in

10 misteri irrisolti di The Walking Dead

Quando penso a The Walking Dead mi faccio un sacco di viaggi mentali. Penso a tutte le ipotesi, a tutti i misteri, a tutto ciò che è successo e che potrebbe ancora succedere. Intreccio il passato con il futuro, mi chiedo chi sarà la vittima di Negan (ne abbiamo parlato qui e qui), e ripenso al Governatore, a Woodbury e a tutti i collegamenti con gli avvenimenti attuali.

Il mondo di The Walking Dead è così vasto e pieno di spunti che è letteralmente impossibile non farsi domande, non formulare teorie e non cercare risposte.

Che cosa si cela dunque dietro ai vari misteri? Cosa abbiamo lasciato in sospeso nelle varie stagioni? Quali capitoli stanno aspettando di essere silenziosamente riaperti? Godetevi il nostro viaggio nei misteri di The Walking Dead.

1) La storia dei personaggi nascosti

Ci sono quei personaggi di cui sappiamo (quasi) tutto: vita pre apocalisse, il numero delle persone uccise, il perché e il come. Poi ce ne sono altri, rimasti molto spesso nell’ombra dei personaggi principali, di cui fatichiamo a conoscere i dettagli.

Per fare un esempio? Rosita.

Rosita Espinoza, grandissima guerriera, abile, coraggiosa, scaltra e piena di conoscenza. Sempre fedele al fianco di Abraham e dietro le spalle di Eugene. Eppure cosa sappiamo di lei prima del camion corazzato diretto a Washington? Sappiamo che era con un altro gruppo e che Abraham le chiese di unirsi alla sua missione dopo aver visto le sue capacità in combattimento. E poi? Nient’altro. Aveva famiglia? Chi c’era nell’altro gruppo con lei? Li ha lasciati così senza rancori o era successo qualcosa per cui staccarsi non era un grosso problema? Cosa c’è nel suo passato da raccontare? Che prospettive aveva per il futuro con la cura proposta da Eugene?

Così come Rosita anche altri personaggi non sono (ancora) stati particolarmente approfonditi. Quelli già morti è quasi inutile citarli (T-Dog, Karen, Gargiulio, ecc..), ma basti pensare ad Alexandria e a quanto poco sappiamo sul passato dei suoi personaggi: Aaron, Erin, Tobin, Eath e tutti gli altri. D’altronde, sono anche le figure più “attive” all’interno delle mura. Non è un vero e proprio mistero, ma conoscere il passato e l’aspirato futuro di tutti i personaggi ci aiuta a comprenderli meglio, ad accompagnarli nel nuovo mondo e farci un’idea più chiara di che cosa dobbiamo aspettarci.

The Walking Dead Rosita

2) Il gruppo di Randall

Uno dei misteri per eccellenza del mondo di The Walking Dead. Vi ricordate di Randall, sì? Il ragazzino abbandonato dal suo gruppo con una gamba infilzata in una ringhiera, oggetto delle dispute che portarono alla morte di Dale e alla separazione definitiva tra Rick e Shane, quel Randall a cui Shane stesso spezzò il collo per attirare Rick e ucciderlo, il ragazzino grazie al quale il gruppo costrinse Rick a confessare il segreto di Jenner?

Diciamocelo tranquillamente, Randall non è stato un vero e proprio personaggio secondario. Il suo arrivo sconvolse, distrusse e ricreò mille dinamiche all’interno del gruppo alla fattoria di Hershel. Eppure c’è qualcosa che gli autori di The Walking Dead hanno sempre lasciato da parte: Randall aveva un gruppo, lo stesso gruppo di cui facevano parte Dave e Tony, le prime due vittime del nostro amato Rick Grimes. Ve lo ricordate quel pub? Quello in cui Hershel si rifugiò dopo il massacro del fienile? Allora vi ricorderete anche delle descrizioni di quel gruppo: stupratori, assassini, mercenari. Abbandonarono Randall agli zombie e avrebbero accolto Shane a braccia aperte da quel che diceva il ragazzo.

Sarebbe stato interessante scoprire il percorso di quelle persone ed assistere ad un eventuale incontro con il gruppo di Rick. Chissà se succederà, prima o poi..

Written by Chiara Santi

Sono cresciuta sentendo il profumo della Terra fresca dell'Appennino, quindi forse è per questo che mi faccio un sacco di viaggi mentali (o forse è per la droga che assumo, mi pare si chiami "The Walking Dead"). Vorrei giornate da 30 ore per poter fare tutto ciò che amo e vorrei che le persone imparassero a guardare sotto la superficie delle cose. Vi giuro che anche lì ci sono le Serie Tv.

Kirkman

Robert Kirkman critica George R.R.Martin. Poi chiede scusa

9 differenze eclatanti tra le Serie Tv e la vita reale