in ,

What If…? 1×01 – Uno scudo per Peggy Carter

what if 1x01

Ci siamo. Abbiamo avuto modo di visionare What If 1×01 e finalmente ci siamo potuti fare un’idea più precisa su questa peculiare serie. Ma vi ricordate le reazioni perplesse ai tempi del suo primo annuncio? In tanti hanno storto il naso pensando che fosse un’idea bislacca: quale poteva essere il senso di una serie animata che esplorasse strade che nei film del franchise erano state completamente precluse?

Poi, si sa, sono arrivate le prime speculazioni sulla prossima fase del MCU, sui nuovi film di prossima uscita, come Doctor Strange in The Multiverse of Madness e Spiderman: No Way Home, infine è approdato sui nostri schermi Loki. E che dire signore e signori? Loki ha cambiato ogni cosa aprendo le strade al tanto agognato multiverso e di colpo What If…? non ci è più sembrato un mero esercizio di stile quanto un modo per dimostrarci le infinite possibilità verso cui il Maver Cinematic Universe va incontro.

Ma dopo questa doverosa premessa vediamo di parlare del progetto in sé e in particolare di What If 1×01.

La prima puntata della sperimentale serie animata è una buona premessa di quelli che saranno i viaggi cosmici attraverso gli universi paralleli Marvel e detta quelli che, ipoteticamente parlando, potrebbero essere gli standard e gli stilemi degli episodi successivi. Un gioco di parallelismi e antitesi rispetto a quella fatidica e intrigante domanda. “E se…?“.

Tempo, spazio, realtà non hanno un andamento lineare. Insieme formano un prisma di infinite possibilità in cui ogni scelta può diramarsi verso realtà infinite. Creando mondi alternativi a quelli già conosciuti. Sono l’Osservatore, la guida che vi condurrà in nuove vaste realtà. Seguitimi, e riflettete sulla domanda: e se…?”.

A parlare è Uatu l’Osservatore (doppiato da Jeffrey Wright), entità imparziale e inattiva che si limita a riportare nero su bianco le più interessanti varianti dell’universo, esito di un “effetto farfalla” che finisce per modificare sostanzialmente eventi a noi precedentemente noti in maniera completamente differente.

È così che ha inizio What If…? 1×01, incentrato sulla tostissima Peggy Carter, che già avevamo avuto modo di apprezzare in Capitan America: il primo vendicatore e nella serie tv della Abc Agent Carter. Cosa sarebbe successo se a prendere il siero del soldato fosse stata proprio la donna e non Steve Rogers?

Una semplice scelta è capace di cambiare ogni cosa: basta che Peggy decida di assistere da vicino alla trasformazione di Steve per far mutare ineluttabilmente il corso del destino. Perciò l’agente H.Y.D.R.A. incaricato di far esplodere la sala e rubare il siero del super-soldato viene notato dalla donna prima che l’esperimento abbia inizio. Ne segue una lotta che porta il nemico a sparare a Steve. L’agente Carter però non si fa attendere e decide di sostituire l’amico prima che il progetto vada perso. Diamo quindi il benvenuto a Capitan Carter, inizialmente bistrattata in quanto donna soldato, ma capace poi di dimostrare il suo valore e la sua forza e di ispirare la lealtà dei suoi uomini. Così le stelle e strisce si tingono di Union Jack e una nuova avventura ha inizio.

What...If 1x01
What If 1×01

Sono solo trenta minuti quelli di What If 1×01, ma sono sufficienti a tracciare, anche se abbastanza superficialmente, la personalità di Peggy, a rievocare lo spirito che l’aveva caratterizzata anche in altri prodotti e a imbastire una storia tanto simile alla versione originale quanto diversa e dotata di vita propria. Perché la fastidiosa iniziale sensazione di copia-incolla rispetto alla pellicola d’ispirazione ben presto svanisce a favore di sorpresa e curiosità. Vedere i personaggi che abbiamo imparato ad amare agire diversamente dal canone porta lo spettatore a porsi ulteriori domande e ad appassionarsi a queste nuove storie. Tornano quindi Teschio Rosso, Bucky Barnes, gli Howling Commandos e un sempre divertente Howard Stark.

What If? 1×01 È una danza di parallelismi e antitesi, di richiami e variazioni sul tema, ma soprattutto di possibilità: chi avrebbe mai pensato a Steve Rogers come una sorta di proto Iron Man (Hydra Stomper) alimentato dall’energia del Tesseract?

Varianti, modifiche, certo, ma anche costanti. Perché ci sono cose che valicano lo spazio e il tempo, che rimangono un punto fisso e di riferimento a distanza di universi, come la tenera intesa tra Steve e Peggy e l’incrollabile spirito di sacrificio del nostro Capitano.

What If? 1×01 non racconta di certo nulla di eccezionalmente memorabile, ma costituisce sicuramente un buon prodotto che intrattiene a dovere e che di certo riesce a restituire le medesime sensazioni (e talvolta forti emozioni) dei film e delle serie tv legati al MCU. Non mancano tanta azione e una sana dose di umorismo: una visione piacevole e scorrevole per un prodotto che per ovvi motivi si adegua a uno stile consolidato e perfezionato nel corso di anni.

Per i fan, una piccola perla capace di dare nuova linfa ai loro storici e amati personaggi, per i meno esperti un buon episodio one shot da apprezzare se non per la storia in sé, almeno per le eccezionali animazioni, dinamiche e capaci di restituire favolose scene d’azione di difficile resa live action.

Visivamente parlando What If 1×01 è davvero uno spettacolo.

Perché al di là della storia raccontata, è innegabile che il comparto tecnico della serie sia di notevole livello: gli studi d’animazione Squeeze Studios, Flying Bark Productions e Blue Spirit hanno fatto davvero un ottimo lavoro restituendo al meglio le espressività degli storici attori Marvel e curando fondali e animazioni nel minimo dettaglio.

What...If 1x01
What If 1×01

Siamo dunque soddisfatti al 100% da questa What If? 1×01? Non del tutto, almeno non dal punto di vista narrativo. Se infatti alcune scene sono risultate accattivanti, non possiamo fare a meno di chiederci cosa sarebbe successo se gli autori della serie avessero deciso di osare un po’ di più, di stravolgere maggiormente il canone e di regalarci qualcosa di assolutamente imprevedibile. Ma non vogliamo essere prematuri nei nostri giudizi: le storie da raccontare sono ancora tante, tra Avengers in versione zombie, avventure spaziali e mistiche arti magiche.

L’appuntamento va a mercoledì prossimo con un episodio incentrato sul personaggio di T’Challa, in questo caso prelevato dalla Terra dai Ravagers di Yondu e destinato a diventare Star Lord. La puntata vedrà tornare per l’ultima volta la voce del compianto Chadwick Boseman a cui potremo dare l’ultimo saluto. Noi già fatichiamo a trattenere le lacrime!

Scopri Hall of Series Plus, il nuovo sito gemello di Hall of Series in cui puoi trovare tanti contenuti premium a tema serie tv

Scritto da Benedetta Vanotti

Cool, cool, cool, cool, cool, cool, no doubt, no doubt, no doubt.
Sono Benedetta e ogni tanto scrivo.
Se mi state cercando probabilmente mi troverete seguendo l'eco delle mie risate mentre guardo una bella comedy.

Carice van Houten si è fortemente pentita delle scene di nudo in Game of Thrones

Atypical

10 motivi per amare Atypical