in ,

Nuvole all’orizzonte per la famiglia Winchester…

Winchester

Dal previously ci facciamo un’idea di cosa tratterà questo episodio di Supernatural: possessioni, fantasmi, la caccia a Lucifero,
il passato da cacciatrice di Mary Winchester.

Una giovane coppia passeggia per le strade di un quartiere malfamato, quando sente un pianto straziante di un neonato e si fionda a vedere cosa sta succedendo… nessun bambino all’orizzonte, una mano di ghiaccio afferra la ragazza e la uccide sul colpo. Cominciamo bene!

Mary è nel bunker sotterrata tra i libri e i pensieri che la tormentano, e Castiel fa una capatina per accertarsi della situazione. Mary le chiede quanto tempo ci vuole a abituarsi a questa strana situazione, ma sembra non essere ancora sicura di far parte davvero di quella vita.

Tornando in camera, come ogni donna in preda a uno stato d’ansia, cosa fa? Si taglia i capelli!!
I figli sono in cucina a confrontarsi sulla questione Uomini di Lettere e Cass li informa che ha avuto una soffiata circa un uomo dagli occhi scintillanti e sta andando a dare un’occhiata. Sam, l’uomo saggio della coppia, fa presente a Dean che è molto preoccupato per la madre – non dorme, gironzola tutta la notte – ma lui, come suo solito, minimizza a ci ride su!
Intanto Mary decide di trascinare l’allegra famigliola in Minnesota dove può esserci un caso da sistemare.

Armi e bagagli, si parte!

Cass travestito da agente dell’FBI – agente Beyonce 🙂 – è a caccia di indizi e si ritrova nella hall dell’hotel dove sta interrogando l’amico di Vince/Lucifero malmenato nello scorso episodio un divertito Crowley («Questo fa di me l’agente Jay Z»). Questi due insieme non me la contano giusta… Crowley ricorda all’angelo che bella coppia erano ai tempi della lotta contro Amara, quindi perché non continuare insieme la caccia a Lucifero? In fondo, ci guadagnano entrambi!

Intanto la famiglia Winchester va dal medico legale per interrogarlo sulla causa della morte della giovane coppia: morte per congelamento, tutti gli organi interi erano ghiacciati. Com’è possibile?! Vanno alla casa abbandonata in cerca di indizi, e per poco non ci rimangono secchi quando Mary viene toccata da un fantasma bambino, il cui tocco le congela il polso, proprio com’è successo alla vittima. C’è mancato davvero poco!

Tornati all’hotel i ragazzi si mettono al pc mentre Mary è pronta ad uscire per lavorare sul caso: interrogare testimoni, ispezionare i registri… Roba obsoleta, le rispondono i figli, e nello sguardo della donna c’è un’ombra di delusione, si sente inutile e fuori dal tempo. Mentre i fratelli vanno a bruciare le ossa, Mary segue il suo istinto e chiama al telefono la madre del bambino morto, ben felice di scambiare quattro chiacchiere con qualcuno (“Ormai nessuno telefona più”). Sicura di essere sulla via giusta, prende le armi e va a caccia di spettri nella casa.

Sam insiste sul fatto che la madre non sta bene, sta facendo troppa fatica a riambientarsi alla vita, e parla per esperienza personale… Tornati a casa, non la trovano e capiscono che si sta ficcando nei guai. Mary rivede il fantasma del bambino, Lucas, che vuole farle vedere qualcosa in cantina: aveva ragione, non voleva fargli del male ma solo il suo aiuto. L’istinto di una mamma non sbaglia mai

La strana coppia Beyonce – Jay Z va ad interrogare la sorella di Vince, paralitica, che miracolosamente il giorno prima, dopo la visita a sorpresa del fratello, riesce di nuovo a camminare. Confessa loro che sa benissimo che non si tratta di suo fratello ma di qualcosa di malvagio, quell’essere mancava di empatia, sembrava dovesse svolgere un compito e nulla più. Ma almeno si scopre che Vince è accompagnato da una “fan”, una donna dai capelli rossi… Svelato il piccolo segreto di Crowley! Ma la situazione non cambia, anzi, semmai si aggrava: il Diavolo e la strega più potente di tutti i tempi insieme, non è un bel quadretto!

In una baita intanto Rowena, da brava diavolessa, asseconda i voleri del suo nuovo padrone che vuole il suo tramite forte abbastanza per contenerlo a lungo termine, e ci lavora su, assemblando pezzi di incantesimo dal Libro dei Dannati con reminiscenze di magia celtica.

Lucifero acconsente… e firma così la sua condanna (momentanea, ovvio): Rowena ha accelerato il processo di decadimento del tramite così da potersi liberare dell’Oscuro, spedendo il suo spirito nei meandri dell’oceano.

Che donna, ragazzi! Fantastica!!!

Poco dopo Cass e Crowley arrivano alla baita, e trovano una soddisfatta Rowena in veranda a sorseggiare the. La strega ribadisce il non voler assolutamente dare la caccia al demone, travestita da agente dell’FBI, ma se e quando riusciranno a rintracciarlo, sarà ben contenta di rispedirlo nella sua gabbia lucente.

Sam e Dean intanto arrivano in soccorso della madre che ha trovato il vero assassino, cioè il padre della prima bambina morta in quella casa, ma non fanno in tempo a metterlo k.o. che il fantasma si impossessa di Mary!

E ora?

In una frazione di secondo lo spirito di Mary riesce a suggerire a Sam di andare in cantina, mentre Dean la tiene a bada. Lì trova Lucas che gli indica un muro da abbattere: lo scheletro del fantasma dell’uomo è proprio davanti ai suoi occhi.
Dandogli fuoco, sono riusciti a liberare gli spiriti dei bambini intrappolati nel casolare.

La famiglia Winchester torna al bunker, dopo l’avventura fantasmagorica, ma è proprio qui, nell’epilogo,
che avviene la tragedia.

Finalmente Mary confessa ai figli il suo malcontento, gli manca il marito, i figli piccoli, e tutto il tempo che passa con loro, nella nuova realtà, è tempo sottratto ai suoi familiari in Paradiso. Decide di allontanarsi per un po’, non prima di aver abbracciato i ragazzi.

Lo sguardo di Dean è straziante…

La famiglia Winchester è di nuovo
a pezzi…

 

Un saluto agli amici di Supernatural fan club

 

LEGGI ANCHE

La famiglia di Supernatural è riunita: mamma mia che puntata!

Il grande ritorno dei fratelli Winchester. Supernatural suona la dodicesima

Com’è nato Supernatural 

Written by Francesca Solazzo

Cinema, Serie Tv, Plaid, Caminetto: la mia vita in quattro parole. Annoiata dal logorio della vita moderna, mi rifugio nei classici o nel Fantasy... ma sono quello Urban eh! Per il resto, "giro, vedo gente, mi muovo, conosco, faccio cose…"

Serie Tv del 2016

The Young Pope e la cultura del disagio

“Io ti troverò”: il vissero felici e contenti di Glenn e Maggie