Vai al contenuto
Home » SERIE TV » Le 5 migliori Serie Tv che inizieranno a gennaio » Pagina 2

Le 5 migliori Serie Tv che inizieranno a gennaio

2) Night Stalker: The Hunt for a Serial Killer

Night Stalker: The Hunt for a Serial Killer

Le serie tv di gennaio 2021 si tingono di nero. Los Angeles, 1985: si susseguono omicidi apparentemente slegati di giovani, vecchi, uomini e donne di ogni estrazione sociale e quartiere. Casi indipendenti? Non è quello che pensano il giovane Gil Carrillo e il navigato Frank Salerno, due detective che hanno le idee molto chiare: sono di fronte a un killer seriale. Ma le cose precipitano quando la stampa diffonde la notizia e nelle strade di Los Angeles e San Francisco si diffonde il caos.

Night Stalker è la storia del pluriomicida Richard Ramirez, uno dei più famosi serial killer nella storia degli Stati Uniti. Nel favolistico scenario della Los Angeles degli anni ’80, Night Stalker ripercorre le vicende dalla prospettiva dei due detective restituendo allo spettatore un racconto carico di fascino, tensione e mistero. La serie in quattro parti prodotta da Netflix ha tanti assi nella manica da svelare. Innanzitutto una delle storie criminali più intriganti di sempre che ha già trovato uno spazio seriale nella quinta e nona stagione di American Horror Story.

Night Stalker, però, si propone una ricostruzione storica senza precedenti con grande accuratezza e soprattutto con un imponente materiale d’archivio mai pubblicato prima: foto inedite dell’epoca, interviste ai sopravvissuti e montaggi d’archivio. La sfida che Netflix si è proposta è anche quella di restituire l’atmosfera dell’epoca, il clima di tensione altissima che si respirava. Chiunque si sentiva in un costante stato di precarietà nella consapevolezza che il killer potesse colpire indiscriminatamente.

Diretta da Tiller Russell, la docuserie prende le mosse da un’idea del produttore Tim Walsh che aveva incontrato uno dei detective che aveva lavorato al caso. L’idea è stata quella di narrare la vicenda con un disvelamento progressivo, seguendo la cronologia che ha portato i poliziotti fino alla soluzione finale del caso. “Volevamo declinare il racconto al presente“, dice Walsh, “Così che venisse svelato in un modo tale da evocare momento per momento tutto l’orrore e i brividi delle persone che l’hanno vissuto sulla loro pelle“.

Insomma, il potenziale c’è tutto: non resta che attendere il 13 gennaio, su Netflix, per questo nuovo appuntamento col crimine dopo i rodati successi di Mindhunter, Making a Murderer, Manhunt e Conversazioni con un killer. Sarà l’ennesimo successo della piattaforma? Noi crediamo di sì.

Pagine: 1 2 3 4 5