in ,

10 Serie Tv che sono diventate un fumetto

2. BUFFY L’AMMAZZAVAMPIRI

stranger things

Nata esattamente un anno dopo l’esordio dell’horror action che ha reso famosa Sarah Michelle Gellar, la serie a fumetti è composta da ben 63 albi, editi da Dark Horse Comics a partire dal 1998 (e in Italia da Play Press Publishing, Free Books ed Edizioni BD a partire dal 2000). Gli eventi narrati, per quanto non propriamente fedeli ai canovacci firmati da Joss Whedon, non alterano in maniera invasiva l’impalcatura del serial, anzi: alcuni si inseriscono perfettamente all’interno della cronologia del telefilm, anticipandone o seguendone gli sviluppi, proprio come nel caso di Stranger Things.

Visto il grande successo del prodotto e l’estrema duttilità di trame e protagonisti, ovviamente non ci si è limitati soltanto a questo. A integrare la serie regolare, infatti, sono stati pubblicati nello stesso periodo anche una serie di numeri speciali dedicati a singoli personaggi, brevi racconti e fumetti one-shot, come quelli dedicati a Giles o a Jonathan o Reunion, interessante crossover tra Buffy e Angel. Nel 2007, la Dark Horse ha scelto di ripubblicare tutti i volumi in un unico cofanetto, Buffy Omnibus, e di regalare ai fan la possibilità di avere, almeno su carta, un’ottava stagione dedicata all’ammazzavampiri più famosa del tubo catodico.

Written by Camilla Curcio

Chi mi conosce mi definisce un curioso ibrido tra Rory Gilmore, Rachel Berry e Meredith Grey. E, forse, non ha tutti i torti. Mi divido (a fatica) tra le pagine disordinate di taccuini pieni di parole, scaffali traboccanti di libri e l'infinito susseguirsi degli episodi delle mie serie tv preferite. Tre delle cose di cui sono più gelosa ma di cui potrei parlare fino a perdere la voce.

Benedict Cumberbatch non sa pronunciare “pinguini”

Che dio ci aiuti

Trash Box – In direzione ostinata e contraria con Suor Angela di Che Dio Ci Aiuti