in ,

This Is Us 5×08 – I nuovi Big Three

This Is Us

Alla fine è successo. Kevin è riuscito ad arrivare in tempo per assistere alla nascita dei suoi gemelli in This Is Us. Chi non ha pianto o urlato quando ha aperto quella porta? Chi non ha guardato Kevin con occhi pieni d’amore come Madison? Ha fatto di tutto per raggiungerla: ha abbandonato un film con De Niro buttando al vento la carriera, ha salvato un uomo da morte certa e probabilmente si è dovuto umiliare più del previsto per trovare un posto su quell’aereo. Non ci viene spiegato come, ma francamente non è importante. L’importante è che sia arrivato all’ospedale per rassicurare Madison e per non lasciarla sola durante questo momento.

Con sua grande sorpresa scopre che Randall e Beth hanno fatto le sue veci mentre lui era in viaggio. Hanno tenuto compagnia a Madison per ore. Nonostante quello che è successo tra i due, Randall rimane quel fratello che mette sempre la famiglia al primo posto. Entrambi i fratelli Pearson mostrano una grande maturità e finalmente arrivano le scuse e la riconciliazione tanto attesa in This Is Us. Ammettono gli sbagli, si perdonano perché in fondo:

Tu sei mio fratello

Poche parole ma sufficienti per riassumere il loro bellissimo rapporto in This Is Us. Pieno di alti e bassi ma mai troncato sul serio. E, a tempo debito, potranno avere finalmente quella conversazione tanto desiderata.

Lo sappiamo, i discorsi strappalacrime sono una prerogativa dei Pearson. Kevin lo ha ribadito ulteriormente con la meravigliosa dichiarazione a Madison:

“Prima che me ne andassi, mi hai chiesto come questa famiglia si sarebbe inserita nella mia vita. Questa famiglia è la mia vita. Ho lasciato il film. Non voglio accettare lavori che mi porteranno lontano da te. Questi bellissimi bambini che stiamo per incontrare sono tutto ciò di cui ho bisogno”.

Anche i più scettici di questa coppia si sono dovuti ricredere. Tra i due c’è chimica e sintonia, non fingono o cercano di essere altro: sono veri, si comprendono a vicenda. Sono quello di cui hanno bisogno. Ora accolgono nella loro vita Nicholas e Frances. Sì, Nicky! In onore di suo zio che, quando l’ha saputo, quasi non ci credeva.

This Is Us

Nella stessa notte in cui Kevin diventa padre, Kate è madre per la seconda volta in This Is Us.

Quando Ellie chiede di tenere in braccio sua figlia, sembrava che This Is Us stesse seguendo la solita storyline della mamma che si pente sull’adozione e decide di tenere la bambina. La preoccupazione è aumentata quando è voluta rimanere sola con la piccola. Per fortuna non era come immaginavamo. Ellie vuole semplicemente dire addio a Hailey. Rinunciare al proprio bambino è una delle cose più difficili al mondo, ma è così coraggioso da parte sua riconoscere che ha bisogno di fare ciò che è meglio per la figlia.

L’incontro tra Kate e Hailey è pura felicità. In un mondo sottosopra e spaventoso non c’è niente di più rassicurante che guardare il viso di un bambino innocente.

Purtroppo Toby ha dovuto aspettare fuori per le norme anti-covid. L’incontro con quell’uomo nel parcheggio sarebbe potuto degenerare in fretta. Molte persone diventano agitate e possessive in situazioni del genere. Invece si trasforma in un raro momento di connessione tra due estranei che si confortano a vicenda. Era chiaro che, quando l’uomo gli ha rivelato il nome della moglie malata, Toby avrebbe chiamato sua figlia così, ovvero Rose. Ciò non toglie niente alla potenza e genuinità della scena. Non sappiamo il nome di quell’uomo, e forse non lo sapremo mai. Ma non importa: lui simboleggia quegli estranei che influenzano la nostra vita in modi inaspettati.

Un barlume di speranza quel pover’uomo l’ha avuto quando Rose l’ha videochiamato. Un piccolo momento estremamente importate in una buona nottata per tutti.

This Is Us

Così abbiamo conosciuto i nuovi Big Three: Nicky, Franny ed Haley. Due sono gemelli, come Kevin e Kate, e l’altro è adottato ma nato lo stesso giorno, come Randall. Coincidenze come questa sono il marchio di fabbrica di This Is Us e il motivo per cui amiamo questa serie tv. 

Le nascite dei bambini sono perfettamente contrapposte a Rebecca e Jack alle prese con i Big Three originali che non vogliono più stare con loro.

Le paure di Jack sui figli che crescono troppo in fretta, che tra qualche anno lasceranno il nido, che smetteranno di chiamarli e di sapere cosa succede nelle loro vite sono ancora più toccanti e tragiche per noi spettatori: sappiamo che a Jack rimangono pochi anni prima della sua morte. Ma, anche se non c’è più, lui fa sempre parte di quella famiglia. Il dipinto che Rebecca fissa per tutta la durata dell’episodio lo dimostra.

Rebecca usa quel disegno per tranquillizzare Jack, ma può anche essere inteso come la metafora perfetta per This Is Us: non importa quanto cambieranno o quanto saranno distanti, loro saranno sempre connessi nello spazio e nel tempo e saranno sempre insieme. Perché questo vuol dire essere una famiglia. Quel dipinto è un promemoria per essere sempre presenti e non perdere mai nulla, anche se la vita si mette in mezzo. E Rebecca quella promessa non l’ha mai tradita.

Ma se Rebecca può vedere i suoi nipoti, se Randall può intrattenere Madison per ore, se Kate può mostrare Hailey a Toby e poi a Kevin, se i Pearson rimangono in contatto, lo devono a quella coppia che, inizialmente, ci ha un po’ confuso le idee.

Tutto faceva pensare che Nasir ed Esther fossero i genitori di Miguel. Finalmente anche lui avrebbe avuto il suo spazio in This Is Us. Invece lo show ha voluto rendere omaggio a una persona sconosciuta che però ha avuto un impatto devastante nelle nostre vite. Nasir infatti ha creato l’algoritmo che permette a tutti noi, compresi i Pearson, di rimanere connessi (qui 7 serie tv per gli amanti della tecnologia). Senza di lui non avremmo la capacità di far parte dei momenti importanti della vita dei nostri cari, non potremmo scambiarci foto o videochiamarci, soprattutto in una pandemia dove i contatti sono diminuiti e non possiamo vederci del vivo.

Nasir così ha aperto la strada a un futuro che a noi oggi sembra scontato.

C’è poco altro da aggiungere, se non che questa è stata una delle ore più emozionanti mai viste in tv. Dove ci siamo commossi in ogni istante. E speriamo di vedere tante altre puntate così nelle prossime settimane.

LEGGI ANCHE – This Is Us 5×07: la recensione

Written by Chiara Manetti

Amo scrivere; è la mia passione più grande. Datemi due personaggi e vi monto una storia in un baleno. Mi considero da sempre una scrittrice, anche se non ho mai pubblicato niente.
Amo le serie TV. Le ho scoperte quasi per caso ma, da quando l'ho fatto, non le ho più abbandonate. Ne divoro non so quante a settimana, al mese, all'anno.
Quindi che fare con due passioni come queste? La risposta è semplice: le ho unite. Ho fatto bene? Ovviamente. Il risultato? Beh, quello me lo dovete dire voi.

game of thrones

Game of Thrones – Emilia Clarke spiega la questione capelli: «Ho dovuto tagliarli tutti come DiCaprio»

Little Fires Everywhere

Little Fires Everywhere: 5 spinosi temi sociali trattati in modo superlativo