in

#VenerdìVintage – Gli esordi assurdi di Eva Green

Eva Green

Non ci sono parole per descrivere la bellezza, il fascino, il carisma di Eva Green; una Dea dalle fattezze umane che cammina in mezzo a noi, e che ridefinisce i canoni di bellezza fino ad ora conosciuti dall’uomo. Questa donna riuscirebbe a risvegliare il torpore perfino in un cadavere o nella più buia e fredda delle anime. Un trionfo di enigmatico fascino unito ad un nonsochè di oscuro e misterioso.

Eva Green è il più riuscito connubio naturale tra luce ed ombra, tra bellezza naturale e ultraterrena; perché ogni tanto viene da chiedersi se questa creatura possa essere effettivamente un semplice essere umano.

Eva GreenCom’è possibile conciliare così tanta bellezza in un solo corpo fatto di carne? Com’è possibile azzerare e ridefinire il concetto di attrazione nei confronti di una donna ogni qualvolta LEI appare? Com’è possibile catturare con uno sguardo o con un sorriso? Com’è possibile far sembrare degli sgorbi tutte le altre creature del reame?

Chiedetelo a LEI! LEI sa come farlo!

Eva GreenNon bastano tutti i poemi della storia per spiegare il fascino di questa angelica creatura; potrei stare ore ed ore a decantare lodi alla sua bellezza, ma tutto ciò che dirò o scriverò sarà troppo poco in confronto a cosa Eva Green è sul serio.

UN TRIONFO! LEI È SEMPLICEMENTE UN TRIONFO!

Eva GreenNon solo innaturale bellezza ed enigmatico fascino; Eva Green è molto altro. È anche un attrice straordinaria che si è costruita una favolosa carriera regalando a milioni di appassionati interpretazioni fenomenali. I tratti distintivi della sua arte sono: sensualità, brutalità, espressività e una giusta dose di mistero.

Uno sguardo che cattura, una voce deliziosa, un fascino sconfinato e un talento incredibile. Dimenticatevi la “Gioconda” di Leonardo Da Vinci, il sorriso enigmatico 2.0 appartiene a LEI.

Eva GreenProviamo per un attimo a scordarci della Dea e concentriamoci sull’attrice nascosta dietro questa massiccia barriera di inumana bellezza.

Nasce a Parigi nel 1980 da un’illustre famiglia. Il padre è un affermato dentista svedese e la madre è la celebre attrice francese Marlène Jobert. Inoltre è nipote dell’attrice svedese Marika Green e bisnipote del compositore francese Paul Le Flem.

Ha la musica e l’arte nel sangue, ma la sua vera aspirazione è quella di diventare archeologa. Tuttavia il destino non si lascia intimorire dalle fantasie di una bambina, e a soli 16 anni la piccola Eva Green viene colpita dalla passione per la recitazione. Decide quindi di abbandonare gli studi e proseguire con questa ambizione (grazie a Dio).

Il suo esordio a teatro arriva all’età di 21 anni; che gli basta per ottenere la nomination come miglior rivelazione ai prestigiosi “Premi Moliere”. Ha incantato il mondo del teatro catturando le attenzioni del regista italiano Bernardo Bartolucci che gli propone di prendere parte al suo controverso e sensuale “The Dreamers”.

Esordio col botto per la bella Eva Green che ottiene subito un ruolo da protagonista in un film destinato a divenire un cult. Si denota subito il suo talento sconfinato e tutto il mondo si chiede da dove sia uscito fuori quel trionfo di sensualità e bellezza. Con il ruolo dell’incestuosa “Isabelle” ha contribuito a far crescere notevolmente il livello di testosterone di milioni di spettatori.

Eva GreenC’è gente che venderebbe l’anima al diavolo pur di far parte a quel “Ménage à Trois”.

L’anno successivo prenderà parte al film ispirato alle vicende del ladro gentiluomo più famoso del mondo letterario Arsenio Lupin. Film che ottenne buoni risultati in Francia ma che in Italia giunse soltanto 2 anni dopo in versione Home Video.

Eva GreenSiamo nel 2005 quando Ridley Scott decise di regalargli un occasione d’oro per la sua carriera. Gli proporrà di interpretare “Sibilla di Gerusalemme” nel suo “Le Crociate” al fianco di Orlando Bloom e a Marton Csokas che diventerà il suo compagno fino al 2009 (beato lui).

Eva GreenOrmai è diventata un attrice affermata e tutto il mondo conosce il suo talento. Di qui in poi non passerà un anno senza che Eva Green prenda parte ad un successo cinematografico. Il suo fascino accostato alla sua bravura convincono Martin Campbell a insignirla dell’onore di diventare la nuova “Bond-Girl” in “007-Casino Royale” al fianco di Daniel Craig. Film completamente differente e originale rispetto agli altri 007 che ottenne tuttavia un enorme successo.

Eva GreenL’anno seguente cambierà totalmente genere prendendo parte al fantasy “La bussola d’oro” dove interpreterà la sexy-strega Serafina Pekkala e a “Franklyn” dove vestirà i panni di una studentessa che inscena un suicidio per creare un opera d’arte visiva; il cui destino si incrocerà con quello del misterioso vigilante mascherato protagonista della pellicola.

Eva GreenDopo aver sondato il terreno Fantasy sarà una professoressa carismatica ma al tempo stesso oppressiva, nel drammatico e struggente “Cracks” di Jordan Scott. Questo prima di affiancare l’undicesimo Dottore Matt Smith nello stranissimo Cloning Thriller Womb, pellicola in cui, straziata dalla morte del fidanzato, si farà impiantare nell’utero un suo clone per dargli nuova vita. Film molto chiacchierato e controverso.

Eva Green

Siamo nel 2011 anno in cui, al fianco di Ewan McGregor perderà tutti e 7 i sensi in “Perfect Sense“, oltre ad esordire in TV nella serie “Camelot” dove interpreta Morgana.

Nel 2012 il “Re Bizzarro” di Hollywood Tim Burton la include nel rifacimento cinematografico della celebre serie TV degli anni 60 “Dark Shadows” al fianco di Johnny Depp. Qui Eva Green vestirà i panni della malvagia, sexy, spietata e sovrannaturale “Angelique Bouchard” nel disperato tentativo di riconquistare il cuore del protagonista “Barnabas Collins”.

Eva Greenil 2013 si prende un anno sabbatico, poiché non apparirà né in TV né al cinema, ma nel 2014 dovrà farsi in quattro. Prenderà parte a “The White Bird in a Blizzard” e “The Salvation” oltre che ai 2 celebri “300 – L’alba di un nuovo Impero” nei panni di Artemisia

Eva Green

e al sequel/prequel “Sin City – Una donna per cui uccidere”. Film azzeccatissimo per lei, perché ditemi se non vale la pena di uccidere qualcuno per una così.

Eva Green

Tutti questi ruoli così diversi, così particolari, così sensuali, così brutali hanno stuzzicato l’ispirazione di John Logan che quando ha dovuto scegliere l’attrice cui affidare il ruolo della sua Vanessa Ives non ha avuto alcun dubbio: Eva Green è la donna giusta per il ruolo. Questo demoniaco personaggio è tra le personalità più combattute, misteriose, spaventose ma affascinanti dell’intero panorama seriale. Penny Dreadful è una bomba di sensualità e paranormale, è poesia e volgarità, è una continua lotta tra bene e male. Vanessa Ives è la protagonista di tutto ciò; è il male soffocato da un involucro di paradisiaca bellezza. Un attrice fenomenale nei panni di un personaggio unico e insormontabile.

Eva Green

Written by Andrea Lupo

Se nasci e cresci in una città come Roma: tormentata, caotica, cinica ma al tempo stesso bellissima, imponente e maestosa, non puoi meravigliarti se la tua vita è una contraddizione continua. Sono qui per raccontarvi storie, emozioni e sensazioni con l'umiltà e l'incoscienza di un bambino. Per ricordare vecchie glorie o per presentarvi nuove fiamme. Per elogiare il passato o per abbracciare il futuro. O più semplicemente per parlare di serie TV

Anni 80

#VenerdìVintage – Le 10 Serie Tv degli anni’80 che più hanno segnato quest’epoca

Sarah Jessica Parker

Sarah Jessica Parker ritorna con un lungo divorzio