in

I necrologi dei morti di The Walking Dead

the walking dead

Cari lettori, siamo qui riuniti per rendere omaggio a tutte le vittime di questo gioco al massacro che risponde al nome di The Walking Dead. Sin dal primo episodio abbiamo compreso che nessuno è al sicuro! Nel corso di ben sette lunghe stagioni ci sono state decine e decine di uccisioni, nelle maniere più crude, scioccanti e sanguinolente concepibili da mente umana. Ogni volta per noi è stato un duro colpo, una mazzata vera e propria (sostantivo scelto a non a caso).

Quindi oggi con questo articolo vogliamo ricordare tutte le vittime per cui abbiamo sofferto, ci siamo disperati e il solo ripensarle ci causa un nodo in gola. Chi più chi meno. Quindi porgiamogli il nostro ultimo e doveroso saluto, rammentando come il Fato, i Vaganti, Negan o ogni tipo di calamità di The Walking Dead hanno deciso di strapparceli via prematuramente.

***SPOILER ALERT***  Se non siete in pari con la visione degli episodi di The Walking Dead, vi invito a non proseguire oltre nel cammino in questa valle di lacrime.

Proprio come abbiamo fatto giorni fa con i caduti di Game of Thrones, vi invitiamo a leggere, con il dovuto rispetto, questi brevi e serissimi necrologi dei morti più illustri della Serie Tv.

Amy e Andrea

Diamo il triste annuncio della morte delle due sorelle. Siccome nella serie sono morte tante persone di colore, bisognava controbilanciare e sacrificare due bionde caucasiche, per essere politicamente corretti. Dura lex sed lex!

Otis

Comunichiamo la triste morte di Otis. Aveva molte qualità, ma non quella di identificare i bersagli durante la caccia.

Sophia Peletier

Comprendiamo che sia difficile dare retta a Rick, ma se l’avessi ascoltato tutti noi fan non avremmo dovuto “guardare i fiori” per non vederti uscire da quel dannato fienile.

Dale Horvath

Non sei stato presente in molte stagioni, ma rimarrai nel nostro cuore. Purtroppo un Avventore ‘stuzzicato’ da Carl ti ha strappato via da noi. Grazie per averci dato l’ennesimo motivo per odiare Carl, ma non ne avevamo bisogno eh!

Written by Barbara Curti

Ho 31 anni e studio Lettere. Spero che prima o poi questa mia passione per le Serie Tv mi torni utile per il futuro: lasciate solo che alle prossime Olimpiadi venga riconosciuto il binge-watching come disciplina e per me sarà la svolta!!!

Per il resto, visto che non so cos'altro aggiungere.... AMMACCABANANE!

scandal

10 motivi per amare Scandal

5 Serie Tv da seguire se sei in astinenza da Better Call Saul