vogliamo provare a fare l’impossibile: selezionare solo 5 puntate, le più divertenti, tra le 110 che sono state realizzate.

Vediamo, allora, la classifica delle 5 puntate più divertenti di Community: quelle che più di tutte sono in grado di risollevarci l’umore e di farci ridere di gusto.

5) Epidemiologia (2×06)

community

Gli americani e le puntate di Halloween: una combinazione che non delude mai. L’episodio 2×06 di Community non fa che confermare questo incontestabile assunto.

Fin dai primissimi secondi dell’episodio lo spettatore si rende conto di essere di fronte a una puntata degna di nota. Le risate non tardano ad arrivare, basta solo dare uno sguardo ai favolosi costumi dei personaggi per iniziare a ridere a crepapelle.

Eppure Community non si accontenta di fare una puntata semplicemente bella, vuole puntare alla perfezione. Ecco allora che, dalla geniale mente di Dan Harmon, nasce l’idea di realizzare un episodio che veda come protagonisti gli zombie: una perfetta trama in stile Halloween che mantiene, però, integra l’essenza di Community.

Le canzoni degli ABBA accompagnano la narrazione, mentre gli iconici personaggi della serie cercano di uscire sani e salvi dall’ultima festa organizzata al Community College da un esilarante preside in versione Lady Gaga.

Una parodia dell’horror e contemporaneamente un omaggio alla tradizione del genere, venti minuti di puro divertimento, in grado di raccogliere alcune tra le migliori battute presenti nel panorama seriale.

4) Cuscini e coperte (3×14)

È tempo di guerra al Greendale: Troy e Abed devono affrontare il loro primo litigio e tutta la scuola è pronta a schierarsi con l’uno o con l’altro.

La 3×14 di Community mette in scena un geniale episodio, incentrato sulla lotta tra i due storici amici della serie, in disaccordo sulle modalità di costruzione del loro fortino. Coperte o cuscini, quali saranno i fortunati materiali vincenti?

Tra improbabili alleanze ed elaborati piani di battaglia, lo scontro ha inizio. Il tutto viene immortalato in una sorta di documentario, raccontato tramite una voce fuori campo e spezzato da diverse testimonianze dei sopravvissuti.

Ogni personaggio trova uno spazio perfetto per esprimere il suo carattere e la sua personalità: Jeff diventa il leader carismatico che fomenta le folle, Annie è la tenera infermiera che cura i feriti, Britta si autoproclama fotografa ufficiale e incapace degli eventi, un esilarante Chang mette in piedi il suo esercito di “bastardi senza Chang“, formato da giovani adolescenti, mentre uno spaventosissimo uomo cuscino, sotto le sembianze di Pierce, è pronto a sfoderare la sua ferocia sui nemici.

Geniale, divertente, appassionante: questa puntata racchiude tutta l’essenza di Community.

3) Calligrafia collaborativa (2×08)

community

7 persone chiuse in una stanza e una penna scomparsa: questa è la premessa di partenza dell’episodio 2×08 di Community.

Questa semplice frase, in realtà, può riassumere l’intera trama della puntata. Si tratta, infatti, di un “episodio bottiglia“, cioè di una puntata a basso costo, realizzata in un’unica ambientazione e con la presenza dei soli personaggi principali.

Lasciati da soli a riempire tutti i 20 minuti della puntata, i personaggi riescono a esprimere al massimo il loro potenziale comico, dimostrando allo spettatore di essere in grado di intrattenerlo senza necessità di contesti particolari e trame articolate.

Tutta la trama, così, ruota attorno al tentativo di Annie di ritrovare la sua penna. Nasce un susseguirsi di accuse e rivelazioni di segreti, espressi con l’ilarità che caratterizza questo show.

Troppi i momenti memorabili per essere citati. Se avete perso questo fantastico episodio, allora, non vi resta che correre immediatamente a recuperarlo.

2) Greendale in guerra (1×23)

Che il Greendale non fosse un college come gli altri lo avevamo intuito da tempo, ma è solo con l’episodio 1×23 che ci rendiamo veramente conto di quanto questa università rappresenti il sogno di ogni studente.

Immaginate di trascorrere un noioso pomeriggio nell’aula studio della vostra facoltà. Provate poi a immaginare che il vostro preside entri per comunicarvi che una gigantesca partita di paintball sta per avere luogo. “Impossibile“, penserete. Ebbene, se siete iscritti al Community College tutto questo può diventare realtà.

Il gioco viene vissuto da ogni studente come una vera e propria guerra, una lotta alla sopravvivenza da prendere necessariamente sul serio. Ed è proprio questa la chiave che rende ogni scena esilarante: il contrasto tra la pseudo serietà del racconto, costruito come se si trattasse di una vera lotta all’ultimo sangue, e la spiazzante comicità dei dialoghi. Una menzione d’onore va al personaggio di Chang, pezzo forte della puntata, alla cui comicità nessuna parola è in grado di rendere onore in maniera adeguata.

Così, quando i titoli di coda compaiono a segnare la fine dell’episodio, lo spettatore rimane incredulo, sconvolto da ciò che ha appena visto e ancora incapace di trattenere le risate.

1) Per un pugno di cartucce (2×23/2×24)

community

Ed eccoci giunti al primo posto della nostra classifica. Ad aggiudicarselo è il doppio episodio che chiude la seconda stagione di Community (2×23/2×24).

Dopo il successo della prima puntata sul paintball, lo show decide di regalare ai fan un altra favolosa trama incentrata sulla guerra delle cartucce. L’episodio, però, dimostra fin da subito un’originalità inaspettata, facendo ricredere tutti coloro che temevano una banale copia dell’eccezionale puntata della stagione e precedente.

La battaglia presenta questa volta uno stile completamente diverso, a partire dai costumi in stile western fino ad arrivare a dei toni narrativi completamente nuovi e meno moderni rispetto alla 1×23.

L’episodio favorisce questa volta un gioco di collaborazione tra tutti gli studenti del Greendale, impegnati a contrastare un nemico esterno. Proprio questa scelta permette di dare maggiore spazio ai personaggi secondari della serie, che arricchiscono la scena e riescono a regalare diversi momenti iconici.

Ancora una volta Community dimostra di essere una serie mai banale e sempre originale. Un concentrato di ilarità che tutti dovrebbero guardare almeno una volta nella vita.

LEGGI ANCHE – Community: quella volta che la serie anticipò Black Mirror

Scritto da Serena Liggeri

Un foglio, una penna e una buona Serie Tv: i tre ingredienti per una giornata perfetta.

Pride

Su Disney+ arriva Pride, la docuserie sulla storia del movimento LGBT+

Them è una delle serie più angoscianti che possiate mai vedere