in

I 5 motivi per cui Wayward Pines avrebbe dovuto avere una seconda stagione

wayward pines
wayward pines

Capire quando è arrivato il momento di chiudere i battenti non è mai facile in nessun ambito. E quello delle Serie Tv non fa eccezione. Il concetto di “ogni cosa bella prima o poi finisce” vale soprattutto in questo campo, a detta di chi scrive. Ma come si fa a capire quando è il momento giusto?

Probabilmente non c’è un modo ben preciso. Perché il mondo, anche e soprattutto quello della serialità, è talmente vario da risultare indecifrabile. Tanti, troppi, i fattori che determinano la riuscita di una stagione di una Serie, figuriamoci quanti siano quelli che determinano le eventuali stagioni successive.

Ci sono Serie che dopo una, due al massimo, stagioni dovrebbero chiudere, altre che durano anni e anni sempre intatte nel tempo (e nello share). Ma quando una Serie chiude i battenti dopo una sola stagione, tante, tantissime domande si pone lo spettatore che l’ha seguita. Non sappiamo, quindi, quali siano state le reali ragioni per le quali lo sceneggiatore (Charle Hodge) e i produttori (lo stesso Hodge, M. Night Shyamalan, Donald De Line e Ashwin Rajan) di Wayward Pines, discussa Serie tratta dalla trilogia di romanzi di Blake Crouch da cui prende il nome, abbiano deciso di dire basta dopo appena 10 episodi. Wayward Pines è una Serie dalla quale ci si aspettava tanto, anticipata da mille proclami e che forse, in parte, ha deluso le aspettative. A me personalmente è piaciuta e trovo che il finale sia stato il migliore possibile. Ma, oggi proverò a spiegarvi i 5 motivi per cui Wayward Pines sarebbe dovuto continuare.

Glee

Perché Glee mi ha cambiato la vita

Once Upon A Time

5 motivi per non perdersi la quinta stagione di Once Upon A Time