in

5 miniserie HBO che sono dei capolavori impareggiabili nel loro genere

2) GIALLO: The Night Of

The Night Of rimane per tutta la sua unica stagione sempre avvolta in una cupa tonalità che richiama il mistero della trama. Ed è forse questa la vera forza della miniserie, scomodare gli istinti e le paure di chi sta guardando provando a immedesimarsi nel protagonista. La sera in cui Nasir decide di rubare il taxi del padre incontra una ragazza che rappresenterà la svolta nella vita del ragazzo e della sua famiglia. La scelta per questa miniserie è ricaduta sulla volontà di mostrare più realismo rispetto ad altro. Scopriamo le macchinazioni della giustizia americana, riusciamo a soffermarci sullo stato d’animo di Naz più di una volta. Addirittura anche la fine della serie rimane ancorata a una soluzione inedita.

Le otto puntate contengono elementi che appaiono anche contrastanti. Per esempio la tristezza di Naz, indagato per omicidio e il suo avvocato, John, che sembra in apparenza incapace di poter gestire la situazione. The Night Of offre anche una regia dura, che non lascia traccia di speranze, rimane stabile nell’incertezza e nell’incapacità di dare un volto al carnefice.

Written by Alana Santostefano

Si fa fatica a vivere la realtà quando si è capaci di sognare, si è così tanto legati all'astratto che si pensa di dover costruire cose assurde nel presente dell'esistenza unicamente per convincersi di essere vivi.
Sono una sognatrice, una di quelle che si guarda attorno e immagina un'altra vita, una di quelle che non vede l'ora di andare in un posto chiamato 'se stessi' per poter guardare lontano e immaginarsi coperti di nuvole a volare sul tempo.

Sons of Anarchy

Marilyn Manson e Stephen King: nasce la nuova combo fatale con The Stand

Stranger Things 3x08 recensione

La terza stagione di Stranger Things ha sbancato: nuovo record assoluto per Netflix