Vai al contenuto
Home » SERIE TV » 13 giudizi sinceri sulle Serie Tv turche » Pagina 2

13 giudizi sinceri sulle Serie Tv turche

Serie Tv

Uçurum

Saliamo di un gradino. Anche in questo caso c’entra la medicina, ma marginalmente. Eva è una dottoressa moldava che accetta un lavoro molto ben retribuito ad Istanbul. Vi si reca con la sorella Felicia, la quale viene immediatamente rapita da una gang dedita allo sfruttamento della prostituzione.

Ucurum

Senza uno straccio di Liam Neeson ad aiutarla, Eva è costretta a dover fronteggiare tutta da sola la banda, finendo a contatto con il boss Yaman. Stretto contatto, molto stretto contatto.

Contattissimo.

ESITO: Emre Belozoglu su tutta la linea. Trama che prende spunto da Hollywood, ma che si dipana secondo strade inaspettate.

Kuzey Güney

La storia più antica del mondo. Tu, lei, l’altro. Che poi, se l’altro è anche tuo fratello le cose non migliorano, anzi. Kuzey e Güney sono invaghiti entrambi della stessa ragazza, Cemre. Il primo è il classico Bad Boy, mentre il secondo è calmo, pacato e studioso.

Contro ogni aspettativa a spuntarla è Güney, solo perché riesce a dichiarare il proprio amore prima del fratello, o forse perché gli autori sono bastardi geneticamente e vogliono costringermi a fare copia incolla del suo nome ogni volta per quella cacchio di u coi puntini. Kuzey si arrabbia col proprio consanguineo mentre sono in macchina insieme, finendo col fargli investire un passante…

Stop, altrimenti grossi spoiler in arrivo.

ESITO: (C)Emre Belozoglu. Una cosa inizia ad essermi chiara: i polpettoni melodrammatici i turchi sanno farli molto bene. Sarà il tempo di cottura, la salsa o le spezie, ma viene voglia del bis.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7